Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Filippo e Federico, tuffi in Sardegna
NEWS

Illeciti amministrativi, il Foggia non retrocede ma parte da -15. La Lucchese al via con -4

Sentenza del tribunale federale: il club pugliese salva la serie B grazie all'assoluzione del suo presidente Fares, ma dovrà iniziare il prossimo campionato con una pesante penalizzazione. La procura aveva contestato una lunga serie di irregolarità ai tempi della Lega Pro. Cesena verso il fallimento, Bari in crisi. E in serie C c'è un lungo elenco di società che traballano: Cuneo, Pro Piacenza, Mestre e Reggiana sul filo del rasoio



La mazzata per il Foggia è arrivata, ma la serie B è salva anche se con una zavorra di 15 punti nella prossima stagione. E’ l’esito del primo grado del processo sportivo che vedeva sotto accusa il club rossonero per gli illeciti amministrativi delle stagioni trascorse in Lega Pro (2015-2016 e 2016-2017) prima della promozione in serie B.

La prima sezione disciplinare del tribunale federale ha sposato l’impianto accusatorio formulato dalla procura federale al momento dei deferimenti, ma non è arrivata al punto di condividere la richiesta di retrocessione della società pugliese.

Quindici punti di penalizzazione e niente serie C, dunque, soprattutto per il proscioglimento di Lucio Fares, il presidente e responsabile legale nelle stagioni contestate, per il quale non si è raggiunto un grado sufficiente per poter stabilire la prova piena nella questione della “riconducibilità” della sua posizione ai fatti contestati. 

Nessun cambio quindi per il prossimo campionato a meno che l’Entella, parte terza presente nel dibattimento come possibile ripescata in caso di esclusione del Foggia, possa tornare alla carica affermando le proprie ragioni in sede di appello. Appello che formulerà anche il club condannato, che nel frattempo ha scelto la nuova guida tecnica in questi giorni con l’arrivo di Gianluca Grassadonia

In serie B non stanno bene nemmeno Bari e Cesena: il club pugliese partirà con la penalizzazione, quello romagnolo è a un passo dal fallimento e dalla retrocessione nei dilettanti. 

Della serie C abbiamo già parlato nei giorni scorsi: molte società sono in cerca di acquirenti perché i rispettivi presidenti hanno annunciato un progressivo disimpegno. E' il caso di Matera, Trapani, Siracusa, Juve Stabia. Le vespe, come Cuneo e Pro Piacenza, non hanno ancora depositato la fideiussione, Mestre e Reggiana rischiano pesanti penalizzazioni. 

La Lucchese, che a febbraio faceva le pulci all'Arezzo, ha cambiato proprietà ma l'anno prossimo partirà da -4 per non aver saldato stipendi e contributi entro i termini. Come al solito, prima o poi la ruota gira per tutti.

 

scritto da: La Redazione, 02/07/2018





comments powered by Disqus