Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab15Feralpi Salò
Imolesesab17.30Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Stefano e Roberta, matrimonio amaranto
NEWS

Fumata grigia dal cda e bocche cucite. La Cava: ''Il 16 verserò solo la mia quota del 79%''

Tre ore di riunione e stallo che sembra confermato, anche se i soci si sono imposti il silenzio stampa. L'unico a rilasciare una breve dichiarazione è stato il presidente, nessuna parola da parte di Anselmi e Cucciniello. Dietro l'angolo c'è la scadenza amministrativa fissata dalla Lega



Fumata grigia dal consiglio d'amministrazione. La riunione di stamani, molto attesa e considerata dirimente per i rapporti tra i soci della Ss Arezzo, si è conclusa dopo circa tre ore. Nello studio di Giovanni Grazzini, presidente dell'ordine dei commercialisti, si sono ritrovati al tavolo Giorgio La Cava, Massimo Anselmi e Roberto Cucciniello.

Un cda che avrebbe dovuto riavvicinare presidente e vice dopo le divergenze delle scorse settimane ma che sembra essersi concluso con la conferma dello stallo in cui i due sono venuti a trovarsi. Questo nonostante lunedì scorso ci fosse stato un disgelo, confermato anche pubblicamente, tra i due azionisti.

Alla fine bocche cucite da parte di tutti e silenzio stampa, sia per non disturbare il clima del pre partita che per non alimentare nuove tensioni. La realtà è che alcuni nodi non sono ancora stati sciolti definitivamente.

Il presidente La Cava, rintracciato al telefono, ha detto: ''Abbiamo deciso di comune accordo di non rilasciare dichiarazioni. Posso solo aggiungere che, riguardo la scadenza fissata dalla Lega per il 16 marzo, la onorerò per quella che è la mia quota di competenza, cioè il 79%. Se i conti sono giusti, parliamo di 237mila euro''.

Fedele alla consegna del silenzio Anselmi. L'imprenditore aretino lunedì aveva annunciato un bonifico da 12mila euro, effettuato dopo una telefonata distensiva con il presidente. Poi, a Teletruria, aveva confermato la volontà di andare avanti con il suo 20%, chiedendo all'azionista di maggioranza un resoconto dell'ultimo calcio mercato e un quadro economico finanziario preciso di qui a giugno (''la società ha uno sbilancio di un milione di euro'').

Nessuna parola nemmeno da parte di Cucciniello, rappresentante di Orgoglio Amaranto all'interno del cda. Il comitato in questo periodo è rimasto defilato rispetto ai botta e risposta tra gli altri soci, invocando un chiarimento nelle sedi opportune. Chiarimento che, a quanto pare, c'è stato solo in parte.

 

scritto da: Andrea Avato, 09/03/2019





comments powered by Disqus