Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Lally e Eli a Londra
NEWS

L'ordinaria follia del nostro mondo. I pugni di Rossi, i ragazzini viziati come Ljaijc

La scena bruttissima vista in diretta televisiva, l'allenatore che all'inizio era il mostro da condannare e che poi è diventato l'eroe della porta accanto di questi (brutti) giorni. Perché c'è la violenza inusitata e ci sono i ventenni che se vanno male a scuola è colpa dei professori e se non giocano titolari è colpa del mister. E chissà cosa avremmo detto se una cosa del genere fosse successa sulla panchina dell'Arezzo...



Delio Rossi e Ljaijc, litigate e cazzottiSo che questa affermazione mi costerà qualche commento acido, ma mercoledì sera stavo vedendo Fiorentina-Novara e quindi ho vissuto in diretta l'episodio della rissa tra Delio Rossi e l'appena sostituito Ljajic. Posso assicuravi che vista in diretta faceva tutto un altro effetto, rispetto alle decine di volte che è stata riproposta nelle varie trasmissioni post gara. E' stata una scena che lasciava basiti, la sensazione di vivere in un incubo dal quale ti saresti presto svegliato, decidendo poi di non raccontarlo a nessuno per non rischiare di essere preso per pazzo. Mi sono anche chiesto come l’avrei presa se fosse accaduto al mister dell’Arezzo, qualunque fosse stato: Bacis o Cosmi o Somma o un altro. E comunque un giocatore che viene aggredito dal suo allenatore dopo un cambio, non si era mai visto neanche nel folle calcio italiano di oggi, e da questa che vorrei definire “ordinaria follia” prendo spunto, mettendo come colonna sonora un brano che parla proprio di ordinaria follia come “Man on the edge” degli Iron Maiden. Nell'immediato Delio Rossi è stato per tutti, e sinceramente anche per me, il mostro da condannare: un uomo di una certa età (tra l'altro 52 anni portati proprio male) contro un ragazzino di vent'anni, con gesti non plateali o simbolici ma una violenza inusitata nel cercare di colpirlo dopo averlo prima minacciato, ottenendo però ulteriori provocazioni. L'esonero del dopo gara è sembrato quasi in ritardo rispetto a una scelta che molti avrebbero voluto fosse fatta già nell'intervallo, e la questione sembrava una di quelle nella quale la scelta tra buono e cattivo era scontata. Invece, con il passare delle ore, si sono moltiplicate su internet e nei social network, e credo negli immancabili commenti di ognuno di noi al bar o in ufficio, le voci di chi quanto meno comprendeva il gesto dell'ex allenatore della Fiorentina, quando non lo giustificava. Ed allora capisci che Delio Rossi, come il Michael Douglas del film, si trasformava da mostro a vendicatore della porta accanto, eroe di chi ogni giorno deve combattere, a scuola, nelle società sportive o semplicemente per strada, con l'arroganza di tanti ragazzini viziati che non hanno più rispetto per niente, perché nessuno glielo insegna, e che anzi spesso trovano nei genitori i primi che danno la colpa agli altri degli insuccessi del figlio. Va male a scuola perché il professore ce l'ha con lui, non gioca titolare nella squadra giovanile perché l'allenatore è un idiota, litiga con il vicino di casa che si lamenta per lo stereo a palla perché il vicino è un frustrato o un invidioso. Così nascono e crescono i Ljajic che vediamo tutti i giorni, e tante volte al professore, o all'allenatore, o al vicino verrebbe voglia di alzare il braccio e promettergli uno sganassone, e se questo non mostra alcuna paura ed anzi insiste nella strafottenza, darglielo davvero. Delio Rossi ha certamente dato un colpo quasi mortale alla sua carriera di allenatore, ma è comunque un eroe dei nostri giorni. Brutti giorni, ovviamente.

 

scritto da: Luca Caneschi, 04/05/2012





Delio Rossi prende a cazzotti Ljaijc

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 04/05/2012 alle 15:15

Foto Commenti

Il gesto di Delio Rossi è sicuramente una bruttura da qualsiasi punto di vista si voglia vedere ma una cosa che pochi hanno detto,forse solo Di Canio,è che non stiamo parlando di un ragazzino che non porta rispetto ad una persona più anziana ma di un professionista che ha la fortuna di fare il calciatore e purtroppo secondo me l'età non conta perchè se sei una testa di cazzo lo sei da quando hai 10 anni fino a quando non muori!Delio Rossi ha reagito sicuramente male ma ha reagito perchè è stato insultato e sbeffeggiato nonostante abbia preso la decisione di effettuare un cambio durante una partita.....domanda ma ognuno di voi quante volte ha dovuto sottostare a richieste giuste od ingiuste nell'ambito lavorativo?Qualcuno di noi si è mai permesso di comportarsi così???Ljajic non avrà uno stipendio da Top Player ma ci scommetto qualunque cosa che prende più di me.....ma parecchio di più!Fossi in lui mi sotterrerrei in una buca e non ne riuscirei più!VERGOGNA VERGOGNA e VERGOGNA!!!Yell

Commento 2 - Inviato da: BOTOLOFIERO, il 04/05/2012 alle 15:21

Foto Commenti

Io mi limito a commentare che se fosse successo sugli spalti il "Delio Rossi" di turno in uno stadio ci rientrerebbe forse enl 2017 ......

