Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 17a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzodom14.30Virtus Entella
Arzachenadom14.30Pro Piacenza
Carraresedom14.30Siena
Novaradom14.30Olbia
Piacenzadom14.30Lucchese
Pro Vercellidom14.30Pistoiese
Juventus U23dom16.30Gozzano
Pro Patriadom16.30Alessandria
Albissoladom18.30Cuneo
Pontederadom18.30Pisa
MONDO AMARANTO
Riccardo, Michele, Elisa, Paolo, Luca e Carlo in trasferta a Gallipoli
NEWS

Basit gigante in mezzo al campo. Pinto, altro esame superato. Pelagatti, errore al veleno

Il ghanese, autore del primo gol, è il migliore in assoluto: utilissimo in interdizione e sempre lucido nel fare gioco. Si conferma Brunori: non segna ma firma un assist perfetto per Persano. Il definitivo pareggio della Carrarese originato da una palla persa dal difensore: nella circostanza, non impeccabile nemmeno Pelagotti



il gol del pareggio segnato da Tavano (semicoperto da Brunori)Le pagelle di Arezzo-Carrarese.

BASIT 7.5 Un gigante in mezzo al campo. Bravissimo a spezzare le trame gialloblu, aitante di testa, grintoso senza eccessi, ordinato, con sale in zucca quando c'è da fare gioco. In più, un gol bellissimo che sblocca il risultato e gli regala la prima gioia da prof. Il rosso di Siena, con annessi e connessi, è definitivamente alle spalle. 

PINTO 7 Dieci minuti di sbandamento dopo il gol del pareggio, insieme a tutta la squadra che arretra, concede campo e profondità. Poi sbaglia poco e niente, Tavano comincia a eclissarsi, Coralli esce senza aver lasciato il segno e Maccarone non fa meglio. Si conferma un under d'affidamento. E anche quest'esame è superato.

BRUNORI 7 Non segna, però confeziona un assist spaccapartita: doppio passo, allungo, cross per Persano. Non è la sola cosa buona: c'è la consueta guerriglia cui la terna arbitrale nega qualche sacrosanta punizione e ci sono decine di palloni inseguiti a gas aperto verso l'area di Borra. E' il proptotipo dell'attaccante utile pure quando non fa gol.

ZAPPELLA 6.5 Il suo avversario diretto è Valente, che dei quattro attaccanti gialloblu è quello meno in serata. Lui lo contiene e non trema nemmeno quando dalla sua parte si allarga Tavano, ormai a corto di benzina. Stasera spinge meno ma, considerando il contesto, ci sta.

FOGLIA 6.5 Intermedio come nel disegno tattico d'inizio stagione, paga l'eccesso di lanci lunghi proposti dalla squadra, che per infilare dietro la schiena i difensori di Baldini, talvolta accelera la giocata invece che palleggiare. Inserirsi gli viene meno agevole, anche se resta sul pezzo fino all'ultimo. Suo il tiro che Borra mette in corner al 93'. 

 

 

BUGLIO 6.5 Deve portare la croce più che cantare. La Carrarese è aggressiva, offensiva, tignosa, smaliziata nello sporcare il fraseggio amaranto. Lui si vede meno di altre volte, ma la palla di prima con cui manda Brunori all'uno contro uno, nell'azione del raddoppio, è una palla banale solo per chi non conosce il calcio.

PERSANO 6.5 Nei 68 minuti di questa sera ci sono tutti i pregi e i difetti di un ragazzo con grandi qualità ma ancora da limare per la serie C. Per un tempo c'è ma non si vede, poi piazza la stoccata vincente con la complicità della tenera difesa gialloblu e grazie all'istinto naturale che lo guida dentro l'area. Tra uno spezzone qua e uno spezzone là ha già segnato 3 gol (st 23' Cutolo ng In bocca al lupo Nello! st 33' Zini ng).

LUCIANI 5.5 Trasloca a sinistra per arginare Caccavallo, cliente scomodissimo che Baldini sfila dalla contesa in maniera bizzarra a inizio ripresa. Il compito gli riesce a sprazzi, ma alla lunga viene fuori anche giocando col piede contrario. Purtroppo c'è quella palla maledetta, persa da Pelagatti e scodellata da Bentivegna, che gli sfila proprio sopra la testa rendendolo compartecipe del patatrac. 

PELAGOTTI 5 Tutto bene fino al minuto 90, quando il tapin di Piscopo gli passa dove non dovrebbe, cioè tra gamba e palo. Tavano lo infilza per l'1-1 approfittando di una sua mezza indecisione, in parte giustificata dal rimpallo fortuito che origina l'occasione da rete.

PELAGATTI 5 Crudele il calcio. Giochi un partitone, concedi il minimo al super attacco del campionato, tiri fuori un secondo tempo galvanizzante, di testa e d'anticipo le prendi tutte te e vai a rovinarti per una palla banalissima persa al novantesimo, che si trasforma nel gol più fastidioso della storia. Cenere sul capo e voltare pagina alla svelta.

SERROTTI 5 Dal Canto lo recupera in extremis e lo piazza dietro le punte, confidando nella sua attitudine naturale a cucire gioco e collegare i reparti. Non è il Serrotti pimpante di sempre però. Comincia benino ma poi si spegne e si vede proprio che non è la serata giusta per lui. 

 

scritto da: Andrea Avato, 19/11/2018





Arezzo-Carrarese 2-2, intervista ad Alessio Luciani

Arezzo-Carrarese 2-2
comments powered by Disqus