Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
il Ghigo agli allenamenti della squadra
NEWS

La riunione di OA finisce con una brutta sorpresa. Danni ad alcune vetture parcheggiate

Un topo d’auto ha tentato di forzare tre macchine in sosta nel piazzale, comprese quelle del presidente Borselli e del membro del cda Cucciniello. E’ successo tra le 20 e le 22.30, fascia oraria in cui la zona è molto frequentata. Lo scassinatore non è riuscito ad arraffare nulla ma le automobili hanno riportato danneggiamenti alla carrozzeria



Si è chiusa con un'amara sorpresa la riunione di Orgoglio Amaranto. Ieri sera allo stadio, dopo una pizza e una birra per dibattere di Arezzo, si è registrato un brutto episodio per alcuni membri del consiglio direttivo.

Un topo d’auto ha tentato di forzare alcune vetture in sosta nel piazzale. E’ successo tra le 20 e le 22.30, fascia oraria in cui la zona è molto frequentata dai clienti del ristorante che si trova all’interno del Comunale, ma anche da quelli dei campi da calcetto del Club Occhi Verdi e della piscina.

Eppure lo scassinatore, approfittando della semioscurità, ha provato ad aprire le portiere con un grimaldello, in cerca di oggetti di valore o denaro all’interno dell’abitacolo. Gli è andata male perché non è riuscito ad arraffare nulla, ma almeno tre auto hanno riportato danni alla carrozzeria.

Il presidente del comitato, Duccio Borselli, ha postato su Facebook la foto della portiera manomessa della sua automobile, che peraltro era aperta perché “dentro non c’è nulla di valore, soltanto fogli e appunti di lavoro”.

Stessa sorte per la vettura di Roberto Cucciniello, membro del consiglio d’amministrazione dell’Arezzo: rottura della maniglia di apertura con evidenti rigature sullo sportello.

C’è il rischio che il ladruncolo abbia tentato di ripulire altre macchine, visto che il parcheggio era affollato. Non è il primo episodio del genere, anche se la presenza delle telecamere lungo viale Gramsci dovrebbe servire come deterrente. Ma più degli occhi elettronici, poté la goffaggine.

 

scritto da: Andrea Avato, 25/07/2018





comments powered by Disqus