Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Francesca, Matteo, Fabio e Sara alle Mauritius
NEWS

I mali della Lega Pro, i casi Arezzo e Vicenza. Tavola rotonda con Gravina e i curatori

L'ordine dei commercialisti ha organizzato un convegno dal titolo: ''Le novità legislative 2018 per lo sport italiano''. Vi prenderanno parte De Bortoli, commissario del club veneto, oltre a Francario e Ioffredi. Annunciata la presenza del presidente della Lega Pro e del sindaco Ghinelli. La proposta di Orgoglio Amaranto: ''Obbligo di un trust di tifosi all'interno delle società''. Appuntamento per domani alle 15 all'hotel Minerva



Presentata ieri mattina presso la sede dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Arezzo l'iniziativa dal titolo: “Le novità legislative 2018 per lo sport italiano”. L'evento è in programma domani, venerdì 20 aprile, all'Hotel Minerva, a partire dalle ore 15.

Dopo una relazione sulla riforma delle società sportive, alle 18 si svolgerà una tavola rotonda nella quale verranno affrontate e discusse le prospettive per la riforma della Lega Pro e le problematiche operative dell'esercizio provvisorio. Ai lavori interverranno tra gli altri il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e i curatori dell'Us Arezzo e del Vicenza calcio.

 

“Si tratta di un'iniziativa della quale andiamo molto orgogliosi – ha detto il presidente della Fondazione dei Dottori Commercialisti, Gino Faralli. Tratteremo una tematica quanto mai attuale nella realtà aretina e credo che questo confermi la vicinanza e l'attenzione dei commercialisti e della Fondazione al territorio come abbiamo già dimostrato con altri eventi e come svilupperemo per tutto il 2018 con progetti molto interessanti che sono in cantiere. La prima parte vedrà la relazione dell'avvocato Guido Martinelli, uno dei massimi esperti sulla legislazione sportiva così anche da permettere l'adempimento per i colleghi dell'obbligo della formazione continua”.

 

Alla tavola rotonda prenderà parte anche il presidente dell'Ordine, Giovanni Grazzini: “La vicenda sportiva dell'Arezzo assomiglia alla maratona di Dorando Pietri alle Olimpiadi di Londra. Il nostro obiettivo è stato quello di pensare ad un momento di riflessione su quelli che sono i mali di questa Lega Pro e capire contestualmente le difficoltà operative che incontrano i curatori nell'unico strumento che gli è dato per mantenere il titolo sportivo e passarlo di mano in caso di fallimento. Dal 2011 ci sono oltre 50 società fallite o non iscritte e sono stati inferti 280 punti di penalizzazione. Nel corso della tavola rotonda vorremmo sviluppare alcune proposte per uscire da questa palude e cercheremo di rispondere all'interrogativo se si debba ancora parlare di società commerciali o invece di mecenatismo”.

 

Al convegno sarà presente anche Orgoglio Amaranto con un corner per raccogliere fondi attraverso donazioni e vendita di gadget. “Sarà possibile per chi lo vorrà anche sottoscrivere la tessera del comitato – spiega il vice presidente Roberto Cucciniello. Colgo l'occasione per ringraziare l'Ordine, del quale peraltro faccio parte, e la Fondazione per questa iniziativa che tratta una tematica quanto mai attuale. Il sistema così com'è in Lega Pro non funziona. E' necessario apportare dei correttivi. Basterebbe, ad esempio, inserire a livello statutario delle società la presenza obbligatoria di un trust per la partecipazione in rappresentanza della tifoseria anziché una fideiussione che come stiamo vedendo nel caso dell'Arezzo, è praticamente inutile”.

 

La giornata avrà anche un aspetto sociale perchè vedrà la presenza del Calcit al quale sarà possibile effettuare donazioni. “Credo che un'iniziativa del genere debba essere occasione per riflettere anche sull'importanza sociale che ha la squadra di calcio per la città – puntualizza il presidente Giancarlo Sassoli. A mia memoria è la prima volta che un sindaco si muove e si impegna in prima persona e questo è un segnale preciso. Bisogna interrogarci e capire cosa c'è intorno al calcio. Lo sport ha funzione sociale fondamentale per i giovani e non va disperso”.

 

scritto da: La Redazione, 19/04/2018





Convegno con i curatori di Arezzo e Vicenza

comments powered by Disqus