Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Pera, Chiodo, Franz, Papero in trasferta a Foligno
NEWS

#SostieniIlMuseo. I tifosi contribuiscono per sistemare i locali. E oggi è San Menchino

Nove giugno, la rovesciata dei sogni compie 33 anni. Il pallone che Neri infilò all'incrocio dei pali, dopo essersi fatto prarare un rigore da Ciappi in Arezzo-Campobasso, è esposto in una delle sale del Museo Amaranto. Gli ambienti però hanno bisogno di essere ristrutturati e l'aiuto degli sportivi sarà molto prezioso. Ecco come effettuare i versamenti



Oggi, 9 giugno, è il giorno di San Menchino, il giorno della rovesciata dei sogni. Il capolavoro di Neri compie 33 anni: moltissimi per chi visse in prima persona quel pomeriggio da film ma pochi per chi di anni da raccontare ne ha quasi cento.

E' il caso del Museo Amaranto, che dopo un lungo e tortuoso percorso amministrativo, ha finalmente preso possesso dei locali all'interno dello stadio che verranno adibiti a sale espositive.

Dal 1923, anno di fondazione del calcio ad Arezzo, a oggi è passato poco meno di un secolo e già si potrebbe iniziare a preparare con i dovuti crismi il centenario.

Una cosa per volta, comunque: il Museo ha inaugurato la sede nei giorni scorsi con una cerimonia provvisoria ma che ha richiamato moltissimi tifosi.

C'è curiosità e interesse intorno al progetto, che oltre a maglie d'epoca, fotografie, video, documenti cartacei, trofei e oggettistica varia, adesso può contare anche sul pallone di Arezzo-Campobasso 1-0, quello che Menchino spedì all'incrocio dei pali dopo essersi fatto parare un rigore da Ciappi. Questo grazie alla donazione del tifoso Paolo Rondoni.

 

 

L'appoggio e il sostegno della dirigenza al Museo è fuori discussione, tant'è che tra i più entusiasti il giorno dell'apertura c'erano proprio il presidente La Cava e il vice presidente Anselmi.

Però il progetto va alimentato e finanziato, senza contare che gli ambienti allo stadio hanno bisogno di una ristrutturazione, e quindi è stata lanciata una sorta di iniziativa popolare per dare un contributo con l'hashtag #SostieniIlMuseo.

Sulla pagina Facebook dell'associazione, si legge: ''Il Museo Amaranto ora ha una casa, ma questa casa ha bisogno di essere sistemata in maniera ottimale; ci sono tanti lavori da fare. Per questo chiediamo a chi può e vuole darci una mano, un contributo. Grazie di cuore a tutti coloro che lo hanno già fatto e a chi lo farà''.

 

IBAN PER I VERSAMENTI - IT 65 M 031114115000000093191

 

scritto da: Andrea Avato, 09/06/2018





Amaranto story - La rovesciata dei sogni

Inaugurazione speciale Museo Amaranto
comments powered by Disqus