Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Claudia nell'isola di Brac - Croazia
NEWS

Quattro gol allo Spoleto, -5 dalla vetta. Poi l'Arezzo ha fatto flop

La vera svolta (in negativo) si è consumata dopo la convincente vittoria casalinga del 26 febbraio, che aveva fatto seguito all'altro successo di misura sulla Viterbese. Ridotto il distacco dal Pontedera, gli amaranto vissero una settimana di spavalda fiducia che ha partorito i guasti maggiori a livello psicologico. Adesso la squadra ha smarrito anche le consolidate certezze tecniche e tattiche ed è a un bivio: o si riprende o svacca. In questo secondo caso diventerebbe sì una stagione da buttare via



la formazione amaranto che ha perso col PierantonioLa vera svolta del campionato c’è stata dopo il 4-0 rifilato allo Spoleto, il 26 febbraio. Ed è stata una svolta in negativo. Quella domenica l’Arezzo vinse e convinse, mentre il Pontedera portò a casa un pareggino da Sansepolcro. Il distacco dalla capolista venne ridotto da 7 a 5 punti e la sconfitta di Piancastagnaio, che ancora bruciava sulla pelle, fu archiviata al capitolo “incidenti di percorso”. Siccome la squadra aveva vinto pure di mercoledì nel recupero con la Viterbese, a tutti parve di avere la situazione sotto controllo e che la strada verso il primato fosse diventata un’invitante discesa.
IL FLOP MENTALE – Nulla di più sbagliato. Col senno di poi, proprio quella settimana di grassa e spavalda fiducia ha partorito i guasti maggiori a livello psicologico. E questo nonostante l’Arezzo potesse contare su certezze consolidate dal punto di vista tattico e tecnico: un modulo collaudato, un tridente offensivo extralusso, un asse centrale composto da un mediano, due centrali di difesa e un portiere che hanno giocato a lungo fra i prof. La trasferta di Ponte San Giovanni, contro un avversario in crisi, non sarà stata sottovalutata ma certo non turbava il sonno. Invece è come se in quei giorni di vigilia si fosse soffiato dentro un palloncino fino all’eccesso, fino a farlo scoppiare. In campo poi si è presentata una squadra sgonfia che si è fatta fregare due volte in venti minuti, ha perso la bussola e non l’ha più ritrovata. Ha pareggiato per il rotto della cuffia grazie agli episodi, ma ha smarrito d’un colpo tutte le sicurezze. Allora si è concentrata sul problema dell’approccio alla gara e l’ha fallito di nuovo domenica, beccando altri due gol in mezz’ora di bambola totale. Lì è saltato il tappo. Niente gioco, niente qualità, niente reazione di carattere, solo confusione. Ed è arrivata una sconfitta figlia dell’apprensione crescente. Perché il campionato dopo lo Spoleto sembrava riaperto e ora è virtualmente chiuso. Psicologicamente, una mazzata devastante.
IL FLOP TECNICO – Collegata al flop mentale, c’è anche la parte calcistica. L’Arezzo compatto che prendeva pochi gol si è tramutato in una squadra piena di buchi. Ne ha beccati due dalla Pontevecchio, tre dal Pierantonio e non ha più dato quella sensazione di solidità. Errori individuali, scarsa collaborazione fra reparti, disattenzioni fatali, pure un po’ di malasorte: frullati tutti insieme, gli ingredienti hanno prodotto due partite complicatissime e sofferte. E un punto solo. Da difesa di ferro a retroguardia sgangherata il passo è stato brevissimo, per certi versi incomprensibile. Non è andata meglio in attacco, con i due gol di Ponte San Giovanni segnati quando gli altri erano in nove e la rete al Pierantonio che una volta sarebbe stata definita il gol della bandiera. In mezzo, un centrocampo che non sa più proteggere chi sta dietro né aiutare chi sta davanti.
IL FINALE DI STAGIONE – Bacis si è battuto il petto e ha incassato la fiducia della società, che peraltro non gliel’aveva mai tolta. L’Arezzo è al bivio: o si riprende, dandosi uno scrollone vigoroso e virile, o svacca. Nel primo caso c’è ancora tempo per chiudere a testa alta e magari dare un senso allo scontro diretto del 29 aprile. Nel secondo, sarà un’agonia insopportabile. E allora sì che bisognerebbe considerarla una stagione buttata via.

