Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugiadom15Feralpi Salò
Sambdom15Padova
Sud Tiroldom15Vis Pesaro
Carpidom17.30Ravenna
Modenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Elisabetta e Silvia in visita al Camp Nou di Barcellona
NEWS

L'influenza blocca il presidente, annullato il cda del chiarimento. Tra i soci resta freddezza

Rinviata a data da destinarsi la riunione fissata per oggi, che sarebbe dovuta servire per discutere a tavolino delle frizioni emerse tra La Cava e Anselmi. Tra i due i rapporti rimangono gelidi, tant'è che le ultime partite le hanno seguite a debita distanza l'uno dall'altro. Un superamento dell'empasse dentro l'Arezzo rappresenterebbe il modo migliore per chiudere al meglio questa stagione e mettere le basi per la prossima



Cucciniello, Anselmi e La Cava, membri del Cda della Ss ArezzoIl consiglio d'amministrazione programmato per oggi è stato rinviato a data da destinarsi. Il presidente Giorgio La Cava è febbricitante da domenica sera e non avrebbe potuto partecipare alla riunione con gli altri due membri dell'organo di governo della società: Massimo Anselmi, vice presidente, e Roberto Cucciniello, rappresentante di Orgoglio Amaranto. 

Salta quindi, almeno per il momento, la possibilità di discutere a tavolino delle frizioni emerse nei giorni scorsi e che hanno fatto calare il gelo nelle relazioni tra azionista di maggioranza e di minoranza.

La Cava e Anselmi hanno interrotto i rapporti e le ultime partite le hanno seguite a debita distanza sia a Pontedera che a Chiavari. Contro la Juventus U23, invece, il presidente optò per andare a sedersi in panchina vicino a Dal Canto, cosa che non era mai successa in stagione. 

Il cda di oggi era stato richiesto sia da Anselmi che da OA, proprio per cercare di ricomporre la frattura e di chiarire le divergenze di opinioni venute a galla ultimamente. Un passo fondamentale per gestire al meglio il finale di questa stagione e mettere le basi per la prossima.

L'influenza però ha bloccato La Cava e adesso il cda dovrà essere riconvocato, presumibilmente nella settimana tra il 25 febbraio e il primo marzo. Sul piatto c'è la condivisione delle scelte amministrative di qui al 30 giugno, con la prossima scadenza da 330mila euro fissata per il 16 marzo.

Un superamento dell'empasse consentirebbe alla società di proseguire nel suo cammino regolare cominciato a giugno con il saldo della debitoria sportiva della vecchia Unione Sportiva Arezzo. La Cava ha comunque confermato la disponibilità a cedere una quota del 20/25 per cento per favorire l'ingresso di capitali freschi.

 

scritto da: Andrea Avato, 19/02/2019





comments powered by Disqus