Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Gabriele tra i ghiacciai dell'Alaska
NEWS

La prima è sempre una faticaccia. Una vittoria negli ultimi otto anni. Bellucci contro il tabù

Gli amaranto hanno pareggiato le ultime quattro gare d'esordio (dodici mesi fa il 2-2 interno contro il Como) e l'ultima impresa al debutto risale al 2011, quando la squadra di Bacis espugnò Città di Castello in serie D con un rotondo 4-0. Nella storia recente sono partiti male Semplici e Gustinetti, molto meglio Marino e Somma. All'inizio degli anni '80 la striscia positiva con quattro successi consecutivi



il gol di Bearzotti contro il Como un anno faLa partita dell'esordio è particolare e poco fedele ai pronostici. Negli ultimi anni, dopo il ritorno tra i prof, per gli amaranto è sempre uscito il segno X. Nel 2014 Ezio Capuano fece 0-0 al Comunale contro la Torres (''lo 0-0 più bello della mia vita'' disse lui in piena euforia post ripescaggio. La stagione successiva cominciò con l'1-1 di Santarcangelo di Romagna (rimonta firmata da un eurogol di Sacha Cori), mentre l'anno passato Stefano Sottili debuttò con il 2-2 casalingo contro il Como (reti di Bearzotti e Yamga prima dell'intervallo, rimonta lariana nel finale).

 

In serie D fu buonissima la prima di Michele Bacis a Città di Castello (2011, rotondo 4-0 in scioltezza con gol di Raso, Martinez, Mencarelli e Speranza), non altrettanto quella di Abel Balbo a Pierantonio nel 2012 (sconfitta per 2-1 all'ultimo minuto, rete amaranto di Testa). Nel 2013 Davide Mezzanotti partì con uno scialbo 0-0 a Scandicci, mentre Marco Carrara, nella tremenda estate del 2010, cominciò perdendo a Sesto Fiorentino per 2-0.

 

L'ultimo successo amaranto al debutto è quindi quello di Bacis. Per trovarne un altro bisogna tornare all'estate 2008: 2-1 per l'Arezzo di Marco Cari contro la Cavese (a bersaglio Baclet e Bondi su punizione). Leo Semplici, l'anno seguente, iniziò maluccio con lo 0-1 di Lumezzane. Non era andata bene nemmeno a Luciano De Paola, nel 2007: Arezzo-Sorrento terminò 0-1. Per Antonio Conte, invece, la gara rompighiaccio si risolse con un pari pieno di rimpianti: 1-1 interno contro il Mantova, gol di Floro Flores e Noselli e rigore fallito da Vigna. Anche Elio Gustinetti, nel 2005, steccò la prima perdendo di misura a Mantova

 

Tra gli esordi più convincenti troviamo invece il 3-1 con cui Pasquale Marino si presentò al pubblico amaranto nel 2004, travolgendo il Catania al Comunale grazie a Spinesi, Lorenzi e Abbruscato. Non male nemmeno Mario Somma l'anno precedente: 1-0 al Cittadella con timbro di Serafini. L'antipasto di una grande stagione. Antonio Cabrini, nel 2000, ci lasciò le penne a Pisa (2-1 nerazzurro nonostante il vantaggio di Russo), mentre Serse Cosmi nel suo quinquennio amaranto ha dato il là alla stagione con tre pareggi, una sconfitta e una sola vittoria (1997, 1-0 alla Maceratese firmato Pilleddu).

 

Merita una menzione la striscia positiva dei primi anni '80: 1-0 al Campobasso nel 1981 (gol di Gritti), 1-0 a Palermo in B nel 1982 (gol di Raise), 2-1 al Padova nel 1983 (gol di Di Carlo e Zanin), 2-1 a Cesena nel 1984 (gol di Neri e Tovalieri). Ma quello era veramente un periodo d'oro.

 

scritto da: Andrea Avato, 26/08/2017





Group Castello-Arezzo 0-4
comments powered by Disqus