Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Nanci sulla neve con la papala amaranto
NEWS

Vessilli amaranto al ''Brianteo''. Gol di Luciani e doppietta di Cutolo, sbancata Monza (0-3)

Cuore, orgoglio e un pizzico di fortuna. L'Arezzo gioca una partita di grande carattere, soffre a sprazzi e si salva con l'aiuto della buona sorte in avvio di gara, quando D'Errico colpisce un doppio palo clamoroso. La squadra però è sempre in partita e a metà ripresa passa con il terzino. Poco dopo Borra respinge un rigore di Palazzo e nel finale il numero 10, al rientro dopo un mese, chiude il match



Pavanel a Monza conferma il 3-5-2 e reinserisce Sabatino nel terzetto di difesa, con Corradi quinto a sinistra. In attacco confermato Di Nardo insieme a Moscardelli. 4-4-2 per il Monza, che perde Cori durante il riscaldamento: l’ex amaranto viene rimpiazzato in extremis da Barzotti.

Dopo un minuto Varga sfiora l’incrocio sugli sviluppi di un corner. Ma è il Monza ad andare vicino al gol al 3’: D’Errico sfonda in mezzo al campo e dai venticinque metri lascia partire una staffilata che s’infrange prima sul palo di sinistra e poi su quello di destra, prima che Borra si ritrovi la palla tra le braccia. L’Arezzo comunque c’è: al 5’ Moscardelli calcia bene una punizione che sfila sul fondo non di molto. Sul ribaltamento di fronte Borra vola a respingere un tiro potente di Guidetti dal limite. La partita è vivace, Moscardelli per due volte cerca il destro al volo ma il colpo gli resta in canna.

Scollinati i primi venti minuti, i ritmi calano. Il Monza conferma di essere squadra organizzata e propositiva, l’Arezzo si difende senza rischiare granché. Il più incisivo è D’Errico, che parte largo a sinistra e poi si accentra, creando scompiglio. Suo un diagonale di poco fuori al minuto 37. La palla buona l’avrebbe Cenetti al 41’, ma sulla sponda di Moscardelli, il centrocampista calcia a lato di mezzo metro. Il tempo si chiude con un ficcante contropiede Foglia-Corradi-Foglia: il sinistro del mediano però è centrale e Liverani para.

 

La ripresa comincia con gli stessi ventidue in campo. Al 5’ Moscardelli, in uscita dal lato corto dell’area, viene tamponato da D’Errico. Per l’arbitro è tutto regolare, mentre il capitano si rialza dolorante un paio di minuti dopo. Gli amaranto rischiano al 60’, quando Negro incorna una palla proveniente dal corner e Borra la fa sua dopo una carambola insidiosa. Le squadre si affrontano senza troppi tatticismi e dall’altra parte, dopo un angolo conquistato da Di Nardo, Cenetti si ritrova a tu per tu con Liverani, anche se in posizione defilata: il suo diagonale è però impreciso. Peccato.

Arrivano i cambi. Nel Monza entra Palazzo per Barzotti, Pavanel dà spazio a Cutolo per Di Nardo e Muscat per Rinaldi, acciaccato. Neanche il tempo di dare uno sguardo ai nuovi entrati e l’Arezzo passa: Moscardelli premia l’inserimento di Luciani, che di testa scavalca Liverani ma colpisce il palo. La palla resta lì e torna a Luciani che, con il portiere a terra, stoppa e la sbatte dentro d’esterno.

Zaffaroni è costretto a rischiare. Dentro anche Cogliati, mentre Yebli rimpiazza Foglia infortunato. Proprio i due subentrati sono protagonisti dell’episodio chiave al 33’: l’attaccante biancorosso entra in area da sinistra e il francese allunga la gamba, mettendolo giù. De Santis assegna il rigore senza indugiare. Sul dischetto si presenta Palazzo che apre il piatto destro e Borra ci arriva. Poi sulla respinta Guidetti mette incredibilmente sopra la traversa.

Cutolo la chiude nel finale, dapprima orchestrando una ripartenza magistrale con Corradi: doppio scambio a metà campo, poi palla filtrante per il numero 10 che, al rientro dopo un mese d'assenza, si presenta davanti a Liverani e lo fredda con un sinistro micidiale dal basso verso l'alto. Poi, a recupero iniziato, il mancino se ne va a campo aperto su assist di De Feudis e scavalca Liverani con un tocco sotto di pregevole fattura. Gli amaranto vincono largo e si prendono tre punti vitali per il presente e soprattutto per il futuro.

 

Monza. Stadio ''Brianteo'', ore 16.30.

MONZA (4-4-2): 1 Liverani; 2 Carissoni, 13 Negro, 5 Riva, 24 Tentardini; 10 D'Errico (30' st 17 Cogliati), 8 Guidetti, 4 Galli (30' st 6 Palesi), 27 Giudici (47' st 7 Gasparri); 30 Barzotti (20' st 11 Palazzo), 20 Ponsat.

A disposizione: 22 Del Frate, 3 Origlio, 16 Trainotti, 19 Caverzasi, 23 Romanò.

Allenatore: Marco Zaffaroni.

AREZZO (3-5-2): 22 Borra; 5 Varga, 3 Rinaldi (24' st 13 Muscat), 4 Sabatino; 16 Luciani, 20 Cenetti, 18 De Feudis, 8 Foglia (32' st 6 Yebli), 7 Corradi; 9 Moscardelli, 19 Di Nardo (24' st 10 Cutolo).

A disposizione: 1 Ferrari, 2 Talarico, 11 Cellini, 14 Ferrario, 17 D'Ursi, 21 Benucci, 26 Franchetti, 27 Disanto.

Allenatore: Massimo Pavanel.

Indisponibili: 24 Gerardini.

ARBITRO: Daniele De Santis di Lecce (Gianluca D'Elia di Ozieri - Luca Testi di Livorno).

NOTE: spettatori presenti 700 circa. Ammoniti: st 3' Rinaldi, 37' Sabatino. Angoli: 5-2. Recupero tempi: 0' e 5'

RETI: st 25' Luciani, 42' e 46' Cutolo

 

scritto da: La Redazione, 22/10/2017





Monza-Arezzo 0-3
comments powered by Disqus