Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravennasab17.30Perugia
Gubbiodom15Mantova
Legnagodom15Arezzo
Matelicadom15Fano
V. Veronadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Carpi
Modenadom17.30Padova
Cesenadom20.30Imolese
Vis Pesarodom20.30Fermana
Triestinalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Torta col cavallino per gli sposi Andrea ed Elisa
NEWS

Decaduto il cda dopo le dimissioni di Anselmi e Cucciniello. La Cava da solo alla guida della società

Oggi l'assemblea dei soci ha ratificato la modifica dell'organo di governo della Ss Arezzo, con il presidente che ha assunto la carica di amministratore unico. Questo gli consentirà di avere una più ampia libertà decisionale, evitando le frizioni emerse nei mesi scorsi riguardo una scarsa condivisione di scelte strategiche per il club. Il 24 giugno l'ultima scadenza fissata dalla Lega per l'iscrizione al campionato 2019/20



il presidente Giorgio La CavaNiente più consiglio d'amministrazione, Giorgio La Cava è amministratore unico della Società Sportiva Arezzo. La modifica dell'organo di governo è stata ratificata oggi dall'assemblea dei soci, che ha proseguito e portato e conclusione la riunione iniziata sabato scorso prima della partita con il Piacenza.

Il precedente cda è dunque decaduto dopo le dimissioni del vicepresidente Massimo Anselmi e di Roberto Cucciniello, rappresentante di Orgoglio Amaranto. Il direttivo del comitato ieri sera ha deciso di non indicare nessun altro nome per un'eventuale sostituzione. Anselmi e OA restano comunque in possesso delle rispettive quote sociali (20% e 1%).

 

Il consiglio d'amministrazione prima dello scioglimento aveva approvato la semestrale di bilancio e ratificato la disponibilità alla rinuncia ai finanziamenti infruttiferi da parte di La Cava e Anselmi, un passaggio molto importante perché sgrava la Ss Arezzo di un fardello debitorio cospicuo in previsione dell'iscrizione al prossimo campionato.

Adesso per la società inizia un periodo nuovo, perlomeno sul piano gestionale e amministrativo. Il presidente avrà una più ampia libertà decisionale e non dovrà più passare al vaglio del cda, percorso che aveva creato le frizioni emerse nei mesi scorsi, con Anselmi che aveva lamentato una scarsa condivisione di scelte strategiche per il club.

 

Gli ultimi due tavoli di lavoro si sono comunque svolti in un clima di serenità, come sottolineato da La Cava, il che lascia presupporre che per il momento le tensioni siano state superate. Il prossimo snodo cruciale è fissato per il 24 giugno, quando l'Arezzo dovrà certificare alla Covisoc di non avere debiti né pendenze arretrate, condizione imprescindibile per l'iscrizione al prossimo campionato. 

Il finanziamento della società resta suddiviso in quota parte, con i soci di minoranza che saranno chiamati a far fronte al ripianamento delle perdite per l'esercizio della stagione 2018/19.

 

scritto da: Andrea Avato, 26/03/2019





La Cava e Anselmi dopo lo scioglimento del Cda

comments powered by Disqus