 

articolo pubblicato sul Nuovo Corriere Aretino

 

scritto da: Andrea Avato, 13/03/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Amaranta, il 13/03/2012 alle 10:01

Foto Commenti

 L’Arezzo è al bivio: o si riprende, dandosi uno scrollone vigoroso e virile, o svacca. Nel primo caso c’è ancora tempo per chiudere a testa alta e magari dare un senso allo scontro diretto del 29 aprile. Nel secondo, sarà un’agonia insopportabile. E allora sì che bisognerebbe considerarla una stagione buttata via.

Domenica uscii dallo stadio cosi' demoralizzata, che quando Riccardino mi si avvicino' chiedendomi lumi per Trestina (trasferta tra le 5 vicinisssime che quest'anno mi sarei concessa, decisa fin dall'inizio dell'anno) per un pelo non l'ho mandato affanculo dicendogli: "ma chi ci va adesso a Trestina".

Oggi, a delusione un po' sbollita, ho deciso: vado a Trestina, per dimostrare che non ritengo del tutto buttato via questo campionato.

Non che creda ancora al primo posto, ma credo che potremo finire con dignita' e poi programmare per vincere (stavolta VINCERE) il prossimo anno.

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 10:37

Foto Commenti

B-R-A-V-A  amaranta.   

guai se fossero i tifosi a mollare. ci darebbero subito la colpa. CHI PUò VADA SEMPRE E COMUNQUE. è L'AREZZO!!! IL NOSTRO AREZZO!!!! ma del campionato salvo la juniores....

Commento 3 - Inviato da: BakaNeko87, il 13/03/2012 alle 10:58

Foto Commenti

Tutti a Trestina! chi non viene è fidanzato con Beppe Bergomi!

Commento 4 - Inviato da: baicol, il 13/03/2012 alle 11:26

Foto Commenti

Il cuore mi dice che ancora 5 punti in 6 partite non sono una missione impossibile da recuperare al Pontedera (non al Real Madrid) e dare appunto un senso allo scontro diretto. Poi mi fa andare a vedere le classifiche della c2, con penalizzazioni a raffica, che giocando degli ottimi play off...magari...

La testa invece mi consiglia di smetterla di pensare a questo campionato, che la squadra ormai è bollita e che da qui alla fine sarà un calvario, con dei play off inutili giocati tanto per fare, interessanti quanto la partitella del giovedì e con l'aggravante di una società che non so fino a che punto sia interessata ad un eventuale ripescaggio.

Anche se avesse ragione la testa (come quasi sempre succede) l'unica cosa da fare è giocarsela fino in fondo, moccolando come un turco, cercando di salvare il salvabile e di capire quali sono stati i VERI errori commessi per evitarli in futuro. Non credo che ci manchi moltissimo per essere veramente vincenti, la società ha le capacità e le disponibilità per salire quest'ultimo gradino? Questa è la domanda che più mi turba da molto prima di Pontevecchio!

Commento 5 - Inviato da: Amaranta, il 13/03/2012 alle 11:30

Foto Commenti

Non credo che ci manchi moltissimo per essere veramente vincenti, la società ha le capacità e le disponibilità per salire quest'ultimo gradino?

E' il dubbio che attanaglia anche me, da un po'.....

Commento 6 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 12:45

Foto Commenti

ora la società mette i dubbi in testa alla gente.

