Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 34a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo31Flaminia
Foligno21Unipomezia
Gavorrano71Trestina
Montespaccato11Rieti
Poggibonsi22Cascina
Pro Livorno04Pianese
San Donato10Cannara
Sangiovannese20Badesse
Tiferno22Scandicci
MONDO AMARANTO
Filippo degli Arezzo Ovunque
NEWS

Un party per guardare lontano. La Cava ospita brindisi e progetti di lavoro per l'Arezzo

Il presidente ha organizzato un ricevimento presso la proprietà di famiglia alle porte di Perugia: dirigenti, dipendenti, sponsor, amministrazione comunale, stampa sono stati ricevuti presso il fascinoso palazzo della Ginestrella, dove Maura La Cava cura un roseto con specie molto rare. Tra un cocktail e un pasticcino, sono salite le quotazioni di Alvini per la panchina, con Zaffaroni e Zauli nomi nuovi. Menchino Neri potrebbe entrare nell'organigramma, Gems e Joma possibili sponsor tecnici. Divertente siparietto tra l'ex presidente Bovini e il dg Pieroni



La Cava e Anselmi durante il party alla GinestrellaUn brindisi allo scampato pericolo e a quel che di buono sarà. Giorgio La Cava aveva quest'idea in mente da un po' e alla fine l'ha messa in atto, organizzando un party presso la proprietà di famiglia alle porte di Perugia.

Ieri pomeriggio il presidente ha indossato i panni dell'anfitrione, mostrando agli ospiti il fascinoso palazzo della Ginestrella, il giardino selvaggio e il roseto curato dalla sorella Maura con specie molto rare. 

Uno scorcio suggestivo in località Civitella d'Arna, un vecchio monastero diventato fortezza e poi residenza cardinalizia, tant'è che all'interno c'è una cappella ottagonale di ispirazione barocca. Tutt'intorno prati curatissimi, aiuole e fiori, oltre a una piscina, un campo da tennis e un ex campo da calcio, dove La Cava giocava da ragazzino, ora trasformato in un tappeto di rose.

L'elenco degli invitati era lunghissimo: i dirigenti del nuovo Arezzo, i dipendenti, il Museo Amaranto, gli sponsor, l'amministrazione comunale, la stampa, tutti quelli che in un modo o nell'altro hanno dato un aiuto per superare lo stato di crisi e proiettare la società verso il futuro. Un nutrito gruppo di persone che si è aggiunto agli ospiti di Maura La Cava per un appuntamento tradizionale alla Ginestrella e che ogni anno festeggia la fioritura delle rose.

Dalla poesia ispirata dall'atmosfera bucolica alla prosa dell'attualità calcistica, il passo è stato brevissimo. Ma i due direttori, Pieroni e Testini, non hanno lasciato trapelare nulla, confermando soltanto che il nuovo allenatore arriverà a fine settimana.

 

il ds Testini a colloquio con Menchino NeriE a quanto si è capito, le quotazioni di Massimiliano Alvini sarebbero in rialzo, anche se il tecnico ha ancora un anno di contratto con l'Albinoleffe. Tra i nomi nuovi, sono spuntati quelli di Marco Zaffaroni (verso la conferma a Monza) e Lamberto Zauli (adesso alla Primavera dell'Empoli).

Tra un cocktail e un pasticcino, sono arrivati i sindaci Ghinelli e Agnelli, entrambi parti in causa per la questione delle strutture che riguarda lo stadio, l'antistadio, Le Caselle e anche La Nave.

Sorridente e di buon umore il vicepresidente Massimo Anselmi, il quale sta lavorando per allargare la base societaria con l'ingresso di altri imprenditori locali. Due le opzioni sul tavolo: acquisizione di quote sociali o sponsorizzazione esterna. Le premesse sembrerebbero buone sotto molti aspetti, anche per riportare una bandiera come Menchino Neri dentro l'organigramma.

Fra i presenti anche i rappresentanti della Gems, azienda italiana di abbigliamento sportivo che potrebbe diventare il nuovo sponsor tecnico. Contatti in questo senso ci sarebbero anche con la spagnola Joma.

A un certo punto, accanto a La Cava, si è palesato Giovanni Bovini, perugino di Bosco e amico di vecchia data del presidente. Alla guida dell'Arezzo dal 1998 al 2000, rilevò la società da Francesco Graziani e la cedette a Piero Mancini pochi mesi dopo i play-off per la B persi contro l'Ancona di Ermanno Pieroni.

Divertente il siparietto andato in scena con l'attuale direttore generale, al quale Bovini ha detto: ''Avevate una bella squadra, ma quella semifinale ve la fece vincere l'arbitro''. Pieroni ha abbozzato e ci ha riso su.

Un pomeriggio piacevole che Giorgio La Cava si è gustato fino in fondo. E anche se dei giardini non si occupa lui direttamente, avrà già capito che il calcio è molto simile a un roseto: pieno di spine, ma dal profumo inebriante.

 

scritto da: Andrea Avato, 30/05/2018





La Ginestrella - Pieroni stringe per l'allenatore

Party amaranto al palazzo della Ginestrella
comments powered by Disqus