Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Caterina, Sara, Marta e Sarah
NEWS

Crescenzo stavolta prende la traversa. L'Ungheria vince 3-2, azzurrini fuori dalla finale

La nazionale under 18 ha perso a Ciampino contro i pari età magiari che hanno così conquistato l'accesso alla finalissima di sabato mattina. Buona la prestazione del centrocampista amaranto, che ha centrato il legno su punizione propiziando il momentaneo 1-1. Domani ultimo match del torneo Roma Caput Mundi contro la Slovenia



Crescenzo in azione contro l'UngheriaDopo il 5-0 al debutto contro la Grecia, l'Italia under 18 è stata battuta oggi a Ciampino dai pari età dell'Ungheria. I magiari si sono imposti per 3-2 e hanno conquistato con un turno di anticipo l'accesso alla finalissima del torneo Roma Caput Mundi (in programma sabato mattina). Per gli azzurrini la gara di domani contro la Slovenia servirà soltanto per il piazzamento finale, anche se il Ct Magrini ha fatto buon viso a cattivo gioco: "Per una volta sono dispiaciuto per la sconfitta ma non sono arrabbiato con i ragazzi. Abbiamo perso contro un'ottima squadra, dotata fisicamente e ben attrezzata dal punto di vista tecnico. Non dimentichiamoci che in rosa con l'Ungheria ci sono diversi giocatori che militano in club professionistici, anche italiani. Non posso rimproverare nulla ai miei: hanno tenuto bene il campo, hanno fatto gol e costruito ottime geometrie. Sulle loro conclusioni si poteva fare poco: precise e velenose". Buona la prestazione di Crescenzo. Il centrocampista amaranto ha propiziato il gol del momentaneo 1-1 con una punizione respinta dalla traversa: sugli sviluppi dell'azione è poi giunto il gol di Tozzi. Questo il tabellino del match. 

 

UNGHERIA (4-4-2): Dombó, Pál, Tóth, Szécsi, Hajdu, Novothny (dal 8'st Pekar), Reznek (dal 8'st Erdélyi), Czegel, Holman (dal 11'st Kozma), Paku, Vecsei (dal 30'st Lang).

A disposizione: Banai, Batik, Poór.

Allenatore: Tuboly.
ITALIA (4-3-3): Bazzichetto (Sacilese), Calcagnotto (Istrana 1964), Poponcini (Baldaccio Bruni), Masiello (Pisticci) dal 1'st Calcagni (San Sisto), Goldaniga (Pizzighettone), Belfiore (Città di Marino), Gattoni (Sandonajesolo) dal 22'st Metta (Ostiamare), Gadda (Ravenna) dal 6'st Bonotto (Sacilese), Tozzi (Monterotondo Lupa) dal 8'st Albrizio (Terlizzi), Crescenzo (Atletico Arezzo), Taverna (Flaminia Civitacastellana) dal 6'st Trucolo (Palestrina).

A disposizione: Micheli (Monte S.G. Campano), Giorgini (Ravenna).

Allenatore: Magrini.
ARBITRO: Ruggiero di Roma 1 (Antonaglia - Spadi).
RETI: 6' pt Vecsei (U), 11' pt Tozzi (I), 39' pt Vecsei (U), 40' pt Taverna (I); 12'st Szecsi (U).
NOTE: ammoniti Crescenzo (I), Gadda (I), Holman (U) e Tóth (U).

 

scritto da: Andrea Avato, 14/03/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Giotto, il 15/03/2012 alle 14:29

Foto Commenti

Non ho visto la partita ovviamente. Ma una considerazione voglio farlo lo stesso.

Questa partita avrà un valore pari a zero, ma credo che i dirigenti del calcio si debbano porre un problema e cioè che in Ungheria ci sono ragazzi di 18 anni che giocano a calcio meglio dei nostri. Un caso? Forse, mica fare delle generalizzazioni frettolose. Ma l'ha detto anche Magrini: molti di questi giovani giocano in club italiani. E allora la conclusione è: stiamo allevando in Italia i giovani tutto il mondo per ritrovarceli contro nei campionati europei e mondiali e fare le figure del c..................?????????