SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Livorno / Padova / Lecce / Cosenza
PLAY-OFF - Finale
Siena13Cosenza
PLAY-OUT
Cuneo10Gavorrano
Gavorrano00Cuneo
IN SERIE D
Prato, Gavorrano / Santarcangelo / Akragas, Racing Fondi
MONDO AMARANTO
i dirigenti di Sant'Andrea in tribuna allo stadio
NEWS

Un palo e una traversa, l'Arezzo non passa. L'Alessandria fa il colpo al Comunale (0-2)

Un gol di Barlocco in mischia sblocca il punteggio a metà primo tempo. I grigi sfiorano più volte il raddoppio, poi Moscardelli viene fermato dal legno poco prima dell'intervallo. Nella ripresa Pavanel cambia modulo e la partita prende un'altra piega: incrocio dei pali di Cutolo, grandi parate di Vannucchi. Il pari sembra nell'aria ma Fischnaller in contropiede mette al sicuro il punteggio. Primo successo della storia per i piemontesi al Comunale



il destro di Moscardelli respinto dal palo a fine primo tempoDella Giovanna si aggiunge a Lulli tra gli indisponibili. Pavanel allora schiera Ferrario dal primo minuto al centro della difesa a tre, con Sabatino a sinistra. Davanti Moscardelli e Cutolo. 4-3-3 per Marcolini: nel tridente però non c'è Sestu ma Russini. Poltroncina vuota in tribuna vip: Marco Matteoni è a casa con l'influenza.

L’Arezzo comincia aspettando e il possesso è integralmente dei grigi, che al 7’ portano al tiro Russini su cross insidioso di Gatto: palla fuori. Pericolo al 10’: Giosa, il regista difensivo dei grigi, trova Russini in verticale che spedisce sul fondo il pallonetto. Ma si trovava in fuorigioco, anche se di poco. Scollinato il quarto d’ora, gli amaranto alzano un po’ il baricentro, anche se Vannucchi resta inoperoso. Il primo tiro, fuori bersaglio, lo scocca Cutolo al 21’.

L’Alessandria è micidiale sui piazzati. Perisan devia alla grande sopra la traversa un colpo di testa di Sciacca dopo punizione laterale di Gonzalez. Dalla bandierina nasce il gol: traiettoria bassa, palla che resta lì e Barlocco in diagonale la infila in rete grazie alla carambola con il palo.

Reazione amaranto al 33’: break di De Feudis che apre per Luciani, cross in area e Moscardelli s’inventa un tacco volante di classe, neutralizzato da Vannucchi. Sul ribaltamento di fronte, Gonzalez svicola dietro le spalle di Sabatino e Perisan ci mette le mani per rintuzzarne il destro in corsa. Arezzo fortunato al 40’: Nicco centra il palo di sinistro dopo l’uno-due con Russini, che pochi secondi più tardi fallisce il raddoppio, incornando debolmente tra le braccia di Perisan dopo assist al bacio di Gonzalez. La partite vive di strappi: a un minuto dal 45’, Foglia s’infila sulla trequarti grigia e lascia il tiro a Moscardelli. Il rasoterra del capitano si stampa sul legno a portiere battuto. Poi Dionisi fischia la fine.

Pavanel muove le pedine nell’intervallo: escono Ferrario e Yebli, entrano Talarico e Di Nardo. L’Arezzo passa al 4-4-2 e i frutti si vedono subito: Vannucchi fa un mezzo miracolo sul rasoterra di Di Nardo e poi Cutolo stampa un sinistro sull’incrocio dei pali. Ma davanti i grigi sono sempre minacciosi: al 6’ Russini non inquadra lo specchio da pochi metri, dopo sponda di Chinellato. Cutolo, passato sull’out di destra, stringe dentro l’area e col piede sbagliato costringe Vannucchi a un altro intervento affannoso. Siamo al 12’ ed è tutta un’altra partita.

Marcolini rimpiazza Chinellato con il velocista Fischnaller, poi Di Nardo calcia in bocca a Vannucchi sulla sponda di Moscardelli. Al 19’ ancora Cutolo in bella mostra: dribbling secco su Celjak e colpo di testa troppo centrale di Talarico. Quando sembrava nell’aria il pareggio, arriva il raddoppio ospite: contropiede di Gonzalez a campo aperto e tocco facile facile di Fischnaller a pochi passi dalla porta.

E’ il gol che chiude il match, nonostante l’Arezzo continui a spingere con generosità. Fischnaller colpisce il quinto legno di giornata al 41’ sulla ripartenza innescata da Sestu. Poi Dionisi manda tutti negli spogliatoi. Per l'Alessandria è la settima vittoria nelle ultime otto giornate, la prima della storia al Comunale. Gli amaranto invece masticano amaro per l'ennesima volta.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 14.30.

AREZZO (3-5-2): 22 Perisan; 13 Muscat (35' st 11 Cellini), 14 Ferrario (1' st 2 Talarico) 5 Varga; 16 Luciani, 6 Yebli (1' st 19 Di Nardo), 18 De Feudis (35' st 20 Cenetti), 8 Foglia, 4 Sabatino; 9 Moscardelli, 10 Cutolo.

A disposizione: 1 Ferrari, 3 Mazzarani, 21 Benucci, 23 Criscuolo, 26 Franchetti, 29 Campagna, 30 Semprini, 32 Regolanti.

Allenatore: Massimo Pavanel.

Indisponibili: 7 Lulli, 25 Della Giovanna.

ALESSANDRIA (4-3-3): 1 Vannucchi; 2 Celjak, 6 Sciacca, 14 Giosa,  33 Barlocco; 26 Gatto, 24 Gazzi, 8 Nicco; 18 Gonzalez, 23 Chinellato (14' st 11 Fischnaller), 20 Russini (20' st 7 Sestu).

A disposizione: 12 Pop, 3 Lovric, 5 Ranieri, 16 Fissore, 22 Ragni, 30 Blanchard, 31 Kadi.

Allenatore: Michele Marcolini.

ARBITRO: Federico Dionisi de L'Aquila (Antonio Spensieri di Genova - Alex Cavallina di Parma).

NOTE: spettatori presenti 1.500 circa. Ammoniti: pt 37' Luciani; st 43' Varga. Angoli: 12-6. Recupero tempi: 0' e 3'

RETI: pt 27' Barlocco; st 30' Fischnaller

 

scritto da: Andrea Avato, 11/02/2018





Arezzo-Alessandria 0-2, intervista a Michele Marcolini

Arezzo-Alessandria 0-2
comments powered by Disqus