 EPPURE FINO A UN MESE FA ERANO GLI EROI DI AREZZO.....gente svegliaaaa!!!uno che viene da fuori per imprendere sull'Arezzo calcio non lo fa nè per l'amore dell'Arezzo nè per l'amore del calcio(di società da rilevare a roma ce ne sono a decine). quindi l'interesse è meramente economico e volto a valorizzare alcuni giovani interessanti per rivenderli meglio di quanto pagati. IL RITORNELLO DI TUTTO L'ANNO è CHE NOI ABBIAMO LA MEGLIO ROSA E I MEGLIO GIOVANI(la pubblicità è l'anima del commercio)ma i campionati li vincono i vecchi con le palle di piombo(vedi pontedera). E ALLA FINE FAREMO CASSA COI GIOIELLINI MA RESTEREMO IN SERIE D. CON BUONA PACE DI CHI AMA L'AREZZO. e se i conti non tornano si decurtano gli stipendi.....QUESTA è L'IMPRENDITORIA......accetto scommesse sulla cessione di alcuni tra i migliori pezzi.....o peggio l'abbandono magari addossando le colpe alla città.....

FACCIAMOCENE UNA RAGIONE: NESSUNO CI VUOLE E QUESTO CI TOCCA.

Commento 7 - Inviato da: aloee, il 13/03/2012 alle 13:19

Foto Commenti

la società deve essere chiara: ci sono  non ci sono le potenzialità per tornare quantomeno  nella ex c1 o no? se non ci sono si va avanti con quello che si ha e si mette la società in vendita perchè una piazza come Arezzo non può vivacchiare in "d"

Commento 8 - Inviato da: chiana, il 13/03/2012 alle 13:29

Foto Commenti

se non ci sono si va avanti con quello che si ha e si mette la società in vendita perchè una piazza come Arezzo non può vivacchiare in "d"

 

Ho idea che non ci sarà la fila per comprarla... vogliamo scommettere?

 

Commento 9 - Inviato da: aloee, il 13/03/2012 alle 13:36

Foto Commenti

sicuro, ma almeno si è chiari, nessuno si illude e se mai qualcuno con più possibilità ci comprasse non si fa ostruzionismo e si vende immediatamente

Commento 10 - Inviato da: Libanese , il 13/03/2012 alle 14:13

Foto Commenti

tiamo arrivando secondi non ultimi, la probabilità di vincere questo Campionato, l' abbiamo avuta

YUPPYYYYYYY  

è come  dire   :stavo x trombarmi  la tommasi, èra  nuda   pronta..,  e non mi si è  arizzato.., ma  x o' l occasione l ho  avuta  cazzo  bella soddisfazione .

 

che dovevano dire ad Arezzo, "facciamo un bel Campionato per salvarci?".

Potevano tranquillamente dire è un momento di crisi,si ha qualche problemino economico come molte realtà,  e faremo di certo un buon campionato..  cercando di fare il meglio possibile ???

e non bla bla bla   vinceremo il campionato ve lo dico io

su dai nè , è un annata   persa .



Commento 11 - Inviato da: Andrea Avato, il 13/03/2012 alle 14:16

Foto Commenti

PER BAICOL (5)

Oh, che bello: scorgo lucidità nel tuo intervento!!!! Condivido buona parte delle cose che hai scritto. Riguardo la società, i segnali che mi arrivano sono incoraggianti. Poi il calcio cambia alla svelta, magari domani si richiude baracca un'altra volta. Ma non credo. Credo piuttosto che Severini stia lavorando per dare un seguito a quest'annata, che qualcuno considera un fallimento ma che invece, se gestita con occhio lungo e coraggio, può essere un'ottima base per ripartire.

PER FERRO (7)

E quindi? Se hanno comprato Crescenzo a 5 e lo rivendono a 20, dov'è il problema? Una società come l'Arezzo campa proprio così. Altri introiti non vedo da dove possano arrivare.

PER ALOEE (8)

Quest'anno non mi pare si sia vivacchiato. Il Deruta ha vivacchiato (giustamente). Penso che se si presentasse lo sceicco Mansour, o un Alì Babà qualsiasi, Severini gliela venderebbe in un giorno. Ma l'emiro ad Arezzo non viene...

