Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Alex, Walter e Massi nell'arena di Siviglia
NEWS

Striscia positiva, giovani rampanti, la mano di Scazzola. Ma i punti del Cuneo sono virtuali

I piemontesi arrivano al Comunale con cinque risultati utili alle spalle e una buona posizione di classifica. Il tecnico è riuscito a plasmare una squadra profondamente rinnovata e che ha under interessanti come Bobb, Kanis e Caso. Il problema sta in società: nei giorni scorsi è arrivata la penalizzazione di 3 punti e un altro -4 è atteso per le prossime settimane. Domani contro l'Arezzo probabile 5-3-2 fatto di densità e ripartenze



il Cuneo in settimana è stato penalizzato di 3 puntiDopo il Pareggio di Olbia, l’Arezzo cerca di mantenere l’ottimo cammino interno nella sfida del Comunale contro il Cuneo. I piemontesi, con 9 punti, occupano la decima posizione in classifica, appaiati alla Pro Piacenza.

 

LA COSA DA SAPERE. Dal luglio 2008 fino all’estate scorsa Marco Rosso è stato il socio di riferimento del Cuneo. L’ex patron, un po’ a sorpresa, il 30 giugno ha ceduto le quote di maggioranza del club a Roberto Lamanna. Il nuovo proprietario, con l’88%, è un procuratore ed ex dirigente dell'Alessandria, figlio del politico e dirigente sportivo Alfio. A presiedere il Cuneo è stato chiamato Emiliano Nitti, anche lui procuratore, che nella precedente esperienza calcistica aveva guidato la Pro Patria, senza troppe fortune, nella stagione 2015-2016. In settimana il tribunale federale ha penalizzato di 3 punti la società piemontese a seguito di violazioni Co.Vi.So.C. (ritardo nel versamento della fideiussione di 350 mila € dello scorso giugno e mancato versamento dei contributi Inps per i pagamenti del maggio 2018). Oltre a questo, il club non ha pagato ai propri tesserati gli stipendi di luglio e agosto. Il termine ultimo era fissato per il 16 ottobre e a questo punto per i cuneesi si prospetta un ulteriore -4 in classifica. Nel post partita di domenica scorsa, Lamanna si è giustificato parlando di un semplice ritardo di pochi giorni, dovuto ad un errore formale, di cui il presidente si è assunto tutte le responsabilità.

 

mister Scazzola (a destra) il giorno della presentazioneALLENATORE. Da questa stagione sulla panchina dei biancorossi siede Cristiano Scazzola. Ligure originario di Loano, classe ’71, ex centrocampista in B e C con le maglie di Genoa, Modena, Como e Alessandria. Dopo un paio di stagioni alla guida delle giovanili della Pro Vercelli, la dirigenza lo promosse sulla panchina della prima squadra appena retrocessa in terza serie. Ottenne subito la promozione in serie B, al termine dei playoff, battendo in finale il Südtirol. Il mister venne riconfermato anche nella serie cadetta, ma dopo aver ottenuto la salvezza alla prima stagione, l'11 ottobre 2015 fu esonerato dopo la sconfitta nel derby con il Novara. L’anno successivo subentrò in corsa a Colella sulla panchina del Siena e la scorsa stagione, alla guida della Casertana, è stato esonerato dopo poche giornate. Allenatore pratico, fa dell’organizzazione difensiva uno dei suoi punti forti. Le squadre di Cazzola sono brave soprattutto in fase di non possesso.

 

FORMAZIONE. Dovrebbe essere schierata col 5-3-2: Marcone; Castellana, Cristini, Ferreyra, Mattioli, Celia; Romanò (Borello), Bobb, Kanis; Caso, Gissi (Jallow).

 

PUNTI DI FORZA. Da tenere d’occhio il centrale Nicolás Ferreyra (’93), nato in Argentina, leader del reparto difensivo, con esperienze nella massima serie argentina e cilena, grossa struttura fisica, bravissimo nel gioco aereo e in marcatura; Yusupha Bobb (’96), proprietà Chievo, originario del Gambia, che un paio di stagioni fa sembrava lanciato verso palcoscenici importanti quando vestiva la maglia del Cittadella, ma che un brutto infortunio ha rallentato: centrocampista rapido, è il play della formazione di Scazzola, con tanto fosforo e tanta corsa, ha segnato le ultime 2 reti dei piemontesi in campionato che son valse sei punti; Hicham Kanis (’97), italo-marocchino nato a Vimercate, reduce lo scorso anno da un'esperienza nella A Svizzera con la maglia del Sion, mezz’ala o all’occorrenza esterno, giocatore della scuderia di Mino Raiola, mancino puro, dotato tecnicamente, pericoloso al tiro, discreto in fase di rifinitura; Giuseppe Caso ('98), ex giovanili della Fiorentina, eclettico, non estremamente strutturato fisicamente, ma dotato tecnicamente, capace di ricoprire tutti i ruoli in attacco: trequartista, ala destra o sinistra, attaccante centrale o seconda punta.

 

Yusupha Bobb, qui con la maglia della ReggianaPREGI E DIFETTI. Società nuova e formazione quasi completamente rinnovata (dove sono presenti ben 9 stranieri) rispetto a quella che nella stagione scorsa aveva conquistato ai play-out, contro il Gavorrano, la salvezza. Mister Scazzola è riuscito a dare una discreta solidità alla sua squadra, un'identità ben precisa, e lo stanno a dimostrare le due vittorie consecutive ottenute contro Pro Piacenza e Arzachena (entrambe per 1-0) e i cinque risultati utili consecutivi (con 11 punti guadagnati). Il Cuneo non perde da oltre un mese (il 4-0 subito dalla Juve B). Però nonostante i risultati, la situazione non è delle migliori per via delle traversie societarie. La squadra, però, si è mostrata più forte degli eventi.

Difesa solida, dove prima dell’infortunio si stava ritagliando un ruolo da protagonista Fabiano Santacroce, classe ’83 ex Napoli e Parma, che dopo le ultime stagioni vissute sottotono, anche causa alcuni infortuni, era tornato su ottimi livelli, quelli che ad inizio carriera gli prospettavano un futuro luminoso. Sugli scudi anche il portiere Marcone (’93).

La mediana grazie a Bobb e Kanis sta giocando su buonissimi livelli, dando un ottimo apporto anche a livello realizzativo. L’attacco invece sta stentando, considerato che delle 6 realizzate, nessuna porta la firma degli uomini del reparto avanzato, anche se la qualità nel reparto non manca. Jallow, Gissi, l’ex Defendi (che domenica ha fatto il suo esordio in campionato) sono giocatori che in terza serie hanno doti per non sfigurare. Reparto dove le migliori giocate stanno venendo dai piedi del giovane Caso. Il Cuneo arriverà al Comunale per giocare una partita accorta, per agire di rimessa e cercare di far male in contropiede.

 

ULTIMO PRECEDENTE. Risale allo scorso 19 novembre, quando i ragazzi di Pavanel si imposero per 2-0 grazie alla rete in apertura di Foglia e a quella nei minuti finali firmata Di Nardo.

 

scritto da: Mauro Guerri, 03/11/2018





Cuneo-Arzachena 1-0, la sintesi della partita

comments powered by Disqus