Commento 3 - Inviato da: Sava, il 04/05/2012 alle 16:10

Foto Commenti

Commento 3 - Inviato da: BOTOLOFIERO:

Io mi limito a commentare che se fosse successo sugli spalti il "Delio Rossi" di turno in uno stadio ci rientrerebbe forse enl 2017 ......

Appunto...

Commento 4 - Inviato da: Paul, il 04/05/2012 alle 17:47

Foto Commenti

Io dico una cosa sola, come la prendereste voi se un giovincello vi prendesse per il culo e non contento vi offendesse nei propi affetti...(cit sei più handicappato di tuo figlio...) Il gesto di Rossi è sicuramente sbagliato, ma quanti di voi ad un offesa personale e pesante avrebbero lasciato correre? Rossi è stato licenziato dalla sua società, come una qualsiasi altra persona che nel posto di lavoro alzi le mani contro un collega, ha riconosciuto lo sbaglio ed ha chiesto scusa a tutti, compreso Ljialic.

Commento 5 - Inviato da: Gnicchelibero, il 04/05/2012 alle 17:52

Foto Commenti

Io mi limito a commentare che se fosse successo sugli spalti il "Delio Rossi" di turno in uno stadio ci rientrerebbe forse enl 2017 ......

meno male che qualcuno lo dice....

gli stessi che pochi giorni fa chiedevano la crocefissione per i protagonisti dei fatti di marassi adesso fanno a gara per giustificare delio rossi mah...

Commento 6 - Inviato da: Andrea Avato, il 04/05/2012 alle 18:27

Foto Commenti

PER GNICCHE

Secondo me però è improprio paragonare le due fattispecie. Tra l'altro i primi a giustificare Rossi sono stati i tifosi della curva Fiesole, che lo hanno applaudito non appena saputo quel che aveva fatto. 

Commento 7 - Inviato da: BOTOLOFIERO, il 04/05/2012 alle 18:32

Foto Commenti

Scusa Andrea è notorio che i tifosi della Fiorentina non capiscono una sega per cui ciò non fa che avvalorare la mia tesi.......e aggiungo a Marassi non è voltao neanche un labbrone ....sempre due pesi e due misure per cui se Delio Rossi è giustificabile e non escludo che lo sia allora lo sono anche i tifosi del Genoa in fondo tutti e due protestavano contro dei giocatori accusati di non fare il proprio dovere ......

  

Commento 8 - Inviato da: Paul, il 04/05/2012 alle 18:36

Foto Commenti

io la penso così, non è da comparare con un cazzoto tra 2 tifosi, come ho letto che se fosse successo in curva il colpevole si prendeva la diffida (daspo)...li c'è un tuo diretto superiore che ha diritto di scegliere chi schierare in campo, se vede o pensa che tu non sei all'altezza ti sostituisco, non esiste che un moccioso di 20 anni, al momento della sostituzione faccia sceneggiate, non contento poi offende pesantemente la propia famiglia. Rossi ha sbagliato ed ha pagato con il licenziamento da parte della sua società,è una lite tra 2 tesserati, le cui "punizioni" le decide la propia società, non ci sono leggi che puniscano penalmente i 2 a meno che  se Liajic lo denunci per aggressione ed allora ne  risponde anche penalmente... detto questo massimo rispetto per tutti i diffidati, ricordatevfi che anch'io sono un tifosissimo che fa parte della curva...la nostra!

Commento 9 - Inviato da: Gnicchelibero, il 04/05/2012 alle 18:56

Foto Commenti

i tifosi della Fiorentina non capiscono una sega

AMEN

Andrea io non paragono le 2 vicende che sono di per se molto diverse,delio rossi ha dato un puntone ad un ragazzino milionario e viziato e capisco la reazione che ha avuto quello che proprio non mi va giù sono state le sparate di molti addetti ai lavori riguardo questi episodi...

Commento 10 - Inviato da: Paul, il 04/05/2012 alle 19:40

Foto Commenti

"..e aggiungo a Marassi non è voltao neanche un labbrone ....sempre due pesi e due misure per cui se Delio Rossi è giustificabile e non escludo che lo sia allora lo sono anche i tifosi del Genoa in fondo tutti e due protestavano contro dei giocatori accusati di non fare il proprio dovere ......"

