Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 28a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pro Piacenza0-3tavNovara
Gozzanosab16.30Alessandria
Arezzodom14.30Olbia
Arzachenadom14.30Cuneo
Carraresedom14.30Pontedera
Juventus U23dom14.30Lucchese
Pro Patriadom14.30Albissola
Pro Vercellidom14.30Pisa
Virtus Entelladom14.30Piacenza
Pistoieselun20.45Siena
MONDO AMARANTO
Luigi in Egitto
NEWS

Eppure era stata una prestazione super. Serrotti devastante, esordio con gol per Rolando

L'Arezzo, prima del clamoroso crollo finale, aveva dominato il derby, con il trequartista autore del primo gol e costantemente nel vivo del gioco. Buglio e Foglia molto bene a centrocampo, prodezza di talento puro per Cutolo, Brunori utilissimo anche senza segnare. Ingenuo e determinante in negativo il fallo da rigore di Salifu



il secondo rigore trasformato da GubertiLe pagelle di Arezzo-Siena.

SERROTTI 8 Una prestazione mostruosa, la migliore dell'annata. Si piazza tra le linee e gli avversari non lo prendono. Poi lui è bravissimo a ricevere palla e girarsi, andando viso a viso con i difensori. Il gol, il primo al Comunale, è figlio di un inserimento a tutto gas che spacca la linea arretrata bianconera. Ottimo e abbondante nel distribuire palla, generoso nei ripiegamenti. Avrebbe meritato di festeggiare con i tre punti.

PELAGOTTI 7 Indirizza il derby dalla parte giusta, ipnotizzando Gliozzi nell'unica palla gol ospite del primo tempo. Si ripete sul colpo di testa ravvicinato di Fabbro nella ripresa, poi deve inchinarsi alla freddezza di Guberti, primo rigorista a freddarlo in stagione. Sulla stilettata di Arrigoni, non può nulla. 

PINTO 7 Non stecca nemmeno nel derby. Di testa, di piede, in impostazione, in contrasto: poche ansie e una sicurezza che è il suo marchio di fabbrica.

SALA 7 Manda in crisi Pedrelli, assaltandolo e bucandolo spesso alle spalle. Difende, contrasta, spinge, arriva più volte fin dentro l'area avversaria, anche se la rifinitura decisiva non è mai quella giusta. Assist per il 2-0 di Cutolo, palla recuperata con la bava alla bocca per il tris di Rolando. Fuori posizione nell'azione rocambolesca del 3-3, altissimo sulla trequarti con Salifu che arriva tardi a coprirlo.

BUGLIO 7 Le sirene del mercato hanno cantato a lungo ma non l'hanno distolto dai suoi compiti. Soffre un po' il cambio passo di Zanon, rischia l'ammonizione che farebbe scattare la squalifica, però palleggia che è un piacere, apre il gioco, manda in porta Serrotti e avvia l'azione del raddoppio. Dal Canto lo tira fuori sul 3-0, come logica imponeva (st 24' Remedi 6 Entra bene, ringhiando sui senesi come da indicazioni della panchina. Suo il fallo di mano, assolutamente colposo, che riapre la partita). 

FOGLIA 7 Come nel magic moment dell'andata. Corsa, pressing, ribaltamento dell'azione, Bulevardi costretto a subire e rinculare. Esce per crampi dopo essersi spremuto come un limone (st 35' Benucci ng La partita a quel punto gli passa sopra la testa, ingiudicabile la sua prova).

CUTOLO 7 Dal Canto l'aveva invocato alla vigilia e il capitano risponde presente. Viene dietro a fare l'uno-due con i compagni, s'infila negli spazi, buca la linea bianconera con movimento perfetto e timbra il raddoppio con un cucchiaio da uomo di classe qual è (settimo in stagione). Quando esce tra i battimani dei tremila, benedice l'ingresso di Rolando e i risultati si vedono subito (st 17' Rolando 7 Debutta, prende il primo pallone, punta l'avversario, lo salta col doppio passo e mette il diagonale di destro nell'angolino. Applausi).

PELAGATTI 6.5 Gliozzi non pervenuto, Fabbro al tiro in due circostanze estemporanee, Aramu costretto a girare largo. Tiene la difesa alta, si fa sorprendere soltanto una volta nel primo tempo, con Gliozzi in dubbio offside. Per il resto, le prende tutte, compreso il cross di Pedrelli al 90' che lui allunga proprio sul destro di Arrigoni. 

BRUNORI 6.5 Non segna per la quinta partita di fila, ma lavora come un pazzo per la squadra ed è lui a suonare la carica. Pronti via e scalda le mani a Contini, gioca sempre sul filo del fuorigioco e la difesa del Siena lo soffre ogni volta che attacca gli spazi. Oggi è meno lucido nel gestire le scelte finali, tiro e assist gli restano nel piede. Però è un moto perpetuo (st 35' Butic ng Esordisce sul 3-0, esce sul 3-3 facendo suo malgrado lo spettatore).

LUCIANI 6 Motivato, battagliero, dinamico. Un bel derby, sporcato in parte dall'esitazione sul gol del 3-3, quando si schiaccia dentro l'area e lascia Arrigoni troppo solo. 

SALIFU 6 Parte così così, cresce, prende in mano il centrocampo, sradica palloni dai piedi bianconeri, poi flette nel finale. E purtroppo il fallo da rigore su Aramu, ingenuo e avventato, è il vero episodio che rimette in bilico il derby.

 

scritto da: Andrea Avato, 03/02/2019





Arezzo-Siena 3-3, intervista ad Alessandro Dal Canto

Arezzo-Siena 3-3
comments powered by Disqus