PER AMIMODO (12)

Ti appoggio!!!!

Commento 12 - Inviato da: Andrea Avato, il 13/03/2012 alle 14:19

Foto Commenti

PER LIBANESE (13)

Io ho sempre sentito dire che l'obiettivo era vincere il campionato, non che si sarebbe stravinto di sicuro. Nemmeno Guardiola dice che vincerà a prescindere, figurati se si può dire noi d'Arezzo. Se Severini avesse iniziato la stagione facendo capire che sì, forse, ci proviamo, vediamo di fare benino, l'avremmo tutti crocifisso. Anzi, ALOEE avrebbe cominciato a luglio a dire che dovevano vendere prima di subito

Commento 13 - Inviato da: baicol, il 13/03/2012 alle 15:16

Foto Commenti

Il discorso di Crescenzo da 5 a 20 a me piace poco, mi ricorda tanto gli anni del nano, si fa cassa e si riparte sempre da zero. Se è limitato ad un pezzo o due con i quali ci fai i soldi per costruire una squadra più forte ci può anche stare altrimenti per vincere i migliori bisogna tenerli qua. A meno che non ci serva i soldi per sopravvivere, ma spero vivamente che non sia il nostro caso.

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 16:10

Foto Commenti

AVATO......ma te vuoi vincere o vivacchiare????

I PERDENTI vendono i crescenzo a 20 pagati 5. i vincento o li tengono o li vendono a 20 reinvestendo 40. MA LLA FINE BASTA ESSERE SINCERI!!!SE CI SONO LE POSSIBILITà BENE,SENNò SI DICE CHE SIAMO IN DIFFICOLTà E CHE SI VA AVANTI PER INERZIA ASPETTANDO DI VENDERE I VARI CISSè......che non sempre li trovi,vero....la volta che non hai più nessuno da valorizzare e rivendere scappi con la cassa come mancini......

Commento 15 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 16:14

Foto Commenti

ah, gli INTROITI???? quante società di serie D riscuotono come l'Arezzo per biglietti e abbonamenti???? sponsor???eventuale ritorno di immagine???

CHI INVESTE PRIMA TIRA FUORI I SOLDI,POI EVENTUALMENTE RISCUOTE......arrivare e dire : voglio 2000 abbonamenti per fare la squadra non è da imprenditore. è da furbino. se per fare un campionato di D servono i soldi della vendita dei giocatori è bene smettere. O ALMENO METTERE LE COSE IN CHIARO E DICHIARARE IN VENDITA LA SOCIETà.

Commento 16 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 16:20

Foto Commenti

AVATO: NON TI SCORDARE MAI CHE:    

-il fatto che non c'erano soldi s'è scoperto per caso a dicembre(prima della fondamentale gara col pontedera) CHIEDENDO LO SCONTO COME VOLGARI BOTTEGAI,

-che ce lo hanno confermato a febbraio (coi ritardati pagamenti) prima dell'inizio del clou del campionato......FINO AD ALLORA S'ERA RICCHI FELICI E VEGETI!!!!

 

-e ORGOGLIO AMARANTO???quando l'ha saputo che c'erano problemi economici???SCOMMETTO CHE L'HANNO LETTO NEI GIORNALI COME TUTTI

TUTTI ZITTI E TUTTO INSABBIATO!!! come a settembre quando Materazzi parlò di carenze in rosa.....subito zittito e mai più fatto parlare se non con interviste fatte imparare a memoria e talmente scontate da far ribrezzo.....e MENO MALE CHE NON C'ERA BISOGNO DI TUTOR!!!

 

NON SE FA COSì!!! LA SERIETà è UN'ALTRA COSA!!!

Commento 17 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 13/03/2012 alle 16:30

Foto Commenti

Scusate tanto ma possiamo dare a questa proprietà almeno tre anni prima di voler sempre insegnare come si fanno le cose???A Mancini è stato sempre stato rinfacciato(giustamente)l'incapacità di avere una programmazione ed ora si pretende che un gruppo di imprenditori in un solo anno fanno e disfanno come fossero gli Abramovich denoaltri......piano gente piano!

