Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Elisa a Lisbona
NEWS

Ricordi, niente pedatoni, capelli rossi e attributi, sbadataggine, il coro di voci bianche

Spariti i tifosi amaranto dagli spalti, sono spariti anche i giocatori dal rettangolo di gioco. L'Arezzo si è fatto sconfiggere, aggredire, sovrastare e deridere senza trovare mai la forza per piazzare una botta d'orgoglio o tirare fuori un rigurgito di virilità: né un'entrata più ardita, né un gomito più alto, né un contrasto più ruvido. Il Pontedera invece, dopo aver vinto 4-2 all'andata, ha stravinto 3-0 al ritorno: risultati che non mentono



i giocatori del Pontedera avevano t-shirt celebrative e i capelli rossiA Pontedera, il 12 ottobre 1997, Lauro Minghelli venne espulso e abbandonò il campo. Per sempre, perché poi la malattia prese inesorabilmente il sopravvento. Ieri, a distanza di quasi 15 anni, l’Arezzo è tornato in quello stadio e poco dopo la metà del primo tempo i tifosi amaranto hanno compiuto lo stesso, simbolico gesto, prendendo il cancello e imboccando l’uscita. In gradinata hanno lasciato due striscioni, uno dei quali proprio in memoria di Lauro.
Il caso ha voluto che non appena i tifosi sono spariti dagli spalti, i giocatori dell’Arezzo sono spariti dal terreno di gioco. Macellari ha rifilato una calcagnata a Magnani in piena area di rigore e il centravanti, dal dischetto, ha arpionato la partita. Di lì in poi, è stata festa per quelli del posto, attirati al “Mannucci” grazie al biglietto a offerta libera. Non erano nemmeno tanti per la verità, ma se la sono goduta senza badare né alla banda che aveva suonato così così né alla scaletta delle celebrazioni, più da sagra paesana che da evento calcistico. Alla fine la cosa più bella del Pontedera è proprio il Pontedera, cioè la squadra, che gioca a memoria e sembra avere dodici o tredici uomini in campo piuttosto che gli undici consentiti. Una belva Magnani, un metronomo Agnorelli, un signor centrocampista Carfora e una colonna Vettori, quello che all’andata aveva sbeffeggiato la curva Minghelli portandosi la mano all’orecchio dopo la vittoria per 4-2. Ce fosse stato uno, dei giocatori dell’Arezzo, a rifilargli un sano pedatone nella tibia. O perlomeno, ce ne fosse stato uno a rendere dura la vita all’avversario di tutta un’annata.
Macché. Appena beccato il primo gol, il solito Arezzo degli ultimi otto mesi ha rifatto capolino, quasi scusandosi per aver disturbato la festa promozione. Si è messo in un cantone e ha mostrato prima una guancia, poi l’altra, prendendo sberle da ogni dove. E meno male che Bibba, Rosati, Arrighini e tutti gli altri, oltre che il cuoio capelluto colorato di rosso, avevano ancora il calice di prosecco in mano. Fosse stata partita vera, poteva venire fuori un massacro sportivo. Invece è finita “solo” 3-0.
Un Arezzo incolore, inodore e insapore ha recitato il ruolo della comparsa come meglio non avrebbe potuto, senza tirare mai in porta e senza nemmeno un rigurgito di virilità. Magari un’entrata un po’ più ardita, un gomito leggermente più alto, un contrasto appena più ruvido. Niente di niente. E che dire delle punizioni di Carfora? Dopo averne parlato e discusso per mesi interi, Vettori a momenti fa gol proprio su uno schema da palla inattiva. Dopo 5 minuti. La sbadataggine si paga e infatti Magnani il 2-0 l'ha segnato di giustezza dopo il solito calcio piazzato e la solita gara a chi faceva meglio la bella statuina.
Piatta come l’encefalogramma di un cadavere, la squadra che sognava di vincere il campionato si è fatta sconfiggere, aggredire, sovrastare e deridere. E’ vero che il risultato ormai contava poco, ma perlomeno una botta d’orgoglio si sperava venisse a galla. Neanche quella. Il plotone dai capelli rossi spingeva e i giovanotti in maglia bianca erano al muro, barcollanti come condannati alla pallottola fatale.
Una cosa comunque è finalmente chiara: 4-2 all’andata, col freddo e col buio, e 3-0 al ritorno, col caldo e con il sole, sono risultati che non mentono. Il Pontedera è una squadra che ha qualità e attributi. L’Arezzo è un coro di voci bianche.

 

articolo pubblicato sul Nuovo Corriere Aretino

 

scritto da: Andrea Avato, 29/04/2012





Pontedera-Arezzo 3-0, le immagini della partita

Pontedera-Arezzo 3-0
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: alfa, il 29/04/2012 alle 09:13

Foto Commenti

ahahahahahLaughing l'ho visto solo ora il nome che compare nella maglia di quel ragazzotto del Pontedera nella foto sopra...beh, come dargli torto! Speriamo Martucci si ravveda e cerchi un Allenatore per l'anno prossimo.

