Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 31a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pro Patria3-0tavPro Piacenza
Alessandria00Virtus Entella
Carrarese30Arezzo
Novara13Cuneo
Olbia01Pisa
Pro Vercelli40Arzachena
Albissola11Gozzano
Siena10Lucchese
Piacenza10Pistoiese
Pontedera10Juventus U23
MONDO AMARANTO
Tommaso, Riccardo e Claudio
NEWS

Mercato, parla Testini: ''Remedi ci porta esperienza e fisicità. Per l'attacco abbiamo più nomi''

Intervista al direttore sportivo a tre settimane dalla chiusura della campagna trasferimenti. L'Arezzo cerca un centravanti (''Bianchimano ci piace ma non è il solo'') e prova anche a sfoltire la rosa (''Cenetti ha diverse opzioni, decideremo insieme. Su Salifu ci prendiamo un altro po' di tempo per valutare''). Ma gli affari si faranno alla fine: ''Ha ragione Pieroni, sarà decisiva l'ultima settimana''



Emiliano Testini, 42 anni compiuti ieri, direttore sportivo amarantoNon c'è soltanto il mercato in entrata che assorbe energie e tempo. Altrettanto importante, per l'Arezzo, è il mercato in uscita: la rosa per il momento conta 34 giocatori, contando tutti ma proprio tutti, e va necessariamente sfoltita. Anche perché il 35esimo è già aggregato al gruppo, in attesa dello svincolo, e quindi bisogna muoversi. Con Emiliano Testini, il direttore sportivo, abbiamo fatto il punto della situazione a tre settimane dalla chiusura della campagna trasferimenti.

 

Cominciamo da Cenetti, l'addio più dibattuto e anche più diluito nel tempo visto che il giocatore è fuori lista dall'estate. Dove andrà?

Stiamo valutando insieme. Albissola resta una destinazione plausibile ma Giacomo ha anche altre opzioni. Decideremo a breve.

Come e dove verrà sfoltito l'organico?

Cercheremo di sfoltire con intelligenza. Belvisi è fuori lista anche lui ed è giusto che vada a giocare. Poi abbiamo alcuni under che non stanno trovando spazio, quindi proveremo a piazzarli: mi riferisco a Mosti, Choe e Stefanec, che dovrebbe rientrare al Verona. In uscita c'è pure Danese, anche perché in difesa potremo finalmente tesserare Nije.

E Salifu? 

Vediamo, ci prendiamo tutto il tempo necessario per valutare nel modo migliore. E' vero che mancano tante partite, che potremmo avere la coda dei play-off, però ci serve gente pronta ed efficiente. Salifu è un giocatore di livello assoluto, ci stiamo riflettendo.

Remedi possiamo considerarlo un acquisto fatto?

Indicativamente sì, anche se fino al pronunciamento del collegio arbitrale non si può mai dire. Domani ne sapremo di più.

Cosa porta Remedi a questa squadra?

Esperienza, serietà, fisicità. Ha giocato campionati importanti, si è inserito bene nel gruppo, lo avevamo messo tra gli obiettivi e la situazione che si è creata ci ha consentito di prenderlo subito.

Il modulo di base resterà il 4-3-1-2?

Questo lo deciderà il mister. Remedi comunque ha corsa, temperamento e una buona tecnica di base. Se il trasferimento andrà in porto, non sarà disponibile per la trasferta di Vercelli perché deve ancora scontare una delle due giornate di squalifica che prese contro di noi. Ci sarà per Arezzo-Pisa.

La pista Bianchimano resta aperta?

Sì, è un attaccante che ci piace. E' un '96, ha già fatto gol in C, ma non interessa soltanto a noi. E comunque non è il solo che potrebbe fare al caso nostro, abbiamo anche altri profili da vagliare.

In estate si era parlato di Gori della Fiorentina. Potrebbe tornare in ballo?

E' un giovane molto interessante, è al Foggia in serie B. Molto dipende anche dalla volontà dei calciatori.

Pieroni ha detto che tutto si muoverà nell'ultima settimana. E' così?

Ha ragione, il mercato di gennaio non è come quello estivo, qua bisogna stare con gli occhi aperti e sfruttare le occasioni che si creano. Oggi c'è uno scenario, domani magari cambia tutto. Ma noi sappiamo cosa dobbiamo fare.

 

scritto da: Andrea Avato, 10/01/2019





comments powered by Disqus