Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Pistoia, 14 giugno 1998 - foto ricordo per la promozione in C1
NEWS

L'Arezzo adesso ha il vento alle spalle. E il mercato può dare un'altra spinta a Pavanel

All'inizio bisognava ricomporre i cocci dopo un avvio di stagione complicatissimo, poi si è materializzata la necessità di blindare la squadra e tenerla al riparo dalle turbolenze societarie, adesso ci sarà da tenere gli occhi sul campo senza farsi distrarre dalle voci di possibili cessioni. L'allenatore ha lavorato in profondità con ottimi risultati. Se la campagna trasferimenti porterà in dote scelte azzeccate e condivise, la stagione potrebbe riservare belle sorprese



felicità amaranto dopo il colpaccio all'ArenaAll'inizio bisognava ricomporre i cocci dopo un avvio di stagione complicatissimo, poi si è materializzata la necessità di blindare la squadra e tenerla al riparo dalle turbolenze societarie, adesso ci sarà da tenere gli occhi sul campo senza farsi distrarre dalle voci di mercato che cominciano a circolare. 

Nelle ultime settimane il nome di Corradi è stato accostato al Piacenza, quello di Foglia al Padova e al Livorno, quello di Cenetti alla Viterbese. E teniamo Moscardelli fuori dall'elenco perché il capitano, a meno di ribaltoni clamorosi e imprevedibili, non è da considerare un cedibile. Anzi, avesse voglia di farsi il mazzo per un'altra stagione, sarebbe da prendere e mettere sotto contratto un'altra volta.

 

Cosa succederà il prossimo mese, è tutto da vedere. Di sicuro la nuova proprietà, una volta messa alle spalle l'onerosa scadenza amministrativa di sabato, dovrà imprimere il proprio marchio su una rosa che va puntellata. Il ds Franco Zavaglia ha detto che ''arriverà qualche calciatore d’esperienza che conosce bene questa categoria'', mentre il dt Di Iorio ha aggiunto che ''a centrocampo servono più giovani, mentre dietro occorre un centrale di sinistra''.

Ci saranno movimenti in uscita, com'è ovvio che sia, ma possiamo aspettarci pure innesti di un certo spessore. Niente rivoluzioni, però. Pavanel, al quale sono arrivati gli attestati di stima del presidente Matteoni, ha già fatto capire che l'organico non va rivoltato come un calzino bensì rinforzato nei punti giusti. La valutazione è sia tecnica che morale, visto il comportamento (e il rendimento) dei giocatori in questa tribolata stagione.

 

A proposito di Pavanel. L'allenatore sta raccogliendo i frutti di un lavoro in profondità accurato e lungimirante. La media punti si è alzata sensibilmente, il tabù Comunale è stato sfatato, in trasferta la squadra ha perso soltanto una volta (a Siena) e peraltro senza nemmeno meritarlo, ha vinto fuori con Alessandria, Monza e Pisa, pareggiato a Livorno, la qualità di manovra è migliorata (vedere il terzo gol all'Arena) e la difesa regge pure di fronte ad avversari tosti.

Non vi è dubbio che la presenza di Pavanel abbia avuto un effetto benefico anche per la piazza, che ha trovato un appiglio affidabile cui aggrapparsi. Se il mercato porterà in dote scelte azzeccate e condivise, la stagione potrebbe riservare belle sorprese.

 

scritto da: Andrea Avato, 13/12/2017





L'Arezzo dopo l'impresa dell'Arena Garibaldi

comments powered by Disqus