Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 17a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzodom14.30Virtus Entella
Arzachenadom14.30Pro Piacenza
Carraresedom14.30Siena
Novaradom14.30Olbia
Piacenzadom14.30Lucchese
Pro Vercellidom14.30Pistoiese
Juventus U23dom16.30Gozzano
Pro Patriadom16.30Alessandria
Albissoladom18.30Cuneo
Pontederadom18.30Pisa
MONDO AMARANTO
Samuele e Marco al Vicente Calderon di Madrid
NEWS

Brunori instancabile: movimento e gol di rapina. Borghini, esame superato. Keqi evanescente

Il centravanti è il migliore in campo: firma la rete dell'1-1 e tira fuori una prestazione encomiabile nonostante la terza gara in una settimana. Tiene bene la coppia under al centro della difesa, nonostante il valore di avversari come Eusepi e Cacia. Varutti e Tassi sotto la sufficienza, ingenuità fatale di Luciani da cui scaturisce il pareggio dei padroni di casa



il gol di Bianchi del momentaneo 1-0 novareseLe pagelle di Novara-Arezzo.

BRUNORI 7.5 Dovrebbe essere stanco, in realtà corre per due. Vista l'evanescenza di Keqi, la palla va a prendersela da solo, svariando sulle corsie esterne per aprire la difesa novarese. Segna un gol di rapina (terzo in campionato), combatte fino all'ultimo secondo e firma la sua miglior prestazione nella terza partita del trittico. Bravo.

PELAGOTTI 7 Toglie dal sette la parabola maligna di Schiavi, dice no all'argentino anche a metà ripresa, viene baciato dalla sorte sul diagonale di Cinaglia che lambisce il palo. Sui gol, nulla può.

BORGHINI 6.5 La prima volta da titolare vale un'ampia sufficienza. Di fronte a Eusepi e Cacia, due mammasantissima della serie C, gioca sciolto e senza ansie. Qualcosa sbaglia, qualcosa cincischia, ma di testa si fa valere e non trema nemmeno quando deve impostare. Affidabile.

PINTO 6.5 Per lui è la prima senza la presenza rassicurante di Pelagatti a fianco, contro due centravanti da uno e novanta e in un pomeriggio così così per la squadra. Alla fine il Novara è pericoloso soprattutto su palla ferma.

FOGLIA 6 Stavolta deve correre anche a vuoto e all'indietro, inseguendo gli avversari e tamponando costantemente. Una gara di sacrificio dentro un avvio di stagione passato a vedere gli altri in affanno. Prima play poi intermedio, comunque in partita col piglio che serve.

BUGLIO 6 Il sintetico ne irretisce un po' la qualità, la stanchezza si fa sentire e di fronte c'è un Novara fisicato che lotta su ogni pallone. Meno appriscente ma prezioso, specie quando la partita torna in equilibrio, cioè dal pari di Brunori in là.

LUCIANI 5 Minuto 93, palla contesa sulla fascia di destra. Schiavi lo anticipa, lui non prende né pallone né avversario e gli spalanca un'autostrada. Quello crossa e ci scappa il 2-2. Che brucia da morire.

VARUTTI 5 Dal Canto gli concede un'altra chance dopo il pomeriggio grigio di Alessandria. Ma anche oggi, come allora, la sua partita finisce all'intervallo con un'ammonizione sul capo. Non granché la prestazione (st 1' Sala 6 Ammonito pure lui ma più vivace, più intraprendente fino alla fine. All'89' riconquista palla e manda Cutolo a segnare il 2-1).

TASSI 5 Impegno sì, anche qualche idea apprezzabile. Ma gli manca costanza, resta tra le pieghe della partita e paga, come con l'Albissola, le difficoltà generali nell'alimentare il solito giro palla. Da lui, per il piede che ha, ci si aspetta molto di più (st 19' Basit 6 Entra a fare il suo sporco lavoro, riequilibrando la mediana, respingendo palloni, randellando se serve. Spezzone utile).

KEQI 5 Dal Canto gli concede la chance di sparigliare le carte in una trasferta ostica ma non ottiene una risposta convincente. Dovrebbe fare male tra le linee, in realtà si dedica soprattutto a pressare, aiutare i compagni in fase di non possesso, difendere. Utile sì ma incisivo proprio no, con la conseguenza che gli attaccanti restano soli contro tutti.

PERSANO 5 E' in una di quelle giornate in cui corre a vuoto e non lascia il segno (st 11' Cutolo 7 Dal Canto l'aveva studiata così, lasciandosi il capitano per la parte decisiva del match. Un Cutolo non ancora al top dopo l'infortunio, non sempre guizzante nell'uno contro uno, ma letale nell'unica vera occasione avuta a disposizione. Di Gregorio gli dà una mano, lui sale a quota 3).

 

scritto da: Andrea Avato, 11/11/2018





Novara-Arezzo 2-2, intervista ad Alberto Pelagotti

Novara-Arezzo 2-2
comments powered by Disqus