Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 35a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carpi41Matelica
Fano01Modena
Fermana14Feralpi Salò
Padova10Gubbio
Perugia21Triestina
Samb02Cesena
Arezzo42Vis Pesaro
Mantova02Legnago
Sud Tirol20V. Verona
Imolese02Ravenna
MONDO AMARANTO
Massimiliano e una maglia per ricordo
NEWS

Arezzo, che partita: domina, si addormenta e poi dilaga. Finisce 7-3, esonerati Volpi e Cianciulli

Apre Rubechini, poi doppietta di Cissé e rigore di Caligiuri. Segna anche Borgogni, ma Alterio e Brescia riportano avanti l'Orvietana. Nel finale ci pensa Raso con una tripletta a chiudere i giochi. Espulso Crescenzo nel recupero per fallo di reazione. Il Pontedera con il pareggio di Viterbo è matematicamente certo del primo posto e sabato gli amaranto vanno a sfidarlo



Mario Raso, con la tripletta di oggi è a quota 15 gol stagionaliNelle prime battute di gioco è l'Orvietana a farsi vedere maggiormente in zona d'attacco, complice una classifica che necessita di punti per la salvezza. Caligiuri tra le linee crea qualche problema di troppo a Mautone e Ciasca almeno nel primo quarto d'ora, prima che i due riescano a prendergli le misure. Dopo 3' è proprio Caligiuri a innescare Alterio che dal limite manda a lato calciando debolmente. Al 12' l'Orvietana ci prova con un calcio di punizione di Maruggi, ma Dolci è attento e si distende. Bacis invita i suoi alla calma, soprattutto a non lanciare lungo dalla difesa dopo aver recuperato palla e alla prima occasione utile gli amaranto passano. Al 20' Mautone allarga sulla sinistra per Rubechini che si accentra e di destro batte Pasquini non esente da colpe nella circostanza. Dopo il vantaggio agli amaranto sembra bastare davvero poco per mettere pressione ai biancorossi. Al 33' Raso addomestica un pallone sulla trequarti e trova il corridoio giusto dove servire Cissé che a tu per tu con Pasquini insacca di sinistro il 2 a 0. L'Orvietana sbanda e l'Arezzo inzia a prendere le redini del centrocampo soprattutto con un Mautone che si fa rispettare senza alcun timore come al 40', quando tiene palla in mezzo a due avversari prima di partire verso la porta di Pasquini e servire l'accorrente Bozzoni il cui destro al volo è respinto dai pugni del numero uno avversario. Poco prima però c'è da registrare l'occasione per l'Orvietana sventata da Mencarelli nella propria area di rigore, dopo che lo stesso terzino sinistro aveva perso malamente palla a centrocampo. Nella ripresa la musica sembra non cambiare. Dopo appena 5' Pucci su punizione trova la deviazione di Cissé che firma la sua personale doppietta e il 3 a 0 degli amaranto contro una Orvietana uscita dal campo dopo aver subito la prima rete. Bacis, sicuro ormai del risultato, toglie Mautone e inserisce Crescenzo a centrocampo, ma la partita di lì a poco tornerà ad animarsi. Dopo aver sfiorato il 4-0 con il neo entrato, l'Orvietana trova il suo primo gol con Caligiuri sul calcio di rigore decretato per il fallo di mano in area di Secci. Gli amaranto rispondono subito con Borgogni che insacca la respinta di Pasquini sul colpo di testa di Crescenzo, ma per i titoli di coda è ancora troppo presto. Al 68' un lancio dalle retrovie pesca Alterio che, arrivato davanti a Dolci, deposita il pallone in rete. Sessanta secondi dopo c'è gloria anche per Brescia che fulmina dal limite Dolci per il 4 a 3 facendo venire qualche brivido ai tifosi amaranto del Comunale che iniziano a temere una beffa firmata Tommaso Volpi. Ci pensa però Mario Raso in meno di un quarto d'ora a riportare tutti alla calma. Prima l'attaccante laziale si invola in contropiede da metà campo, evita due avversari prima di battere Pasquini dal limite. Due minuti dopo è il solito Mencarelli a pescare in area di rigore la testa di Raso per il 6 a 3 provvisiorio, visto che all'89' il pallonetto del capocannoniere amaranto firma il 7 a 3 finale. In pieno recupero fallo di reazione di Crescenzo su Frizzi e cartellino rosso per il centrocampista.

