Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Panno, Dicio, Peo e Lara in sardegna
NEWS

Tre promozioni di fila e l'arrivo tra i prof. Per l'Albissola un impatto durissimo con la serie C

La società savonese è nata soltanto nel 2010 e cinque anni dopo è stata acquistata dall'imprenditore Giampiero Colla (settore acciaio e alluminio) che l'ha portata fino alla Lega Pro. In panchina, confermatissimo, il tecnico Fabio Fossati. La squadra finora ha raccolto soltanto un punto ed è ultima in classifica, nonostante in rosa ci siano elementi esperti come Rossini, Damonte, Cais e Martignago, a segno già cinque volte. Domani al Comunale probabile 4-4-2



Dopo l’immeritata sconfitta nel turno infrasettimanale, gli amaranto di Dal Canto cercano il pronto riscatto nella partita di domani al Comunale contro l’Albissola. I liguri, al momento, sono il fanalino di coda del campionato con appena un punto conquistato.

 

LA COSA DA SAPERE. Società decisamente giovane, nata nel 2010 dall’unione tra l’Albissola 1909 e il Gruppo Sportivo Santa Cecilia di Albissola Marina. La nuova squadra scaturita da questa fusione fu ribattezzata Associazione Sportiva Dilettantistica Albissola 2010, iniziando il suo cammino dalla prima categoria. Il momento di svolta si ha nel 2015, quando la MBF Aluminium, azienda metallurgica italo-francese, ne diventa sponsor patronale, ovvero ne acquista anche la proprietà. Il padrone della MBF è Giampiero Colla, che diventa direttore generale del sodalizio mentre Claudia Fantino Colla diventa presidentessa onoraria del club. Colla è imprenditore di origini astigiane, molto apprezzato e conosciuto in Francia, grazie all’acquisito e al rilancio della ex Metaltemple, fonderia di precisione di acciaio della Maurienne, oggi diventata Mt Technology, e poi per il risanamento della Mbf Aluminium, realtà produttiva di Saint-Claude nello Jura, 270 dipendenti, specializzata nella pressofusione di componenti per l'automotive in alluminio. In due anni è passata da una profonda crisi a 41 milioni di fatturato, con un aumento di capitale di 5 milioni conseguiti con i soli proventi del lavoro. Dal 2015 a oggi tre promozioni consecutive coronate lo scorso maggio con il successo nel campionato di serie D, da neopromosso, grazie ad un girone di ritorno entusiasmante con 15 vittorie, di cui 10 consecutive.

 

 

ALLENATORE. Confermatissimo il mister autore della storica impresa della scorsa stagione, ovvero Fabio Fossati, che in estate ha rinnovato fino al 2020 il suo contratto con il club bianco-azzurro-nero. Cuore genoano, ma con una profonda ammirazione per Marco Giampaolo, straordinario motivatore, profondo conoscitore delle categorie dilettantistiche, tatticamente preparato, pragmatico, abile a lavorare con i giovani. Classe ‘72, Fossati era già stato protagonista, in passato, dell'entusiasmante cavalcata col Borgorosso Arenzano, dove era stato soprannominato Mourinho, trascinato dalle categorie più basse sino alla serie D. Fino a due anni fa, il mister alla mattina lavorava ad un banco di vendita del pesce all'ingrosso al Porto di Genova.

 

FORMAZIONE. Dovrebbe essere schierata col 4-4-2: Abertoni; Calcagno, Nossa, Rossini, Gulli (Oprut); Balestero, Damonte, Sibilia (Sancinito), Raja; Martignago, Cais.

 

PUNTI DI FORZA. Da tenere d’occhio Jonathan Rossini (’89) difensore con esperienze importanti in A (Samp) e B (Sassuolo e Bari), fermato spesso in carriera dagli infortuni; Loris Damonte (‘90), mediano coriaceo reduce dall’esperienza di Gavorrano, abile nel gioco aereo dall’alto del suo metro e 91, pericoloso su palla inattiva; Davide Cais (’94), attaccante centrale scuola Juve, arrivato in Liguria dopo due annate divise tra Pontedera e Carrarese, rapido, pericoloso negli ultimi sedici metri e dalla distanza; infine il capocannoniere della squadra, con 5 reti, Riccardo Martignago (‘91), attaccante esterno o seconda punta, destro che ama partire da sinistra per accentrarsi e cercare la conclusione, buona tecnica, in questa stagione sta trovando la porta avversaria come mai aveva fatto prima in carriera.

 

Riccardo Martignago, 5 gol in campionatoPREGI E DIFETTI. Fino ad oggi è la cenerentola del campionato: un solo punto conquistato, sette giorni fa in rimonta con il Piacenza (1-1). Nell’ultimo turno è arrivata una nuova sconfitta, casalinga, contro la Pistoiese (1-3). Squadra relativamente giovane con molti degli under presenti in rosa che provengono o sono di proprietà del Genoa, scelti direttamente da mister Fossati, profondo conoscitore del settore giovanile rossoblù. Inoltre giocare in uno stadio lontano da casa, a Chiavari, non aiuta una formazione composta da giocatori per la maggior parte inesperti in categoria. La difesa nonostante due elementi esperti in categoria come Nossa e Rossini, sta soffrendo molto, soprattutto la rapidità degli attacchi avversari, e le 13 reti al passivo lo stanno a dimostrare.

La mediana è il reparto che sta avendo le maggiori difficoltà. Non riesce a dare il suo contributo in fase difensiva, spesso non trovando la giocata e perdendo i centrocampisti avversari nei loro inserimenti, rendendo la terza linea molto vulnerabile. Sta trovando poco spazio nel reparto centrale capitan Davide Sancinito, classe 1987, che curiosamente fa il carrozziere con il resto della famiglia in quel di Albenga. Le sue parole, dopo la storica promozione, sono il biglietto da vista dell’Albissola: "Quello che abbiamo fatto non è definibile, così come la mia gioia. Sono partito dalla seconda categoria nel Ceriale Cisano e adesso, di colpo, mi ritrovo ad essere un giocatore professionista”.

L’attacco è il reparto migliore: nonostante la brutta classifica, sta trovando in Cais (2 reti) e soprattutto in Martignago un inatteso bomber, ma le loro reti fino ad oggi, hanno portato pochi frutti. E' comunque un avversario difficile da affrontare perché i bianco-azzurro-neri arriveranno al Comunale per disputare una partita accorta, fatta di pressing e ripartenze.

 

ULTIMO PRECEDENTE. E' la prima sfida tra le due squadre.

 

scritto da: Mauro Guerri, 20/10/2018





comments powered by Disqus