Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Nicolò, Matteo, Marco, Niko, Giulio e Niko sulle Dolomiti
NEWS

Si decide tutto negli ultimi 180 minuti. Piacenza arbitro della B. La forbice dei play-out

Livorno e Siena si contendono la promozione ed entrambe dovranno affrontare gli emiliani. Una tra Alessandria e Viterbese vincerà la Coppa Italia, il che allargherà la griglia play-off fino all'undicesima classificata. Il Pisa ha blindato il terzo posto. In coda rischia il Prato, adesso a -7 dalla quart'ultima: se il distacco dovesse salire sopra gli 8 punti, scenderebbe in serie D senza spareggi. La graduatoria finale dipenderà anche dalle sentenze dei tribunali per Arezzo, Gavorrano e Pro Piacenza



Si decide tutto negli ultimi 180 minuti. Il campionato deve ancora designare la squadra che andrà in serie B, la griglia dei play-out e la composizione dei play-off, allargati fino all'undicesima classificata perché domani una tra Alessandria e Viterbese vincerà la Coppa Italia e si qualificherà direttamente agli spareggi promozione (all'andata al ''Rocchi'' vittoria dei grigi per 1-0).

Quest'ultimo non è dettaglio di poco conto, visto che tiene in ballo (anche se è un po' paradosso) perfino l'Arzachena, che in realtà non ha matematicamente raggiunto la salvezza. Stranezze di un regolamento bizzarro.

Il posto per la serie B se lo contendono Livorno e Siena, con i labronici in vantaggio negli scontri diretti e quindi virtualmente a +3. Arbitro della contesa sarà il Piacenza, che sabato gioca al ''Franchi'' e la settimana dopo riceverà la capolista. Franzini ha promesso battaglia a entrambe e non potrà che essere così.

Il Pisa (che il 5 maggio riposa) è terzo senza se e senza ma. Non può essere raggiunto dalla Carrarese né può sperare, con soli 90 minuti a disposizione, di agguantare il Siena (anche se l'aritmetica gli dà una teorica possibilità).

In coda ci sono sei squadre coinvolte per evitare la retrocessione. I play-out li giocano le ultime quattro, a meno che il distacco tra ultima e quartultima sia superiore a 8 punti. In tal caso l'ultima va in serie D direttamente. Il distacco tra penultima e terzultima ormai non può raggiungere la forbice fatidica e quindi almeno un play-out verrà disputato.

 

 

Il Prato è quella che rischia di più visto che adesso è a -7 dal Gavorrano. Dentro la bagarre anche Arezzo, Cuneo e Pro Piacenza. All'Arzachena, che sabato ha lo scontro diretto al ''Garilli'' ma che il 5 maggio ospita la Giana Erminio, basta un punticino visto è in vantaggio negli scontri diretti con il Gavorrano.

L'incognita maggiore, alla fine, sono le sentenze dei tribunali. L'Arezzo, penalizzato di 15 punti, ha due ricorsi pendenti in appello (primo dibattimento fissato per giovedì, sentenza la settimanma sucecssiva), mentre Gavorrano e Pro Piacenza sono deferite e andranno al processo di primo grado venerdì (anche qua, sentenza la settimana successiva).

La classifica del 5 maggio potrebbe essere soltanto parziale.

 

LA 37A GIORNATA

Arezzo-Pisa

Cuneo-Monza

Giana Erminio-Gavorrano

Livorno-Carrarese

Olbia-Viterbese

Pistoiese-Alessandria

Pontedera-Prato

ProPiacenza-Arzachena

Siena-Piacenza

Riposa: Lucchese

 

LA 38A GIORNATA

Alessandria-Cuneo

Arzachena-Giana Erminio

Carrarese-Arezzo

Gavorrano-Pistoiese

Lucchese-ProPiacenza

Monza-Olbia

Piacenza-Livorno

Prato-Siena

Viterbese-Pontedera

Riposa: Pisa

 

scritto da: Andrea Avato, 24/04/2018





comments powered by Disqus