 

Tommaso Volpi esonerato dopo la debacle del ComunaleIn serata l'Orvietana ha annunciato l'esonero sia dell'allenatore Tommaso Volpi che del diesse Mario Cianciulli. Il presidente biancorosso Roberto Biagioli, al sito www.orvietosport.it, ha detto: “Non è stata una decisione improvvisa, già domenica contro la Viterbese avevo visto cose che mi erano piaciute poco, per la prima volta non ero infatti sceso negli spogliatoi. Ho voluto soprassedere perché c’era una partita dopo pochi giorni, ma ad Arezzo è andata in scena la stessa cosa. Mi pare chiaro che molti giocatori non seguivano più l’allenatore ed eccoci di nuovo ad un esonero a poche giornate dal termine, la matematica dice che possiamo ancora salvarci direttamente, poi se bisognerà fare i playout preferisco farli in altre condizioni. Con la squadra che abbiamo dovevamo essere già salvi da un mese. Ho già parlato con qualche senatore del gruppo, domani al campo parlerò con tutti. Chi sarà il nuovo allenatore? Non possiamo che optare per una soluzione interna, ci voglio dormire sopra una notte, ma penso di aver già deciso, domani saprete tutto. Io non posso che confermare le parole che ho già detto, devo solo ringraziare tutti i calciatori che in condizioni difficili continuano ad impegnarsi, sanno che io mantengo le promesse e che tutto quello che avevo detto è stato mantenuto, per il futuro ci stiamo attrezzando, ovvio che sono rimasto da solo ed è difficile, come dappertutto d’altronde, appena ieri ho parlato con ben 5 presidenti e a quanto pare ero quello che aveva pagato più stipendi di tutti. Sono e resto fiducioso”.

Queste invece le parole di Tommaso Volpi“Non me lo aspettavo, ma per certi versi mi hanno anticipato, volevo chiamarlo io Biagioli visto come ho trovato la squadra scarica mentalmente. Io i giocatori li vedo tutti i giorni, non ho mai registrato nessun problema tra il gruppo e il sottoscritto, il problema era la situazione economica. Magari quando vanno in campo non ci pensano, ma ogni giorno per mesi tanti atleti hanno piccoli o grandi problemi quotidiani che non si possono risolvere in queste situazioni e influenzano mentalmente il loro stato. Da quando, dopo dicembre, sono cominciati a saltare i rimborsi è stato molto più difficile guidarli, ultimamente poi le cose sono peggiorate. Tanti allenamenti potevano saltare, tanti giocatori devono prima pensare alle proprie famiglie che alla tattica, poi per carità in campo la domenica magari lottano e si sacrificano come è accaduto a Ponte San Giovanni. Io ho sentito poco fa Caligiuri, Ciccone e Caccavale, sono tutti cascati dalle nuvole. Cosa dico alla squadra? Che secondo me si può salvare senza playout, dico a tutti, anche ai giocatori più vicini a me, di continuare a lottare ma anche di tutelarsi perché se prima ci potevo essere io a mediare con la società per garantire loro gli ultimi rimborsi, ora ci devono pensare da soli. Ad Orvieto non sono mai stato accettato, né dal pubblico, né da certa critica, neanche da qualche dirigente. Ma io penso di aver fatto comunque un buon lavoro”.

