Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 21a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Gozzano40Cuneo
Pisa22Siena
Arzachena14Virtus Entella
Juventus U2301Carrarese
Pontedera11Piacenza
Pro Patria32Olbia
Pro PiacenzarinvAlessandria
Pro Vercelli10Arezzo
Lucchese10Pistoiese
Albissola01Novara
MONDO AMARANTO
Simone ed Emanuele, fedelissimi della Minghelli
NEWS

Inizia il mercato, l'Arezzo punta Bianchimano. Pieroni: ''Affari solo nell'ultima settimana'' 

La campagna trasferimenti chiuderà il 31 e il direttore generale ha spiegato su Facebook che ''per ora ci sono chiacchiere e contatti ma nulla di concreto''.  Due gli obiettivi amaranto: un centravanti di stazza e un centrocampista che porti muscoli e centimetri. Riguardo il primo profilo, piace l'attaccante classe '96 del Perugia e i buoni rapporti tra le dirigenze potrebbero essere decisivi. Per la categoria, riguardo questo identikit, ci sono diversi giocatori in uscita dai rispettivi club: Piu del Carpi (proprietà Empoli), Chinellato e Guidone del Padova, Jefferson del Monza e Magnaghi del Pordenone



Andrea Bianchimano, 22 anni, attualmente al Perugia (foto Umbria24.net)Apre il mercato (chiusura fissata per il 31) e come ogni volta la fantasia del tifoso si esalta in attesa di qualche colpo importante. Il ruolo che scalda più la fantasia e il cuore dei tifosi è ovviamente quello dell’attaccante. L’Arezzo in questa sessione invernale è alla ricerca di due profili: un centravanti di stazza che completi l’organico, che aumenti il livello tecnico del reparto e s’inserisca all’interno del gruppo senza problemi, e un centrocampista che porti muscoli e centimetri.

 

Il primo nome che in questi giorni è circolato è quello di Andrea Bianchimano e si tratta di un obviettivo concreto, reale. Lombardo di Carate Brianza, classe ’96, è attualmente in forza al Perugia, dove è sotto contratto fino al 2022. Cresciuto nell’Olginatese in D (nella stagione 2013-14 si mette in luce con 8 reti), passa al Milan Primavera, dove però non riesce a imporsi. Nel 2016 va alla Reggina. La prima stagione si chiude con 4 reti, il Milan lo molla, lui resta in Calabria, ma il campionato scorso è quello della consacrazione: 9 reti in 25 presenze (frenato da un infortunio a inizio stagione). L’ottima annata gli vale la chiamata del Perugia e un contratto pluriennale. Fino a oggi, però, in Umbria solo pochi minuti tra campionato e Coppa. Attaccante forte fisicamente, abile nel gioco aereo (dall’alto del suo metro e 96), generoso, sa sacrificarsi anche per i compagni. I buoni rapporti tra le società e la voglia del ragazzo di trovare spazi importanti potrebbero favorire la trattativa. All'Arezzo porterebbe anche minutaggio per la legge Melandri, il che è un altro punto a favore.

 

Altro under, anche lui classe ’96, che potrebbe entrare nei radar amaranto è Alessandro Piu, attaccante originario di Udine, di proprietà dell’Empoli, ma in prestito al Carpi. Cresciuto nel florido vivaio empolese, con cui ha esordito in A e con cui, la scorsa stagione, ha contribuito alla vittoria del campionato con 13 presenze e una rete, decisiva, nel pareggio con lo Spezia. Ex nazionale under 21, mancino puro, è in grado da agire sia da esterno che da attaccante centrale o da seconda punta. E' un talentino che deve compiere il definitivo salto di qualità, ma in questa stagione, a Carpi, è stato fermato da un operazione per un ernia inguinale, da cui però ha già recuperato. Potrebbe essere un ulteriore affare sull’asse Empoli-Arezzo, dopo quelli di Benucci, Buglio, Zappella e Zini di questa estate.

 

Jefferson in gol contro l'Arezzo nello scorso campionatoDi nomi stimolanti per la serie C e con le caratteristiche richieste, ce ne sono diversi, anche se il dg Ermanno Pieroni, proprio oggi, ha scritto su Facebook: ''il mercato vero si farà nell’ultima settimana di gennaio. Ieri a Milano c’erano solo giornalisti e nessun addetto ai lavori. Per ora molti contatti, chiacchiere e idee varie. Di concreto zero assoluto''.

Una strada interessante per il mercato amaranto però potrebbe portare verso Padova. I biancoscudati hanno in uscita due attaccanti che in C hanno spesso fatto bene: Matteo Chinellato e Marco Guidone. Il primo è classe ’91, incrociato dall’Arezzo quando vestiva la maglia del Como (le sue migliori annate a livello realizzativo in carriera). È in cerca di rilancio dopo un paio di passaggi a vuoto con i veneti e in precedenza con l’Alessandria. 

Guidone invece è attaccante scafato in terza serie (nato a Milano nell’86), spesso in doppia cifra in carriera, che lo scorso anno ha contribuito alla promozione in B dei patavini con 9 reti. Forte fisicamente, abile di testa, lottatore nato, ha anche spiccate doti caratteriali.

 

In conclusione, giusto per completezza d'informazione, segnaliamo altri due giocatori sul mercato: Jefferson Andrade Siqueira, più semplicemente Jefferson (Monza) e Simone Magnaghi (Pordenone), entrambi in uscita dai loro club di appartenenza. Il brasiliano è tecnicamente abile ma con un neo, i numerosi infortuni che lo hanno frenato in carriera. Magnaghi (’93), cresciuto nell’Atalanta, in carriera non è mai andato in doppia cifra, ma ha colpi importanti e una grossa voglia di rivalsa.

 

scritto da: Mauro Guerri, 04/01/2019





I gol di Bianchimano, obiettivo dell'Arezzo

comments powered by Disqus