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 13/03/2012 alle 17:01

Foto Commenti

ARRETIUM: 

CON MANCINI avevi un bel settore giovanile(ora nisba) e hai lottato anche la A.(me vengono i brividi anche solo a ripensarci). programmazione o no era un "padre.padrone". Ci ha lasciato nella merdda dopo aver segnato forse  la pagina più bella della storia amaranto.

con loro lotti la c2,con gravi problemi economici, e la loro programmazione,ammesso che ci sia, ancora non è dato sapere qual è......SE POI NESSUNO CI VUOLE,SOLO LORO,ALLORA STO ZITTO. ACCONTENTIAMOCI.ma senza aspettarci nulla.

volevano riattaccare la gente alla squadra.......MENO MALE!!! quanti ghiozzi che dicevano:-preferisco vincere in D e fare i borda a castello che vivacchiare in c2!!!eppoi vincendo la D si ritrova l'entusiasmo.....CHE BRUSCO RISVEGLIO!!!ECCOCI QUI. a apettare che SAMPEI ci ripeschi. e sempre che si voglia essere ripescati,perchè anno scorso........

 

è LA SERIETà E LA SINCERITà. non si fa gli americani con gli spiccioli in tasca.....senza manco fallo sapere ai tuoi soci(anche se al 2%). non si fa gli sboroni e poi si chiede lo sconto ai giocatori....

Commento 19 - Inviato da: Cavalloamaranto, il 13/03/2012 alle 17:05

Foto Commenti

Ho appena letto l' intervista a Martucci, la colpa non e' dell'allenatore allora possiamo stare tranquilli meno male senno' stavo in pensiero!!!!!

Commento 20 - Inviato da: frick, il 13/03/2012 alle 17:09

Foto Commenti

Un uccellino  mi detto che domenica si giocherebbe a Città di Castello!

Cosa c'è di vero?

Commento 21 - Inviato da: aloee, il 13/03/2012 alle 17:45

Foto Commenti

Avatoooooo....per vivacchiare non intendevo quest'anno ma dal prossimo....se come è stato dimostrato si fa  fatica a mantenere una squadra seconda in "d" come si può pensare  di mantenerne una il prossimo anno da primato????  e come si poteva pensare di fare i professionisti riuscendo a fatica a fare i dilettanti?????? è questo che non mi torna!! poi se si vuol sempre vedere il bicchiere mezzo pieno ,cioè pigliare quel che viene viene , allora è inutile ogni discorso e tanto vale la domenica andare a sculacciar l'anguille!"!"

Commento 22 - Inviato da: Maudit, il 13/03/2012 alle 18:05

Foto Commenti

Nel sito del Treviso danno per ufficiale che Materazzi è il nuovo responsabile dell'area tecnica.

Commento 23 - Inviato da: Libanese , il 13/03/2012 alle 18:29

Foto Commenti

Avato   stravinto di sicuro no, ma da gennaio in poi    Martucci affermava  che l 'Arezzo  sarebbe arrivata prima  del Pontedera  di sicuro, e che questa squadra èra  fortissima anche cosi, quindi uno squadrone  , e non hanno  cercato  innesti ottimi  x colmare il distacco tra noi e i  pisani, 

Io la vedo come il Ferro in tutto e pertutto.

Uno dei pochi che ha le idee  chiare e l ha sempre scritte sin  da  Luglio in poi.