 

AREZZO (4-4-2): Dolci; Secci, Pucci, Pecorari, Mencarelli; Bozzoni, Mautone (9' st Crescenzo), Ciasca, Rubechini (32' st Locatelli); Raso, Cissé (16' st Borgogni).
A disposizione: Scarpelli, Chiarini, Macellari, Idromela.
Allenatore: Michele Bacis.
ORVIETANA (4-3-1-2): Pasquini; Curri, Caccavale, Ciccone, Frizzi; Montagnolo (1' st Brescia), Francesconi, Maruggi; Caligiuri; Calcagni (1' st Graziani), Alterio.
A disposizione: Del Gobbo, A. D’Andrea, Canonico, Di Gioacchino, Placido.
Allenatore: Tommaso Volpi.
ARBITRO: Strippoli di Bari (Annunziata – Muto).
RETI: pt 20' Rubechini, 33' Cissé; st 5' Cissé, 19' Caligiuri rig, 21' Borgogni, 22' Alterio, 23' Brescia, 35' Raso, 37' Raso, 44' Raso.
Note: spettatori presenti 775 (117 paganti più 658 abbonati), incasso di 5.033 euro. Recupero: 0' + 4'. Angoli: 5 a 3 per l'Arezzo. Ammoniti: pt 8' Mautone, 27' Curri, 37' Caligiuri; st 19' Secci, 33' Ciccone, 38' Alterio. Espulso Crescenzo al 48' st per fallo di reazione.

 

scritto da: Matteo Marzotti, 25/04/2012





Arezzo-Orvietana 7-3, interviste in sala stampa

Arezzo-Orvietana 7-3
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Ghibellino_Amaranto, il 25/04/2012 alle 11:03

Foto Commenti

siamo matematicamente secondi...usiamo queste 3 ultime partite per prepararci al meglio per i play-off...abbiamo l'occasione di far rifiatare chi è stanco,di recuperare chi non è al meglio e di tenerci mentalmente pronti per quello che ci aspetta...vediamo di non sprecare questa grossa possibilità che i play off van vinti!!!!

Commento 2 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 17:46

Foto Commenti

Non che ce ne debba fregare qualcosa, ma insomma un po' mi frega, visto la prepotenza che hanno usato contro di noi e soprattutto il ricorso che hanno fatto: la Sansovino è quasi matematicamente retrocessa...non matematicamente, perche' con lo Zagarolo è in parita' perfetta come scontri diretti, ma ha una miglior differenza reti totale 8credo conti questo?).

Per quel che riguarda il Pontedera, sono felice che oggi abbia raggiunto la matematica promozione, ci saremmo troppo mangiati le mani se fossimo andati a Pontedera con la possibilita' ancora di farcela. Certo sara' abbastanza triste dover assistere alla loro festa.....

Commento 3 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 20:43

Foto Commenti

Ho rifatto i conti e credo che la Sansovino sia retrocessa matematicamente. Infatti anche se le vincesse entrambe e raggiungesse lo Zagarolo a 31 punti (e quindi fosse terzultima per la differenza reti) arriverebbe al massimo a 10 punti dalla sestultima (che in questo momento è il Flaminia con 41) e quindi non si disputerebbero i play out. Solo lo Zagarolo e il Castello hanno ancora la possibilita' di giocare i play out, arrivando terzultimi.

Commento 4 - Inviato da: Giotto, il 25/04/2012 alle 21:02

Foto Commenti

Purtroppo in questa giornata ricca di gol per gli amaranto, dobbiamo registrare brutte delusioni non solo dal nostro campionato (Pontedera promosso), ma anche dalla Lega Pro, dove i merdugini sono stati promossi in Prima divisione, vincendo 3-1 a Fano. Notizie di cui mancava solo l'ufficialità, quindi poche sorprese.

Comunque adesso tocca a noi: forza Arezzo, torna grande!!!!!!!

 

Commento 5 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 21:03

Foto Commenti

Per gli amanti delle statistiche: s'erano mai fatti 7 gol?? io che seguo dal 73, mi ricordo molti 6 a qualcosa, ma nessun 7!

Commento 6 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 21:19

Foto Commenti

 merdugini sono stati promossi in Prima divisione

e anche il Perugia ci ha messo solo due anni a tornare su, come lo Spezia (che quest'anno torna addirittura in B....forse anche direttamente senza play off)!

Commento 7 - Inviato da: RICK57, il 25/04/2012 alle 21:27

Foto Commenti

L'intervista a Volpi la dice lunga del personaggio....

Invece di avercela con i suoi , se l'è presa con l'Arezzo tacciato di antisportività per aver continuato a segnare----- E' un personaggio squallido, lo sapevamo, ma lui ha voluto evitare di essere smentito.

