Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Marco e Niccolò a Campo Tures - Bolzano
NEWS

Pro Piacenza in campo con sette ragazzini e un massaggiatore. Il Cuneo vince 20-0

''E' stata l'ultima farsa'' ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, lasciando intendere che a giorni potrebbe arrivare la radiazione per il club emiliano, sull'orlo del fallimento, che oggi ha schierato una formazione con appena otto elementi, senza staff medico e senza allenatore. La Lega Pro: ''Violati i princìpi di correttezza e lealtà''



i ragazzini della Pro Piacenza a Cuneo (foto La Stampa)E' finita 20-0. La Pro Piacenza oggi, pur di non alzare bandiera bianca, pur di non rinunciare per la quarta volta alla partita con conseguente radiazione dal campionato, ha mandato in campo a Cuneo sette ragazzini (quattro del 2001, uno del 2002, due del 2000) e un massaggiatore (con il nome sulla maglia coperto con lo scotch). Senza staff medico e senza allenatore.

Una scelta scellerata del presidente Maurizio Pannella, a capo di una società iscritta al torneo con una fideiussione irregolare, che non ha mai pagato gli stipendi a tesserati e dipendenti, con i calciatori della prima squadra e delle giovanili che se ne sono andati quasi tutti, con 8 punti di penalizzazione già ricevuti dai tribunali e altri 8 in arrivo (insieme a una multa da 350mila euro), con un'udienza fallimentare fissata per l'11 marzo.

Eppure Pannella, con il neo dg Carmine Palumbo ingaggiato in questi giorni, ha voluto sfidare il senso del ridicolo nel mettere in scena la pagliacciata di oggi. Che però, nonostante tutto, potrebbe non bastargli per conservare l'affiliazione al campionato.

La Lega Pro, tramite una nota ufficiale, ha preso posizione: "Domani il giudice sportivo deciderà sul provvedimento da adottare, la Lega Pro è obbligata a rispettare le regole che esistono. Oggi sono stati violati i fondamentali principi di correttezza e lealtà sportiva in modo inaccettabile".

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha detto: "Quanto accaduto con la squadra del Pro Piacenza è un insulto allo sport e ai suoi principi fondanti. In questa situazione surreale, la Figc aveva il dovere di far rispettare tutte le regole e ha esercitato tale ruolo. La nostra responsabilità è quella di tutelare la passione dei tifosi, gli imprenditori sani e la credibilità dei campionati: quella cui abbiamo assistito, nostro malgrado, sarà comunque l'ultima farsa".

Cosa vogliano dire le frasi di Gravina, si scoprirà nei prossimi giorni. Il caso Pro Piacenza, oltre a minare la credibilità del sistema (già infangata dall'estate shock del 2018), tiene in bilico la classifica del girone A. I rossoneri infatti non hanno concluso il girone di andata (devono recuperare le partite contro Virtus Entella e Novara) e, se venissero esclusi dal torneo, tutti i risultati ottenuti fin qui verrebbero cancellati, con conseguente riscrittura della graduatoria.

 

CLASSIFICA SENZA PRO PIACENZA

Pro Vercelli*** 46, Piacenza* 46, Arezzo 46, Virtus Entella***** 43, Carrarese 40, Pro Patria 40, Siena** 38, Pisa* 36, Novara 35, Pontedera 33, Gozzano 27, Juventus U23 26, Cuneo** 26 (-7), Olbia* 24, Alessandria* 23, Pistoiese** 21, Albissola 19, Lucchese** 18 (-8), Arzachena 17 (-1)

 

scritto da: La Redazione, 17/02/2019





Cuneo-Pro Piacenza 20-0, la sintesi della partita

comments powered by Disqus