 

Non sono stati fatti 2 pesi e 2 misure....in quanto non c'è propio una legge riguardanti fatti che succedono in campo, se non c'è denuncia da parte di qualcuno giuridicamente non possono fargli nulla, la "punizione" è delegata alla società di appartenenza ed alla federazione...le cose stanno così...

 

 

 

Commento 11 - Inviato da: Gnicchelibero, il 04/05/2012 alle 19:46

Foto Commenti

Paul il DASPO in realtà e stato applicato diverse volte nelle categorie minori sia per i dirigenti che per i giocatori l'ultima pochi giorni fai in serie D al sud mi pare

Commento 12 - Inviato da: Paul, il 04/05/2012 alle 19:56

Foto Commenti

x Gnicchelibero

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/05/03/news/nessun_daspo_per_rossi_mancano_i_presupposti-34388486/

Commento 13 - Inviato da: el lagarto, il 04/05/2012 alle 20:13

Foto Commenti

Delio Rossi ha fatto un errore grosso come una casa! Non doveva reagire d'istinto, lui che è un personaggio pubblico,allenatore e maestro di un club prestigioso. Doveva aspettarlo negli spogliatoi chiuderlo dentro una stanza e gonfiarlo di botte. Poi c'è chi lo difende o lo accusa, fatto stà che la reazione  è stata gravissima, non doveva farsi trascinare da un cogl..ne viziato. (In tutta sincerità io avrei agito come Rossi, però io non sono lui). 

Commento 14 - Inviato da: chiana, il 04/05/2012 alle 20:59

Foto Commenti

Anche se non diffidano rossi non mi importa... a me basta che retroceda la fiorentinaWink

Commento 15 - Inviato da: contedimontecrisco, il 04/05/2012 alle 21:42

Foto Commenti

Mr Rossi è un galantuomo,se è vero quel che dice Paul dico non solo che ha fatto bene,di piu' e doveva anche sfanculare la madre di quel c .......e per non avergli imparato l' educazione e siccome è  un signore gli ha chiesto pure scusa e lui !!Grande Mister

Commento 16 - Inviato da: mollalosso, il 05/05/2012 alle 00:34

Foto Commenti

Questo è un paese ipocrita: se Rossi l'avesse gonfiato di botte negli spogliatoi, Della Valle sarebbe stato zitto, anzi..... invece, non ha saputo aspettare dieci minuti e, risultato? rossi esonerato, messo alla gogna e squalificato. Lo slavino? semplicemente fuori rosa (mancano due partite.....)

P.S.: che poi tre mesi di squalifica a campionato finito........

Commento 17 - Inviato da: chiana, il 05/05/2012 alle 08:26

Foto Commenti

Paul ti sbagli... l'azione legale è obbligatoria se c'è reato. Comunque seguendo il tuo stesso principio il marito che picchia la moglie perchè gli ha fatto la minestra troppo salata oppure ha perso 200 euro ai videopoker e gli girano i coglioni alla fine non fa male... sono sposati, c'è rapporto e non c'è denuncia.

Al di là che molti di noi avrebbero preso il giocatore e sotterrato in fondo ad un campo resta il fatto che oltre al più volte citato, da Rossi, perbenismo all'italiana qui si usano sempre due pesi e due misure. I tifosi sono merda (vedi genova), quando non sono clienti, gli altri possono più o meno fare tutto. In un articolo della gazza ieri dicevano che il calcio italiano è stato pervaso dallo spirito ultras, chiaramente in senso negativo. Io dico che se nella società italiana ci fossero dei valori vicini allo spirito ultras il mondo sarebbe meno ipocrita, molto migliore e ci sarebbero parecchi meno stronzi in politica per fare i cazzi propri. E' vero che Rossi l'hanno licenziato ma vedrai che non more de fame...

Commento 18 - Inviato da: Amaranta, il 05/05/2012 alle 08:33

Foto Commenti

52 anni portati proprio male

Surprised Surprised Surprised

Giuro che gliene davo 65-70...

 

Commento 19 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/05/2012 alle 10:34

Foto Commenti

Condivido come ragionamento fondo quello che scrive il CHIANA (19). La cosa che non ho capito, riguardo i fatti di Genova, non è stata tanto la dimostrazione plateale d'insofferenza dei tifosi, incazzati con la loro squadra. Non capisco perché perdere in casa 4-0 sia un disonore per la maglia. Si gioca, se gli altri stanno meglio e tu sei un cadavere, ti piallano e perdi. Bisogna far togliere le maglie perché si retrocede in B? Tre squadre in B ci vanno ogni anno, ma non necessariamente stanno disonorando la maglia. L'ho trovato molto snob come ragionamento, come se il Genoa per diritto divino non potesse pigliare quattro nane a Marassi. E anche la storia dei mercenari è debole: non è che quelli del Siena fossero tutti senesi di nascita, attaccatissimi alla maglia. Sono mercenari pure loro come tutti. Il vero guaio dell'Italia è che se vinci sei un fenomeno e se perdi sei un coglione. E se vinci sei fenomeno per poco, basta che perdi la partita dopo e torni coglione un'altra volta.