Una domanda a questo tizio... 

L'Arezzo ha continuato a giocare e a segnare sul 4 a 3..... la sua squadra... giustamente, lo ha fatto sul 4 a 1.. bella reazione di orgoglio...... MA SU COSA SI ARRAMPICA? 

Allora dopo aver rispettato i suoi giocatori, mi sento di dirgli

"VOLPI !!!! SETTE PAPPINE E A CASA!!!!!!!! TIE'!! "

Commento 8 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 21:33

Foto Commenti

Che poi mi hanno detto (non ho ancora sentito o letto niente) che ci avrebbe accusati di non aver fatto altrettanto e anzi di aver perso con Pierantonio e Todi. Ehh infatti s'e' fatto apposta!!! Ci s'e' perso il campionato, per aver perso scioccamente quelle due partite!

Che personaggio squallido!!

Commento 9 - Inviato da: RICK57, il 25/04/2012 alle 22:30

Foto Commenti

Volpi esonerato? Allora si salvano...... Son contento per quei ragazzi..... Bravo Presidente, anche se un errore lo ha fatto..... Assumendo Volpi.....che sta al calcio come Malgioglio sta a Belen.....

Commento 10 - Inviato da: RICK57, il 25/04/2012 alle 22:40

Foto Commenti

E io che per ridere un po' guardavo Zelig......

Commento 11 - Inviato da: Marco Bianchi, il 25/04/2012 alle 22:41

Foto Commenti

Che rabbia vedere il Perugia salire in C1 e lo Spezia probabilmente in B.
Ma noi torneremo, torneremo più forti che mai... "Arezzo colore amaranto, nel cielo c'è l'eco di un canto... Arezzo non temere che tanto per noi la più forte sei tu..."

Commento 12 - Inviato da: Amaranta, il 25/04/2012 alle 23:00

Foto Commenti

In serata l'Orvietana ha annunciato l'esonero sia dell'allenatore Tommaso Volpi che del diesse Mario Cianciulli

Aloooo', ma questi son peggio di Mancini!!!! Surprised

Commento 13 - Inviato da: RICK57, il 25/04/2012 alle 23:47

Foto Commenti

Per dirti CRI.... Nemmeno il peggior Mancini avrebbe preso Volpi.....

Commento 14 - Inviato da: frick, il 26/04/2012 alle 00:05

Foto Commenti

Per Amaranta:

Serie C 1950-51 Arezzo - Le Signe 7-1

IV Serie 1952-53 Arezzo - Colligiana 7-1

Serie C 1959-60 Arezzo - Carbonia 7-1

Serie C 1964-65 Arezzo - Grosseto 7-2.

Commento 15 - Inviato da: Amaranta, il 26/04/2012 alle 00:34

Foto Commenti

Appunto, da quando seguo  io, non s'erano mai viste 7 reti. Grazie, frick!

Commento 16 - Inviato da: Libanese , il 26/04/2012 alle 08:47

Foto Commenti

Persone    INTELIGENTI non dovrebbero  nemmeno  prendere in considrazione  le parole  dette  da uno  sconosciuto  (  e chi  è  Volpi  ? 

Un emerito nessuno come tanti , o  vi ha  fatto  qualche cosa  di grave ?)

Complimenti signori.

Una cosa sola ha detto  giusta, i giocatori che ha  l' Arezzo  non c'è li ha nessuno nel nostro girone , e siamo arrivati  secondi a 9  punti  dal Pontedera .

Commento 17 - Inviato da: RICK57, il 26/04/2012 alle 13:36

Foto Commenti

Ma complimenti di che? Va ia va ia va ia!!!!! Intanto , anche se conta poco i punti adesso sono sette. E poi uno che viene a insultare a casa nostra mi sta sugli organi di riproduzione maschile ok? E comunque non sono il solo dato che il suo presidente gli ha dato un bel calcio nella parte piu' nobile di questo signore..... Claro o?

Commento 18 - Inviato da: RICK57, il 26/04/2012 alle 13:37

Foto Commenti

...e comunque io sono una persona intelligente, anche se ho preso in considerazione le parole di questo tizio.......... a prescindere...".