Commento 2 - Inviato da: kevin76, il 29/04/2012 alle 09:47

Foto Commenti

Un grosso applauso ai tifosi amaranto che si sono fatti questa trasferta per commemorare Lauro Minghelli. Onore alla sua memoria anche da parte di un tifoso granata.

Commento 3 - Inviato da: Paul, il 29/04/2012 alle 10:14

Foto Commenti

Della partita di ieri rimane il gesto dei tifosi Amaranto, gli striscioni, in particolar modo la dedica a Lauro Minghelli, che li ha giocato l'ultima partita con la nostra maglia. Siete stati GRANDI!


Commento 4 - Inviato da: aloee, il 29/04/2012 alle 10:15

Foto Commenti

io mi fido dell'AMARANTA che si fida di Martucci e spero che il grande scopritore di talenti  confermi i mister più preparato della terra ,quello che sa infondere una incredibile  carica ai giocatori, quello umile che ammette i propri errori e non cerca mai scusanti tipo campi stretti e  squadra avversaria che fa catenaccio , quello che fa giocare la squadra  a mezzo tocco ,che non sbaglia mai un cambio soprattutto degli under, insomma io mi fido dell'Amaranta ,che si fida di Martucci che si fida  di Ba..............CIS

Commento 5 - Inviato da: Libanese , il 29/04/2012 alle 10:32

Foto Commenti

fidarsi è bene non fidarsi è meglio.

Vogliamo un MR Con i contro coglioni.

Commento 6 - Inviato da: RICK57, il 29/04/2012 alle 11:13

Foto Commenti

L'AREZZO E' UN CORO DI VOCI BIANCHE.... Vorrei che da quest'ultima, azzeccatssima, frase di Andrea, la societa' prendesse spunto per creare la squadra del futuro.... Questa, di futuro, ne ha quanto Rita Levi Montalcini....

Commento 7 - Inviato da: piccolo 93, il 29/04/2012 alle 11:35

Foto Commenti

La cosa più bella di ieri sono stati gli i ragazzi della curva con i loro striscioni, emozionante quello per Minghelli, ironico quello sul pontedere e secondo me qualcuno di li ancora non ha ben capito il senso!! BRAVI RAGZZI!!!

Commento 8 - Inviato da: bravoo, il 29/04/2012 alle 12:20

Foto Commenti

e una bega grossa...la difesa va rifatta da capo..troppi goal presi....

Commento 9 - Inviato da: baicol, il 29/04/2012 alle 12:31

Foto Commenti

Ancora non ho capito che squadra abbiamo, siamo quelli forti che stravincono le partite o quelli che manco scendono in campo? Di sicuro ci manca personalità, ma anche quella ce la devono avere i giocatori o gliela deve dare il mister? Cercasi soluzione a questi enigma per affrontare i play off e programmare la prossima stagione...in qualunque categoria

Commento 10 - Inviato da: ciabu, il 29/04/2012 alle 12:54

Foto Commenti

io però continuo a non condividere l'abbandono della partita da parte dei tifosi. gesto simbolico molto bello in memoria di Lauro per carità, ma per me ha significato anche lasciare la squadra da sola, per l'ennesima volta. troppe volte in questa stagione è successo e non mi piace proprio.

Commento 11 - Inviato da: scossa, il 29/04/2012 alle 14:14

Foto Commenti

Kevin76 ti ringrazio della citazione...dalla stadio non avevamo capito il motivo dell'uscita anticipata dei tifosi amaranto, ma ora che l'avete spiegato vorrei estendere un plauso a tutti quei ragazzi che sono usciti anzitempo e che hanno affisso quello striscione, visto che ho vissuto in famiglia una malattia simile a quella di Lauro.

Riguardo il secondo striscione era molto simpatico con le scritte originali dei ciclomotori pubblicizzati e non aveva nulla di offensivo..non capisco perchè la polizia lo abbia tolto.

Un saluto e un bocca al lupo per i play off da un vecchio cuore granata e da quest'anno anche simpatizzante dell'arezzo.

Commento 12 - Inviato da: sosempretuttoio, il 29/04/2012 alle 14:14

Foto Commenti

ciabu questa squadra è il risultato del lavoro svolto da questa società,APPROSSIMATIVO.....

speriamo per il prossimo anno.........con un mister che tira i "thermos" e si prende le sue responsabilità!Money mouth

Commento 13 - Inviato da: sosempretuttoio, il 29/04/2012 alle 14:14

Foto Commenti

ciabu questa squadra è il risultato del lavoro svolto da questa società,APPROSSIMATIVO.....

speriamo per il prossimo anno.........con un mister che tira i "thermos" e si prende le sue responsabilità!Money mouth

Commento 14 - Inviato da: classe69, il 29/04/2012 alle 14:40

Foto Commenti

Nemmeno l'orgoglio è rimasto (anzi non c'è mai stato) la squadra è mentalmente e fisicamente a terra, molte volte ha dato l'impressione che quando è sotto nel risultato aspetti solo il triplice fischio!!! Molti già hanno staccato la spina e qualche altro è arrivato al capolinea della carriera ( mi auguro che se ne sia accorto da se)!!!

