Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Filippo, Raffaello e Stefano in Islanda
NEWS

Ma quest'anno come funziona? Play-off, play-out, over e under: il labirinto della serie C

Ogni estate è necessario rifare il punto della situazione, perché questa è la categoria della sperimentazione continua. Le sostituzioni in partita sono diventate cinque, gli over tesserabili sono scesi a 14 (ma possono essere aggiunti i calciatori fidelizzati e i calciatori bandiera), le retrocessioni dirette sono state cancellate (a meno che i distacchi siano superiori a 8 punti) e gli spareggi promozione sono più facili da giocare che da spiegare. La finalissima comunque si disputerà a Pescara



il selfie di Moscardelli con i compagni di squadraOgni estate, prima di cominciare il campionato, bisogna rifare il punto della situazione. La gente che va allo stadio (spesso anche addetti ai lavori, allenatori, calciatori e perfino dirigenti) faticano a riordinare le idee nel mare dei cambiamenti che propone la serie C, una categoria dove la sperimentazione è pressoché continua. 

 

Della novità sul fronte sostituzioni abbiamo già parlato. Da domani ne potranno essere effettuate cinque in ogni partita, due in più rispetto al passato e anche rispetto alla serie A e B, dove è rimasto tutto come prima. I break consentiti per effettuare i cambi, però, saranno soltanto tre oltre all'intervallo tra primo e secondo tempo.

 

La Lega ha inoltre modificato il regolamento sull'utilizzo degli over, cioè quei calciatori nati dopo il primo gennaio 1995. Fino alla passata stagione ne potevano essere inseriti 16 in lista (e quindi impiegati in gare ufficiali), adesso sono stati ridotti a 14. Il tesseramento degli under è invece illimitato e garantirà ai club che li utilizzeranno di più un maggior introito economico grazie alla legge Melandri.

In aggiunta potranno essere tesserati fino ad un massimo di quattro calciatori fidelizzati, cioè due tesserati con la medesima società per almeno tre stagioni consecutive ed immediatamente precedenti la stagione in corso, se nati successivamente al primo gennaio 1993;

due tesserati con la medesima società per almeno due stagioni consecutive ed immediatamente precedenti la stagione in corso, se nati successivamente al primo gennaio 1994;

fino ad un massimo di un calciatore bandiera che, indipendentemente dall’età, sia stato tesserato per la medesima società per almeno quattro stagioni sportive, anche non consecutive;

fino ad un massimo di un ulteriore calciatore del settore giovanile che, indipendentemente dall’anno di nascita, sia cresciuto nel settore giovanile del club. Per essere considerato tale il calciatore dovrà essere stato tesserato per la medesima società per almeno quattro stagioni sportive, anche non consecutive, nelle squadre agonistiche del settore giovanile del club (Berretti, Under 17, Under 15, Allievi Prov/Reg; Giovanissimi Prov/Reg, Esordienti).

 

Poi ci sono play-off e play-out, modificati perché quest'anno i tre gironi erano formati da sole 19 squadre. Solo che la Vibonese è stata riammessa giusto ieri e nel girone C adesso i club sono venti. Ma il regolamento è questo e ormai si va avanti così.

La novità più importante è che non ci saranno retrocessioni dirette. Le squadre destinate a scendere in D verranno fuori dagli spareggi fra 16a, 17a, 18a e 19a classificata. Se l'ultima e la penultima classificata chiudono con un distacco superiore a 8 punti dalla 16a e dalla 17a, allora vanno giù senza play-out.

 

In serie B salgono le prime di ogni girone. Poi inizia la fase a gironi dei play-off: quinta contro decima, sesta contro nona, settima contro ottava. Le tre vincenti più la quarta classificata si sfidano fra loro in due gare secche. Restano due squadre per girone, cui si aggiungono le tre terze e la vincente della Coppa Italia. Totale: 10 squadre per cinque gare andata e ritorno, con teste di serie e sorteggio per gli accoppiamenti.

Si arriva così al secondo turno dei play-off, con le cinque vincenti di cui sopra cui si aggiungono le tre seconde dei gironi. Sarebbero in pratica i quarti di finale. Anche qui, teste di serie e sorteggio per gli accoppiamenti.

E siamo alla Final Four. Quest'anno però le semifinali si giocano in gare di andata e ritorno, mentre la finalissima si disputerà a Pescara

Più facile a giocarsi che a dirsi. Ma in serie C funziona a questo modo.

 

scritto da: Andrea Avato, 25/08/2017





comments powered by Disqus