Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 15a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pergolettese21Albinoleffe
Como13Pro Vercelli
Olbia12Novara
Pistoiese01Monza
Renate11Pianese
Carrarese22Arezzo
Giana Erminio12Siena
Gozzano22Pro Patria
AlessandriarinvJuventus U23
PontederarinvLecco
MONDO AMARANTO
Pistoia, 14 giugno 1998 - foto ricordo per la promozione in C1
NEWS

Azionariato popolare, OA porta ad Arezzo i massimi esponenti del virtuoso modello inglese

Una giornata di approfondimento con ospiti di caratura nazionale e internazionale. Domani saranno in città Andy Walsh e Andy Cheshire, tra i protagonisti più importanti dei trust anglosassoni. Due tavole rotonde a Villa Severi, tra gli ospiti anche Pippo Russo di Supporter in Campo. Il direttivo di Orgoglio Amaranto: ''Partecipazione, azione e responsabilizzazione restano i nostri obiettivi, anche dopo la battaglia totale''



Una giornata di approfondimento con ospiti di caratura nazionale e internazionale. Pippo Russo di Supporters in campo; Andy Walsh, fondatore dell’Fc United of Manchester; Andy Cheshire, Community Manager del Curzon Ashton Fc, saranno ad Arezzo domani, sabato 15, per l’evento organizzato da Orgoglio Amaranto con il patrocinio della Provincia di Arezzo. Due i momenti previsti che si terranno nella location di Villa Severi.

La mattina dalle 11 si terrà la tavola rotonda su “Azionariato e Passione Popolare” con Pippo Russo, consigliere di Supporters in Campo, l’associazione che ha come obbiettivo quello di promuovere la reale democrazia nel calcio attraverso la partecipazione diretta dei tifosi alla governance del movimento e dei club.

Alle 15, dopo la pausa pranzo, inizierà il dibattito “L’altra faccia del modello inglese”, un viaggio all’interno dei trust britannici con i due ospiti, Walsh e Cheshire, massimi esperti di modelli di azionariato popolare che nel mondo anglosassone sono molto più avanzati rispetto a quelli italiani.

 

“Dopo l’esperienza degli ultimi anni, siamo sempre più convinti che l’azionariato popolare sia un modello irrinunciabile per i tifosi, per avere uno strumento di azione, di responsabilizzazione, di partecipazione attiva alla vita sociale della comunità di riferimento - dichiarano i membri del direttivo di Orgoglio Amaranto. La battaglia totale di Arezzo per l’Arezzo ce lo ha dimostrato in modo esplicito: senza l’1% di Orgoglio Amaranto la strada per salvare il Cavallino sarebbe stata impraticabile. Non vogliamo dimenticare nulla di tutto ciò, a partire dal 2010, anno della fondazione del Comitato e per questo rilanciamo il tema, la riflessione culturale, l’approfondimento, la conoscenza di realtà più strutturate”.

 

Chi è Andrew Cheshire: responsabile dello sviluppo sociale ed educazione del Curzon Ashton FC, la squadra semi-professionistica di Ashton-under-Lyne, cittadina nell’area della Greater Manchester, che disputa la “National League North”, la sesta serie inglese corrispondente all’incirca al campionato italiano di “Eccellenza” partecipata dal trust dei propri tifosi.

Chi è Andy Walsh: protagonista dell’azionariato popolare britannico, che ha ricoperto per dieci anni il ruolo di general manager del FC United of Manchester, formazione leader mondiale ed esempio riconosciuto per la gestione partecipata del club. Attualmente ricopre l’incarico di National Game Development manager del National Supporters Federation, l’ente anglosassone che sostiene le realtà che scelgono la strada dell’azionariato popolare.

 

L’iniziativa rientra nel programma di We Ar, il progetto che Orgoglio Amaranto ha sposato e sta portando avanti con una serie di azioni e iniziative, legate dal filo logico comune di valorizzazione, ricerca della memoria e sviluppo, della comunità locale cui il club fa riferimento.

All'evento sono stati invitati a partecipare i rappresentanti istituzionali della città, della direzione scolastica provinciale e della società SS Arezzo che a vario titolo stanno collaborando alla realizzazione del progetto We Ar.

 

scritto da: La Redazione, 14/12/2018





OA, convegno sull'azionariato popolare

comments powered by Disqus