Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugiadom15Feralpi Salò
Sambdom15Padova
Sud Tiroldom15Vis Pesaro
Carpidom17.30Ravenna
Modenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
i geometri di Arezzo campioni d'Italia
NEWS

Risultati positivi, tanto cuore, calcio manovrato, gli applausi dei tifosi. E' un Arezzo che spopola

Senza capitan Cutolo, senza due squalificati, la squadra ha tirato fuori un primo tempo splendido, allungando la striscia positiva a cinque giornate. Adesso, dopo il Brunori show, nessuno rimpiange più la mancanza di un altro attaccante e la rosa che sembrava troppo eterogenea per essere amalgamata in un'estate, si sta rivelando una miniera d'oro. Difatti Dal Canto, anche quando pesca dalla panchina, trova sempre risposte convincenti. E in campo il gioco arioso sta facendo breccia tra gli sportivi. Intanto Basit ha prolungato fino al 2020



1. Il miglior primo tempo della stagione arriva senza il capitano, che è anche il giocatore di maggior classe ed esperienza, e senza due titolari squalificati. Le alchimie del calcio sono imprevedibili ma il bel gioco di ieri sera non è frutto del caso e, soprattutto, l'avremmo visto anche con Cutolo (in bocca al lupo Nello!). La squadra ormai ha una sua identità e, se gioca con la concentrazione giusta, palleggia con una padronanza che in questa categoria si vede di rado. Due gol gioiello, due pali, tante occasioni, 45 minuti di fraseggio rapido e ficcante, sporcati solo un po' da un secondo tempo più mollaccione (ma ci stava). Sono passate cinque giornate, l'Arezzo è imbattuto e secondo in classifica da solo. Quest'inizio settimana ha proprio un buon sapore.

2. A portare bene sarà stata la presenza di una vagonata di ex in tribuna: Federico Nofri, Luca Grilli, Fabio Bazzani, Michele Tardioli, Mario Somma. Gli influssi positivi dell'amarcord sono arrivati fin dentro al campo. Ma forse questa è solo suggestione. 

3. ''Il merito è del mister che ci insegna tante cose, durante la settimana giochiamo a calcio e non giochiamo a pallonate'' (cit Davide Buglio).

4. Tornando al punto 1. Brunori ha tirato fuori dal cilindro la sua prestazione più convincente nella partita in cui ha giocato con un altro attaccante di ruolo a fianco. Forse è un caso, forse no: Dal Canto è lì apposta e tirerà le somme. Grilli, che il 9 lo conosce bene, in tribuna aveva detto due cose prima dell'inizio: Brunori è una seconda punta. Brunori è forte.

5. Come per magia, i rimpianti e i dubbi amletici sulla mancanza di un altro attaccante in rosa, si stanno dissolvendo. Il calcio è umorale e va a rimorchio delle situazioni, trascinandosi dietro analisi e punti di vista. Però se Zini dilata quel che ha esibito ieri negli ultimi sette minuti, allora siamo a posto.

 

 

6. Fateci caso: Belloni a Lucca, Borghini a Pisa, Persano con l'Arzachena, Zappella a Siena, Salifu con il Pontedera. Dal Canto pesca dalla panca e trova tutta gente pronta, reattiva, che va nella mischia e fa il suo. Il segnale è molto incoraggiante. In allenamento questi ragazzi lavorano e non cincischiano.

7. ''Il mister chiede agli attaccanti di essere i primi difensori. Noi facciamo quello che dice lui e i risultati ci stanno premiando'' (cit Matteo Brunori).

8. L'Arezzo dei ''cinghialoni'' (cit Dal Canto) ha vissuto una notte da sballo. In generale la squadra  sta facendo breccia nei tifosi, sta costruendo qualcosa che va al di là del puro e semplice risultato, anche se i risultati saranno sempre il collante indispensabile per i mattoni. Sta creando un clima favorevole, si sta guadagnando il consenso del pubblico e la simpatia della critica. E' vero che la vittoria è per definizione dolce come il miele, ma la vittoria ottenuta con un fraseggio arioso, con le giocate in velocità, con gli uno-due, con i movimenti senza palla, appaga i sensi. E in questo calcio ruvido, dove spesso prevale chi ha più muscoli, l'Arezzo sta invertendo il trend. Non c'avrebbe scommesso nessuno.

9. Cinque partite, un gol al passivo che poi è un autogol da flipper. La squadra è propositiva ma non scriteriata, attacca ma con giudizio, ha gente manovriera e un portiere affidabile, centrocampisti che spingono e coprono, attaccanti che vanno a pressare e difensori che avviano l'azione. Sembrava un organico a macchia di leopardo, troppo variegato da assemblare in un'estate, invece si sta rivelando una miniera d'oro. Onore a chi l'ha costruito. Onore a chi lo sta plasmando con mano salda e conoscenze. Giù il cappello.

10. L'Arezzo gioca bene.

11. L'Arezzo, a seguito delle buone prestazioni in questo avvio di campionato di Abdallah Basit, ha deciso di esercitare l'opzione legata al suo contratto e prolungare fino al 30 giugno 2020.

 

scritto da: Andrea Avato, 16/10/2018





Arezzo-Pontedera 2-0, la sintesi della partita

Arezzo-Pontedera 2-0
comments powered by Disqus