Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
saggezza popolare
NEWS

Menchino, emozioni e ricordi. Il capitano al Museo con il pallone più bello della storia

Il tifoso amaranto Paolo Rondoni ha consegnato al capitano il Tango Bilbao che il 9 giugno 1985 finì in rete dopo il rigore sbagliato e la rovesciata dei sogni. Poteva passare alla storia come il simbolo di una retrocessione, mentre adesso è conservato in una sala espositiva come una reliquia



Menchino Neri, il pallone della rovesciata e Paolo RondoniIl Museo ha riunito Menchino Neri e il pallone che finì alle spalle del portiere Ciappi il 9 giugno 1985. Il capitano dell'Arezzo ha potuto toccare di nuovo un oggetto che, nonostante siano passati trentatre anni, non ha perso il suo fascino. Anzi, adesso è diventato un cimelio a tutti gli effetti.

E dire che per un minuto e mezzo, Neri e tutto lo stadio lo maledissero quel Tango Bilbao, calciato debolmente dal dischetto del rigore e respinto da Ciappi. Poteva passare alla storia come il simbolo di una retrocessione, mentre adesso è conservato in una sala espositiva come una reliquia.

 

 

Stranezze e bellezze del calcio, che in Arezzo-Campobasso regalò agli spettatori una pagina memorabile, come neanche il più fantasioso dei registi avrebbe potuto scrivere e mettere in scena. La partita decisiva, l'uomo simbolo, la sud alle spalle, la disperazione, la gioia: tutto in novanta secondi.

Sono brividi che deve aver provato anche Paolo Rondoni, il tifoso amaranto che raccolse il pallone scagliato in curva da Tovalieri dopo il gol in rovesciata di Menchino. Ieri la cerimonia ufficiale di consegna al Museo, tra sorrisi, abbracci e un'emozione grossa così.

 

scritto da: La Redazione, 01/06/2018





La rovesciata dei sogni di Menchino Neri

comments powered by Disqus