Commento 15 - Inviato da: ciabu, il 29/04/2012 alle 15:53

Foto Commenti

per Mino76, io ho sempre ammirato il nostro gruppo ultras per mille motivi: le iniziative, la vicinanza alla squadra, le trasferte e quant'altro. voglio solo fare presente invece la quasi inversione di tendenza che ho notato tantissime volte in questa stagione, da un certo punto in poi. ti parlo di quasi intere partite in autentico SILENZIO. cioè voglio dire, c'è una remotissima probabilità che in certe occasioni a questa squadra sia mancata quella spintarella in più che veniva dal tifo? soprattutto in casa. l'ultimo esempio lampante c'è stato mercoledi con l'orvietana. qualche canto sparuto, tanti applausi fino al 3-0, poi al 4-3 ho sentito pure dei FISCHI e dei MUGUGNI. poi ancora silenzio e magicamente tornano i cori sul 7-3. no, così non si fa. io non sono nessuno, solo un ignorante che va semplicemente allo stadio a vedere la sua squadra, ma se si dice di TIFARE una squadra, beh la si dovrebbe tifare SEMPRE. non quando torna comodo. e da parte degli ultras questo non me lo sarei mai aspettato: proprio loro che (giustamente) criticano sempre quelli che preferiscono starsene a casa a vedere i milionari della serie A, o quelli che non hanno semplicemente voglia, o peggio ancora quelli del partito "dell'Arezzo in D non me ne frega niente".

quindi concludendo sta trania, io non devo manifestare nulla, faccio presente quello che vedo e che SECONDO ME non va bene. poi sta a loro, se gli va bene.

 

lontani i tempi di quando a Lumezzane si vinse in 12...

Commento 16 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 29/04/2012 alle 18:21

Foto Commenti

Ciabu... potevi dirglielo di persona ai tifosi di restare, no? Te eri li a Pontedera con loro, potevi dirglielo direttamente!

Commento 17 - Inviato da: Amaranta, il 29/04/2012 alle 19:18

Foto Commenti

Un plauso al meraviglioso gesto della curva.....

Commento 18 - Inviato da: el lagarto, il 29/04/2012 alle 21:30

Foto Commenti

CIABU non te la prendere, hanno voluto ricordare Minghelli, ti pare che se i tifosi andavano li per l'Arezzo abbandonavano gli spalti così presto? Ma ce li vedi gli ultrà ad assistere alla festa del Pontedera? A modo loro la squadra l'hnno seguita ugualmente, a mio parere il loro comportamento è stato ottimo, hanno fatto una cosa che gli rende onore, ma non solo: la cosa più importante è che non hanno infierito contro la squadra. Questi non sono ultrà, sono signori.

Commento 19 - Inviato da: biondo, il 29/04/2012 alle 21:36

Foto Commenti

commetto 17 di ciabu:

La decisone di non cantare tutta la partita è stata presa dai gruppi della sud dopo la partita di Piancastagnaio. I cori sul 7 a 3 sono stati molto meno che sullo 0-0 e tra l'altro erano per i diffidati e per la tessera del tifoso.

tifare quando ci torna comodo? ti trovo molto incompetente.

la sede ultras di via fiorentina n 365 è aperta il lunedi e il giovedi.

Saluti

Commento 20 - Inviato da: el lagarto, il 29/04/2012 alle 21:36

Foto Commenti

KEVIN, se sei un tifoso granata perche hai la foto di Messi? Dammi retta cambia squadra.Wink

Commento 21 - Inviato da: kevin76, il 29/04/2012 alle 21:53

Foto Commenti

Perchè sogno di vederlo nella mia squadra in coppia con Magnani! Laughing

Commento 22 - Inviato da: kevin76, il 29/04/2012 alle 22:27

Foto Commenti

Si, accontentiamoci via...poi con Messi farebbe a cazzotti per chi batte le punizioni... Undecided

Commento 23 - Inviato da: el lagarto, il 29/04/2012 alle 22:43

Foto Commenti

Mino convincilo a diventare  AMARANTO, in fondo i colori sono simili...Smile

Commento 24 - Inviato da: kevin76, il 29/04/2012 alle 22:44

Foto Commenti

Grazie Mino, e in bocca al lupo per i play off!

Commento 25 - Inviato da: ciabu, il 30/04/2012 alle 14:45

Foto Commenti

lo so che sono incompetente, sono il primo a dirlo...la tifoseria organizzata c'è e fa le sue scelte, fine. si vede che anche scegliere di non cantare è un modo di tifare.

 

forza arezzo