Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 17a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzodom14.30Virtus Entella
Arzachenadom14.30Pro Piacenza
Carraresedom14.30Siena
Novaradom14.30Olbia
Piacenzadom14.30Lucchese
Pro Vercellidom14.30Pistoiese
Juventus U23dom16.30Gozzano
Pro Patriadom16.30Alessandria
Albissoladom18.30Cuneo
Pontederadom18.30Pisa
MONDO AMARANTO
Serena e Ely
NEWS

Pelagotti imbattuto e decisivo. Luciani padrone della fascia destra. Il tridente fuori partita

Sesta partita (su otto) senza prendere gol per il portiere, anche oggi determinante su Ceter e Ragatzu. Bene il capitano a destra, Foglia regista di lotta. Belloni parte forte e poi si eclissa dalla gara, poco assistiti e poco ispirati i due attaccanti Persano e Brunori



Persano in azione durante il primo tempoLe pagelle di Olbia-Arezzo.

PELAGOTTI 7.5 Imbattuto per la sesta volta in otto partite. Merito della squadra che sa difendersi con le unghie e con i denti, merito suo che anche oggi mette a referto tre parate decisive. L'ultima sul tracciante di Ragatzu è da applausi.

LUCIANI 7 Il rendimento lievita nella trasferta oltremare. A destra comanda con piglio ed energia. Non soffre dietro, va costantemente avanti. Arriva al cross con facilità e frequenza, peccato che dentro l'area la prendano sempre i bianchi. Buona gara.

FOGLIA 6.5 In apnea nella parte finale, ma aveva speso moltissimo. Per un'ora è un muro in mezzo al campo, gioca a due tocchi e svelle palloni dal possesso sardo. Regista di lotta più che di governo.

BUGLIO 6.5 Deve adattarsi, specie nella ripresa, a una partita più confusionaria e meno lucida. Si tiene su con il suo palleggio morbido e la visione di gioco che lo caratterizza. Preciso il cross che innesca Serrotti al minuto 40, bella la sponda per Brunori che mette il compagno in zona tiro. I mediani dell'Olbia, va detto, lo fanno anche faticare.

SERROTTI 6.5 Quantità a iosa, davanti e dietro, in interdizione e costruzione. Gli manca l'ultimo passaggio, la giocata che dirime, il colpo di genio che pure ha nel curriculum. A fine primo tempo pecca di precipitazione e spara in curva un pallone che poteva gestire meglio. 

PELAGATTI 6 Benino, non benissimo. E non solo per colpa dello strapotere atletico di Ceter, che quando prende velocità è un tir impossibile da fermare. A dieci dalla fine si fa rubare una palla che sanguina dal colombiano e gli dei del calcio lo proteggono, facendo alzare la bandierina del guardalinee per un fuorigioco al limite. Robe positive mixate a qualche incertezza.

PINTO 6 Vedi Pelagatti. Segue il trend del compagno di reparto, soffrendo soprattutto nella parte centrale del primo tempo. Ha il merito, non da poco per un under come lui, di non farsi venire le ansie.

SALA 6 Spigliato e aggressivo, anche se Pinna dalla sua parte è un terzino che utilizza le sue stesse armi. Alla fine il confronto sulla fascia si equivale.

BRUNORI 5.5 Qualcosina in più rispetto a Persano, ma le polveri sono umide. Tanto sbattimento e poca gloria, con un paio di lampi che comunque ne testimoniano impegno e concentrazione. 

BELLONI 5 Comincia fortissimo, muovendosi tra le linee con sveltezza. Crea pericolo, imbastisce una delle azioni più belle a ridosso dell'area olbiese quando Brunori viene murato in extremis. Però si eclissa progressivamente e alla lunga scompare, lasciando pochissime tracce nel match (st 36' Salifu ng).

PERSANO 5 Giornataccia, poco rifornito e poco ispirato. Deve imparare a sfruttare meglio le occasioni che gli capitano, ma è pur vero che oggi la squadra ha innescato di rado le punte, lasciandole isolate in avanti (st 24' Zini 5 Stavolta Dal Canto non spreme il massimo dalla panchina. Il 7 entra ma non ingrana, facendosi notare solo per un fallo dietro l'altro).

 

scritto da: Andrea Avato, 28/10/2018





Olbia-Arezzo 0-0, intervista ad Alessio Luciani

Olbia-Arezzo 0-0
comments powered by Disqus