Commento 24 - Inviato da: bravoo, il 13/03/2012 alle 18:32

Foto Commenti

Come si rosica quando siamo abituati a vincere e si perde...questo e il calcio,succede anche alle grandi..nulla è finito e comunque sia ai fatto un campionato ai vertici...veniamo da un doppio fallimento...ma che volete la champion!!!!!!FORZA VECCHIO CUORE AMARANTO...WinkWink

Commento 25 - Inviato da: Andrea Avato, il 13/03/2012 alle 20:58

Foto Commenti

PER BAICOL (16)

Crescenzo l'ho preso a caso, era per rendere l'idea. Non possiamo nemmeno pensare che una società vada avanti con 100mila euro scarsi di sponsor, 100mila scarsi di cartellonistica e 100mila scarsi di botteghino. Vendere qualche giocatore per rifinanziarsi e mantenere competitiva la rosa: la via è quella. Poi un anno ne vendi uno, un anno due. Dipende. 

PER FERRO (17 e 18)

In parte ti ho risposto in anticipo. Ma poi non capisco: secondo te una società vende a 20 e rispende 40? Ma quanto dura? Tre anni e poi rifallisce. Che senso ha? Sulla società l'ho già detto tante volte il mio pensiero e non la vedo come te. Un volgare bottegaio era chi aspettava Arezzo-Juventus per vendere i biglietti da 50 euro in su. Poi per carità, una società ricca e solida, che può investire a prescindere e permettersi di non stare a fare i conti ogni due giorni, la vorremmo tutti. Ma non c'è. E il mondo in questo periodo non se la passa bene. Io comunque non ha mai visto né sentito Severini fare lo sborone. E sul settore giovanile di Mancini stendiamo un velo pietoso và: in dieci anni s'è tiratro fuori due giocatori!!!! In dieci anni, investendo un decimo dei soldi che ha buttato per giocatori e allenatori, si poteva fare un vivaio da sogno.

PER FRICK (24)

Mi sa che ormai si gioca a Trestina. Però l'ufficialità c'è domani.

PER ALOEE (25)

Io so che per l'anno prossimo stanno lavorando proprio in questo senso. Se poi Severini non vorrà più metterci 800mila euri, riporterà tutto al Fanfani. E si ricomincia il giro. Io ne ho il terrore.

PER LIBANESE (27)

Martucci ne era convinto, è vero. Ma non gli ho mai sentito dire "abbiamo uno squadrone". Ha difeso la squadra come dovrebbe fare qualsiasi dirigente. Poi aspettiamo. I giudizi definitivi si fanno alla fine, oggi magari sembra tutto più negativo di com'è veramente

 

 

Commento 26 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 14:32

Foto Commenti

AVATO:bastano i soldi di ranocchia per rifare un settore giovanile intero.....

E severini più volte ha ribadito di essere un imprenditore di non aver bisogno di nessuno e che se si era buttato in questo settore era perchè aveva la possibilità di farlo anche senza l'appoggio di imprenditori locali(se vuoi vado a ripescare in archivio la sua intervista). ha una miriade di soci,è arrivato pretendendo 2000 abbonati(manco si fosse in B)per fare la squadra. poi a DICEMBRE,in concomitanza con la partita più importante dell'anno....IL FULMINE A CIEL SERENO.......chiede lo sconto ai giocatori......perchè non ce la fa. quindi o ha fatto male i conti o si aspettava 3000 spettatori a partita,roba che la media in d è 500,e che semmai li potresti avere DOPO aver costruito una squadra veramente vincente. febbraio,in concomitanza con l'inizio del periodo più importante dell'anno.....ritarda gli stipendi. E SUL FATTO CHE TUTTO CIò ORGOGLIO AMARANTO L'HA APPRESO DAI GIORNALI CHE MI DICI??? è coerente,preciso e sincero anche lì????   BOH.....accetto il "meglio di niente" ma mai una glorificazione che spesso ha ricevuto da troppa gente.....

 

LIBANESE: grazie. qualcuno era sicuro che fossi l'unico matto a pensarla così. è sempre osceno dire"io l'avevo detto". ma alla fine 30 anni di stadio qualcosina mi hanno insegnato,nonostante troppe volte la ragione sia offuscata dall'affetto.....

