Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Nicoletta con Floro Flores
NEWS

Correre tanto, correre bene. Pavanel prepara una partita tutta cuore. Sarà ancora 3-5-2

Lulli out, Perisan e Della Giovanna acciaccati, Cenetti non ancora al top: l'allenatore deve fare fronte a qualche incognita per la formazione che affronterà l'Alessandria. In campo un Arezzo camaleontico che dovrà andare a pressare alto e abbassarsi a ridosso dell'area, a seconda dei momenti della partita. ''Ci servono agonismo, generosità ma anche idee di gioco''



Cutolo e Luciani in allenamento allo stadioLa penalizzazione, Lulli out altri dieci giorni, Della Giovanna e Perisan acciaccati, Cenetti non ancora al top, l'Alessandria che va come un treno: sono tanti i pensieri che si affollano nella mente di Massimo Pavanel, alla vigilia di una partita delicata ma non più di tutte le altre.

''E' così da quando sono arrivato - ha detto l'allenatore in conferenza stampa. Non vedo differenze tra il mio esordio contro la Lucchese e la gara di domani o quella che giocheremo a Pontedera tra una settimana. Bisogna lottare e stringere i denti, correre tanto, correre bene, sviluppare idee di gioco. Io resto fiducioso perché la squadra ha sempre fatto la partita e non ha mai steccato la prestazione. Poi il risultato dipende da tanti fattori''.

 

Il mister non snocciola la formazione ma dice che cercherà di cambiare il meno possibile: ''Non è più tempo di esperimenti, devo andare sulle certezze e scegliere i giocatori più motivati, più in condizione''. In porta, se Perisan non smaltisce la noia muscolare, andrà Ferrari, protagonista di una buona prova contro la Giana Erminio. Sabatino, considerando la rapidità del tridente avversario e con Della Giovanna affaticato, tornerà a fare il braccetto, mentre da quinto a sinistra dovrebbe toccare a Benucci, con Foglia, De Feudis e Yebli in mediana. Confermati Moscardelli e Cutolo davanti. Ma le cose, di qui a domani, potrebbero cambiare.

 

 

L'Arezzo sta preparando una partita camaleontica, in cui dovrà andare ad aggredire i grigi nella loro metà campo e poi anche abbassarsi a difendere a ridosso dell'area, puntando su ripartenze veloci. Impossibile pensare di giocare novanta minuti in pressione, col rischio di scoprirsi le spalle, oppure di starsene bassi davanti al portiere, lasciando il possesso integrale all'Alessandria.

 

La vittoria, la prima del 2018, manca tanto ed è inutile fare finta che non sia così. Le sconfitte contro Pistoiese e Piacenza bruciano perchè l'Arezzo avrebbe meritato di più, come avrebbe meritato di più a Lucca, dove perlomeno ha portato a casa un punto. ''Sapevamo che i tribunali ci avrebbero tolto punti, sappiamo che ce ne toglieranno ancora. Dobbiamo ragionare come se fossimo quart'ultimi, ma non credo che questo sarà un handicap psicologico per noi'' ha spiegato Pavanel, concentrato solo ed esclusivamente sulla sfida all'Alessandria.

Sulla scadenza del 16 febbraio, ormai dietro l'angolo e decisiva per il prosieguo della stagione, il tecnico ha risposto velocemente: ''Il presidente ha rasserenato noi e ha detto cose chiare alla stampa. Non abbiamo questo pensiero adesso, siamo concentrati sulla partita e stop''

 

scritto da: Andrea Avato, 10/02/2018





Pavanel, giorni di fuoco. ''Matteoni ci ha rasserenato''

comments powered by Disqus