Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Enrico e Simone alle cascate del Vachiratharn - Thailandia
NEWS

Carrarese avanti a suon di gol. Baldini (senza stipendio) ha un attacco super per salire in B

Tavano capocannoniere del girone e già in doppia cifra, Caccavallo a quota 8 e poi tante alternative di valore come Coralli, Maccarone, Biasci, Piscopo e Valente: la forza dei gialloblu sta davanti. Dietro però non tutto funziona a dovere: 17 i gol al passivo, con l'infortunio di Murolo che ha spinto la società a tesserare l'ex amaranto Varga. Domani contro l'Arezzo sarà ancora 4-2-3-1, mentre l'allenatore, che sta lavorando gratis, ha rinunciato alla clausola da 500 mila euro in caso di esonero



Silvio Baldini, 60 anni, seconda stagione a CarraraNel monday night della dodicesima giornata andrà di scena al Comunale l’atteso big match contro la Carrarese. Gli apuani, con 20 punti conquistati fino ad oggi, appaiano in classifica, con lo stesso numero di partite giocate, gli amaranto di mister Dal Canto.

 

LA COSA DA SAPERE. Nel giugno 2016, dopo la querelle tra Buffon e Tartaglia, il club è stato salvato sul filo di lana. Dopo ben sei aste andate a vuoto, il sindaco Zubbani e l’assessore alle Benedini hanno costituito la Carrarese 1908 srl, che è riuscita a rilevare il “vecchio” club grazie all’aiuto di imprenditori locali del settore marmifero. Nell’estate 2017 è stato nominato dall’assemblea dei soci come nuovo presidente Fabio Oppicelli, che è succeduto a Manrico Gemignani. Oppicelli, imprenditore genovese nel ramo immobiliare e degli autosaloni, era stato già ai vertici del club dal 2008 al 2012.

 

ALLENATORE. In panchina siede dallo scorso campionato Silvio Baldini. Per il sessantenne vulcanico mister originario di Massa, quello della scorsa stagione era il rientro in panchina dopo ben 6 anni di inattività. La sua precedente esperienza, a Vicenza nel 2011, si era esaurita con un esonero dopo 8 giornate. E' tornato a guidare gli apuani dopo 20 anni, in cui è rimasto sempre tra A e B in squadre come Brescia, Chievo, Empoli, Palermo e Catania. Carismatico, schietto, preparato a livello tattico, dopo il campionato scorso e l’inizio di questo si è pienamente rilanciato dopo anni lontano dalla panchina. Nei giorni scorsi ha ribadito che anche in questa stagione non riceverà alcuno stipendio e che ha rinunciato alla clausola, prevista nel suo contratto, di 500 mila euro in caso di esonero. Resta invece il premio in caso di promozione.

 

l'esultanza di Caccavallo dopo uno dei suoi 8 golFORMAZIONE. Dovrebbe essere schierata col 4-2-3-1, che in fase di possesso diventa un 4-2-4: Borra; Rosaia, Luca Ricci, Giacomo Ricci, Karkalis; Kofi Agyei, Foresta; Carcavallo, Tavano, Valente (Piscopo); Coralli (Maccarone).

 

PUNTI DI FORZA. Da tenere d’occhio Kofi Agyei, mediano ghanese classe ’92, che può agire senza difficoltà anche da centrale difensivo: fisico compatto, bravo in interdizione, buona visione di gioco, dotato di corsa e tanta carica agonistica; Giuseppe Carcavallo (’87), attaccante esterno o prima punta all’occorrenza, navigato in terza serie, rapido ma potente allo stesso tempo, discreto nel dribbling, ama partire da destra per convergere e cercare la conclusione a rete con il sinistro, in campionato in gol già 8 volte; Tommaso Coralli (’83) attaccante con numerosi campionati alle spalle di B e C, agile, sgusciante nel breve, scaltro in area di rigore, cattivo sotto porta e molto abile ad aprire spazi per i compagni; infine Francesco Tavano, attaccante napoletano classe ’79 che sta vivendo una stagione straordinaria, come dimostrano le 10 reti realizzate, cannoniere del girone, dopo le annate sottotono con Avellino e Prato all’ombra delle Apuane ha ritrovato una seconda giovinezza.

 

PREGI E DIFETTI. Per descrivere la Carrarese basta un solo dato: 28 reti realizzate fino ad ora che ne fanno il primo attacco nel panorama professionistico italiano. I marmiferi sono una vera e propria macchina da gol. Baldini nel reparto offensivo può contare su individualità di spicco per la categoria come Tavano, Coralli, Maccarone (che ancora non ha carburato a pieno dopo il suo rientro in Italia dall'avventura in Australia con la maglia del Brisbane Roar) e giocatori di estrema qualità che fino ad ora si stanno comportando egregiamente: Biasci, Piscopo, Valente (ottimo anche come uomo assist), Bentivegna e soprattutto Carcavallo. Queste numerose soluzioni offensive e le idee di Baldini fanno della Carrarese una delle squadre più spettacolari dell’intera serie C.

 

il gol di Tavano a Borra nella partita del Comunale di un anno faSulle prestazioni, sull’approccio alla partita, sulla carica agonistica della formazione apuana è ben evidente la mano del mister che a Carrara è tornato a ritrovare la grinta dei bei tempi. La nota dolente per gli apuani arriva però dal reparto difensivo. Con 17 reti al passivo (10 subite in trasferta) è una delle peggiori retroguardie del girone, ma per una squadra che cerca sempre di giocare all’attacco è una naturale conseguenza. Da temere la bravura dei terzini, soprattutto in fase offensiva quando appoggiano la manovra. Nel reparto mancherà per infortunio Murolo, operato nei giorni scorsi e per sopperire a questa lunga assenza il dg Gianluca Berti (portiere con Baldini ad Empoli, Parma e Palermo) ha messo sotto contratto l’ex amaranto Atila Varga, che ritrova a Carrara un altro ex, ovvero il portiere Daniele Borra, che per adesso sta disputando una stagione discreta.

La promozione in B all’inizio non era in cima ai pensieri dei giallazzurri, ma cammin facendo è un'idea che sta facendo breccia nell’ambiente carrarino. La partenza e la striscia iniziale di partite in campionato sono state di alto livello, i risultati negativi con Pro Vercelli, Olbia, Piacenza e Pontedera (pareggio per 0-0), avevano fatto perdere qualche posizione in classifica e qualche certezza. Prove che però sono state archiviate senza troppi drammi, perché comunque arrivate al termine di partite con tante occasione create. Le ultime due vittorie su Albissola (3-0) e Alessandria (2-3) hanno riportato decisamente il sereno in casa Carrarese.

Al Comunale arriverà insomma una squadra in salute, un gruppo solido (a cui Baldini fa fare colazione assieme ogni mattina, controllandone l’alimentazione) che verrà a giocarsela a viso aperto, senza timori di sorta, cercando di imporre il proprio gioco, magari lasciando spazi interessanti per le ripartenze amaranto.

 

ULTIMO PRECEDENTE. Risale allo scorso 17 dicembre quando le due squadre impattarono per 1-1. Vantaggio ospite con Tavano su calcio di rigore e pareggio amaranto nel recupero grazie a Moscardelli.

 

scritto da: Mauro Guerri, 18/11/2018





Alessandria-Carrarese 2-3, la sintesi della partita

comments powered by Disqus