Commento 27 - Inviato da: Andrea Avato, il 14/03/2012 alle 14:45

Foto Commenti

Ma Ranocchia, come ricorderai, lo prendemmo che era già un giocatore fatto perché il Perugia fallì. Uno dei più grandi errori di Mancini è stato quello di non aver mai investito sul vivaio e di aver buttato milioni e milioni su una prima squadra gestita a seconda dell'umore. Ma questa è storia vecchia, dai. Inutile ingarellarsi su questi temi.

 

Su tutto il resto te hai un'idea e io ne ho un'altra. Comunque i tagli vennero annunciati dopo la partita col Pontedera e sul ritardo dei pagamenti io mi dispiace ma non riesco a vederla come una colpa così grave. Io qualche arretrato ce l'ho, ho amici che fanno i geometri, gli avvocati, ce n'è uno che ha un'aziendina orafa e i soldi non girano o girano con difficoltà. I giocatori mi risulta siano in pari fino a dicembre (a stipendio pieno, perché i tagli scattano da gennaio). Non mi pare questa tragedia. 

Commento 28 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 17:08

Foto Commenti

IEHHHH!!! UN RITARDO NON è UN PROBLEMA. UNO SCONTO RICHIESTO A DICEMBRE NEMMENO.(gran tempismo comunque!!) 

ma bluffare e non rendere edotta la popolazione amaranto della situazione(oa in primis) è errore blu. FARE GLI AMERICANI CON GLI SPICCIOLI IN TASCA. e pontificare di continuo. questo me fa onco. difendere a spada tratta gli errori commessi e lamentarsi degli spettatori(roba da matti,il record del girone!!!) e della città......NON FARSI SENTIRE MAI QUANDO SERVE e mettere da parte figure che avrebbero potuto spiegare tante cose e riavvicinare gli sportivi(materazzi,neri,mangoni,etc) QUESTI GIOCANO AL MONOPOLI E FANNO I MILIARDARI CON LE PEZZE AL KULO......stragonfi e pieni di sè danno sempre la colpa al prossimo se sbagliano e esagerano i meriti se azzeccano qualcosa....valorizzano i giocatori laziali con abili mosse pubblicitarie (a sentire il mondo ci s'hanno degli under da serie A)volte,giustamente,a capitalizzare.....MA A NOI INTERSSAVA LA C2.....

SAREI CURIOSO SE CI PROPONESSERO IL RIPESCAGGIO CON 600.000 € DA PAGARE come poteva essere anno scorso(che comunque non ci fu proprosto).......

Commento 29 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 17:12

Foto Commenti

....e comunque non confondiamo un imprenditore con un libero professionista.....gli stipendi sono poca cosa,se mancano quelli con cosa lo compri il sostituto di speranza??? e ti tocca ciasca e il borgogni. e resti in D.....

Commento 30 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 14/03/2012 alle 17:48

Foto Commenti

Ferro probabilmente il campionato è andato ma tu parli di questa società come se avessimo fatto una stagione tipo Castel Rigone!!!Le palle girano a tutti per un altro anno di serie D e ti do una news potrebbe anche non essere l'ultimo maremma maiala però prendersela con una società che è qui da un anno ed ha fatto indubbiamente molte cose positive mi sembra ingiusto.....Sarà che io ho ancora negli occhi le "gestioni" societarie "Mancini" che sono un modo di fare calcio estremamente diffuso in Italia ma che è destinato a vivere di solo presente e lascia fallimenti sparsi per il futuro.....

Commento 31 - Inviato da: il ferro, il 14/03/2012 alle 18:47

Foto Commenti

chi si contenta(della serie d) gode...... I SOLDI NON CI SONO. NON C'ERANO QUEST'ANNO PER DARE UNA SVOLTA A DICEMBRE E AMMAZZARE IL CAMPIONATO. ANZI,HANNO CHIESTO LO SCONTO. come possono averli l'anno prossimo????almeno si sappia le cose come stanno e quali sono i programmi. quest'anno era la c2. è saltato. vedremo quello per l'anno prossimo.