Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Alessio, Leonardo, Emanuele sulle montagne russe di Mirabilandia
NEWS

Pareggite, rimontite e un periodo così. Ma i numeri restano positivi. E l'Arezzo è sempre lassù

La vittoria manca da tre giornate, la squadra fa collezione di X ma perde poco ed è l'unica del girone con il campo inviolato. Contro la Juventus under 23, a differenza del 3-3 con il Siena e dell'1-1 di Pontedera, il risultato è stato giusto, in una partita cominciata a spron battuto e chiusa con qualche impaccio. Dal Canto stavolta ha difeso i suoi giocatori e ha puntato il dito contro i campi d'allenamento e del Comunale (''inguardabili''). Aspettando il vero Belloni, la classifica resta buona. E sulla scelta dei tifosi di disertare lo stadio...



1. Tre pareggi di fila, tre rimonte di fila, ma l'1-1 con la Juventus U23 lascia meno rimpianti. I risultati contro Siena e Pontedera stavano stretti un bel po', quello di ieri sera alla fine è giusto.

2. L'Arezzo ha giocato un ottimo primo tempo, ha concesso una palla gol e gli avversari l'hanno trasformata con cinismo. In queste ultime due gare, è bastata una sbavatura, una disattenzione per arrostire la partita. Mavididi come Pinzauti, Foglia come Zappella, la Juve come il Pontedera. Là successe alla fine, stavolta all'inizio. Ma la sostanza è la stessa.

3. Dal Canto l'aveva impostata con Foglia play e due mezzeali di palleggio, solo che Foglia ha giocato così così e anche Buglio non ha reso come da aspettative. Aggiungiamo che Rolando non è riuscito a trovare posizione e ispirazione e si capisce che, alla lunga, l'Arezzo è stato risucchiato dentro una gara meno tecnica e più fisica, in cui la Juve ha fatto valere prestanza e gamba. In ogni caso si torna al punto 1: il pari ci sta.

4. A proposito di tecnica. Dal Canto ieri non ha bacchettato i suoi calciatori come a Pontedera ma li ha difesi e rinfrancati. Poi, senza accampare alibi, ha spiegato che da sette mesi l'Arezzo si allena e gioca su campi ''inguardabili'' e per una squadra con queste caratteristiche, le difficoltà aumentano. Urgono rimedi.

5. Brunori ha segnato un gol alla Brunori. Bellissimo e spettacolare. Poi ne ha fallito un altro da mangiarsi le mani e probabilmente la partita è girata lì. Fosse arrivato il raddoppio, sarebbe stata una serata diversa. Ma con i se e con i ma la storia non si fa.

 

 

6. Qualche pareggio lascia il magone e l'Arezzo in effetti poteva avere diversi punti in più. E' pur vero che se quei pareggi fossero state vittorie, Dal Canto le avrebbe messe in bacheca praticamente tutte e non è pensabile che esista una squadra in grado di fare un filotto del genere. In un torneo così equilibrato, bisogna restare attaccati al carro delle prime e conservarsi qualche chance per il rush finale. Non si sa mai.

7. Visto l'andazzo, ieri qualche forza fresca in più non avrebbe guastato. La muscolarità di Remedi sarebbe servita e Butic poteva entrare qualche minuto prima. Anche perché il croato ha giocato 35 minuti in tre volte ma non ha avuto mai la possibilità di lasciare veramente il segno. Magari è quello di Terni e allora amen. Ma magari no.

8. Per il modulo di gioco dell'Arezzo, e per le caratteristiche tecniche della squadra, molto dipenderà da Belloni. I piedi sono da serie B, la visione di gioco anche, la condizione e il rendimento non ancora. Tra squalifica e infortuni, il 39 ha giocato pochissimo e adesso deve fare l'inevitabile rodaggio. Solo che siamo già alla 26esima giornata e non è che ci sia tutto questo tempo. Ma se lui si rimette in sesto veramente, l'Arezzo fa il salto di qualità. E può darsi che il rapporto gol segnati/mole di gioco diventi più redditizio.

9. L'Arezzo ha pareggiato molto in stagione (13 volte come il Novara, una meno dell'Alessandria), ha il sesto attacco del torneo, la quarta difesa (al netto dei recuperi da giocare), è l'unica squadra imbattuta in casa e ha la miglior difesa esterna insieme a Pro Vercelli e Virtus Entella (che però hanno disputato tre e sei partite in meno). Nonostante pareggite e rimontite, i numeri sono positivi. 

10. Non è verosimile che i gruppi della sud abbiano disertato la partita per convincere il Palazzo a cancellare l'esperimento delle squadre B. Sapevano e sanno bene che in questi casi si rimbalza contro un muro di gomma. L'hanno fatto per coerenza con il loro modo di vedere il calcio, che poi non è un modo così sbagliato (anzi). E' una coerenza estrema, come quando disertavano le trasferte pur di non fare la tessera del tifoso. Ed è anche una coerenza dolorosa. La forza di volontà, l'adesione totale ai propri princìpi sono ammirevoli (e rispettabili). Poi non è detto che tutti debbano pensarla alla stessa maniera.

 

scritto da: Andrea Avato, 14/02/2019





Arezzo-Juventus U23 1-1, la sintesi della partita

Arezzo-Juventus U23 1-1
comments powered by Disqus