Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Alessandro alla porta di Brandeburgo - Germania
NEWS

Arbitri, l'irritazione di La Cava. Mercato, l'Arezzo deve sfoltire: Cenetti verso l'Albissola

Il presidente in sala stampa ha puntato il dito contro Tremolada di Monza: ''Direzione di gara strana, mi è sembrata mirata''. Quella amaranto è l'unica squadra in tutta la serie C a non aver ancora avuto un rigore a favore. Il 2 gennaio intanto apre la campagna trasferimenti: Belvisi, Danese, Mosti, Stefanec, Choe, Keqi potrebbero partire. Punto interrogativo Salifu. Pieroni e Testini cercano il colpo in attacco



l'arbitro Tremolada di Monza discute con Brunori e SerrottiIl presidente si lamenta. Senza esagerare ma lasciando trasparire una certa irritazione per l'arbitraggio di Tremolada di Monza, il quale non ha visto il fallo da rigore di Favale su Serrotti che avrebbe potuto cambiare il corso della partita.

Nella circostanza il fischietto brianzolo non è stato aiutato dall'assistente Ceccon, che si trovava sul lato maratona e aveva una visuale ancora migliore. Il suo collega Cataldo, che sbandierava sotto la tribuna, ha invece vissuto un pomeriggio pessimo, sbagliando diverse chiamate e segnalando perfino un fuorigioco della Lucchese su un fallo laterale.

L'Arezzo si sente vessato e nell'ultimo periodo ha avuto diversi episodi su cui recriminare, compresa la gestione dei cartellini che secondo Giorgio La Cava è stata iniqua specialmente in riferimento a Basit (espulso tre volte), mentre su Vitiello e Mauri (giusto per citare due pari ruolo visti all'opera nelle ultime due gare) gli arbitri hanno usato la manica larga.

C'è poi il dato che più colpisce, quello relativo ai rigori: l'Arezzo è l'unica squadra in tutti e tre i gironi di serie C a non averne avuto nemmeno uno a favore. Due quelli contro, peraltro entrambi sbagliati da Cianci a Siena e da Le Noci con la Pro Patria.

Spiegazioni univoche, riguardo le direzioni di gara, non ve ne sono, anche perché l'Arezzo sul piano politico si è schierato da subito con Francesco Ghirelli, neo presidente della Lega Pro, e ha sostenuto la candidatura di Gabriele Gravina alla guida della Figc.

 

Giacomo Cenetti verso l'AlbissolaCon il palazzo, quindi, i rapporti sono più che cordiali e quella amaranto è una società tenuta in grande considerazione per la puntualità nei pagamenti, in un momento in cui diversi club soffrono le pene dell'inferno. 

La Cava comunque ha parlato anche di mercato, ha definito la squadra ''un orologio svizzero'' e sottolineato che bisogna stare attenti con gli innesti a non creare squilibri nel gruppo. Qualche movimento in uscita ci sarà di sicuro: Cenetti (89), fuori lista, ha qualche offerta e sembra vicino all'Albissola. Partirà anche il difensore Belvisi (97), fuori lista pure lui. 

Nell'elenco dei giocatori che potrebbero finire altrove, in club dove troveranno più spazio, ci sono i difensori Danese (95) e Mosti (98), il centrocampista Stefanec (98), i trequartisti Choe (98) e Keqi (96).

Per gli attaccanti Zini (98) e Persano (96) dipende da cosa vorrà fare l'Arezzo sul mercato e se verrà individuato un rinforzo per il reparto offensivo in grado di far compiere un salto di qualità alla squadra. Idem a centrocampo, dove c'è il punto interrogativo legato a Salifu (92) e dove Pieroni e Testini stanno monitorando la situazione.

Saranno praticamente due nuovi acquisti il difensore Nije (99) e il mediano Benucci (98): il primo ha risolto i problemi burocratici e verrà tesserato, il secondo tornerà in gruppo dopo l'operazione chirurgica alla caviglia. La campagna trasferimenti aprirà il 2 e chiuderà il 31 gennaio.

 

scritto da: Andrea Avato, 31/12/2018





Arezzo-Lucchese 0-0, intervista a Giorgio La Cava

Arezzo-Lucchese 0-0
comments powered by Disqus