Commento 20 - Inviato da: Paul, il 05/05/2012 alle 12:17

Foto Commenti

 

l'azione legale è obbligatoria se c'è reato. Comunque seguendo il tuo stesso principio il marito che picchia la moglie perchè gli ha fatto la minestra troppo salata oppure ha perso 200 euro ai videopoker e gli girano i coglioni alla fine non fa male... sono sposati, c'è rapporto e non c'è denuncia.

 

Al di là che molti di noi avrebbero preso il giocatore e sotterrato in fondo ad un campo resta il fatto che oltre al più volte citato,

E' vero che Rossi l'hanno licenziato ma vedrai che non more de fame...

Concordo...

Commento 21 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 05/05/2012 alle 12:48

Foto Commenti

In ogni caso la società viola se manda via Rossi deve rescindere chiedendo i danni al bambinello viziato

e togliergli il ciuccio

Commento 22 - Inviato da: chiana, il 05/05/2012 alle 13:09

Foto Commenti

Andrea a genoa erano incavolati, e non hanno poi fatto tutto questo casino, per una lunga serie di prestazioni oscene della squadra, prestazioni che hanno portato al cambio di vari allenatori etc... la maglia è dei tifosi, non dei dirigenti, delle tv o di chiunque altro. Poi sentire il presidente del genoa preziosi che pontifica contro i propri tifosi senza che nessun giornalista abbia avuto qualcosa da commentare sul fatto che ha due condanne definitive ed ha fatto fallire tre squadre mi fa vomitare.

Commento 23 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/05/2012 alle 14:04

Foto Commenti

PER CHIANA

Beh, la maglia è anche dei dirigenti dai. E dei presidenti. Che poi spesso non siano dirigenti o presidenti illuminati, è vero ed è un altro discorso. Riguardo Preziosi, siccome è una vicenda che ho vissuto abbastanza da vicino, domando: secondo te, dopo la storia della valigetta con conseguente squalifica sua e retrocessione della squadra in C1, i tifosi lo hanno contestato o applaudito a prescindere? L'hanno osannato!!! Quindi oggi non possono fargli la morale nemmeno loro. Io dico che se siamo a questi livelli, un po' di responsabilità ce l'hanno tutti: i dirigenti federali in primis, i presidenti, i calciatori e anche i tifosi. Pur di vincere siamo disposti a tutto.

Commento 24 - Inviato da: Libanese , il 06/05/2012 alle 11:17

Foto Commenti

Si gioca, se gli altri stanno meglio e tu sei un cadavere, ti piallano e perdi. Bisogna far togliere le maglie perché si retrocede in B? Tre squadre in B ci vanno ogni anno, ma non necessariamente stanno disonorando la maglia. L'ho trovato molto snob come ragionamento

A Colonia  dopo l'ennesima retrocessione , i tifosi  l' hanno  presa  decisamente  meglio  :)

http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcioestero/photogallery/6430/rabbia-a-colonia.shtml

http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcioestero/photogallery/6430/rabbia-a-colonia.shtml

n po' di responsabilità ce l'hanno tutti: i dirigenti federali in primis, i presidenti, i calciatori e anche i tifosi.

Ma sopratutto  i  giornalisti sportivi Italiani della carta  stampata nazionale  perche  non sono affatto obbiettivi, sono anni  che ci sfracassano  le palle con il modello Inglese ,  inneggiano  alle carceri  sotto lo stadio, e da anni e anni  non le hanno mai fatte vedere, mai una foto, ma non si rendono conto  chi  è che sta uccidendo il calcio in Italia .

Commento 25 - Inviato da: Andrea Avato, il 06/05/2012 alle 11:45

Foto Commenti

Io non voglio difendere i giornalisti, anzi. Devo dire che non ho mai avuto grande spirito di categoria, specie in certi momenti e su certi temi. Le curve hanno quasi sempre un'onestà di fondo e una coerenza che altre parti in causa non hanno. A volte però l'eccesso di coerenza porta fuori strada. E' una mia idea che non riguarda solo l'Italia, come giustamente hai fatto notare. Però i tifosi del Lecce ieri l'ho apprezzati: hanno perso le ultime tre partite di fila in casa, secondo il ragionamento comune avrebbero dovuto dare dei senza palle e dei mercenari ai loro giocatori. Invece gli applausi e le bandiere sono state da lacrimoni. A me piace più così che come a Genova venti giorni fa.