Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Roberta a Porto Rotondo
NEWS

Le pagelle di Spoleto-Arezzo

Pecorari migliore in campo. Male Bozzoni e le due punte



Le pagelle di Spoleto-Arezzo.
BUCCHI 6 Il grosso del lavoro è rappresentato dai falli laterali di Schettino, che disinnesca con successo dopo fisiologico rodaggio. Sul tiro di Pero Nullo ci sarebbe potuto arrivare solo con le ali.
MACELLARI 6.5 Dopo il bell’esordio, si ripete con successo. Se Pero Nullo gira al largo e non combina granché per 66 minuti, il merito è soprattutto suo. Lotta quando c’è da lottare, gioca facile, prende l’iniziativa. Qualcosa sbaglia, ma sono quisquilie. Buona partita.
MENCARELLI 6.5 Uno dei più reattivi. E dei più intraprendenti quando c’è da rimontare lo svantaggio. A spazi intasati, porta palla e spinge come un treno. Su di lui il fallaccio di Manni, espulso giustamente.
CRESCENZO 5.5 Sufficiente la prima parte di gara, quando si sdoppia per affondare in avanti e assistere Macellari nelle chiusure su Pero Nullo. Alla distanza cala, sballottato dentro una partita in cui la palla rasoterra ha viaggiato pochissimo.
PUCCI 6 Piernera, più che la punta, fa il marcatore di Speranza. Gli basta tenere gli occhi aperti per cavarsela senza affanni. Sicuro con la palla tra i piedi, ma non è una novità.
PECORARI 7 Meno male che non era al top. Gioca un partitone, butta fuori dall’area palloni a iosa e davanti sfiora il gol tre volte, una delle quali con una girata volante di sinistro. Per la prima volta, l’Arezzo perde con lui in campo. Ma non è colpa sua.
BOZZONI 4.5 Non un tiro, non un assist, non una giocata delle sue. A disagio anche fisicamente, con Ionni, Cesari e Manni che lo randellano a turno. Da trequartista fa fatica (st 27’ Piscopo ng Troppo fioretto e poca sciabola. Nel finale arroventato serviva più impeto. E a lui magari serviva entrare un po’ prima).
MARINO 6 Ha giocato a ben altri livelli per andare in affanno a Spoleto, anche se la condizione atletica non è ancora quella ideale. Perde palla sull’azione del gol di Pero Nullo, ma quello era fallo (st 31’ Pozzebon ng Venti minuti in campo, meno di dieci di tempo effettivo. Ingiudicabile).
RASO 5 Tempesta e Ingiosi sono due cagnacci che gli mordono le caviglie. E Cesari, un altro spilungone, va a complicargli la vita sulle palle alte. Cicca un’occasione gol nel primo tempo. Poi quando esce Martinez, resta da solo in attacco. E si eclissa.
SPERANZA 5 Piernera lo segue a uomo ovunque, fors’anche dentro gli spogliatoi. Francobollato da vicino manco fosse Ibra, stenta a organizzare il gioco. Si innervosisce, prende un giallo e ne rischia un altro. Al 94esimo, dalla sua mattonella, manda alle stelle l’ultima punizione. Prosciugati sia lui che l’Arezzo.
MARTINEZ 4.5 Gioca menomato per il riacutizzarsi del malanno alla coscia. E infatti non la becca praticamente mai. Completamente assente, anche se giustificato (st 7’ Rubechini 6 Si vede che ha voglia. Corre tanto, si dà da fare, passa da sinistra a destra, prova il tiro da fuori. La resa però è inferiore all’impegno profuso).

scritto da: Andrea Avato, 16/10/2011





Spoleto-Arezzo 1-0, interviste in sala stampa