Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 35a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carpi41Matelica
Fano01Modena
Fermana14Feralpi Salò
Padova10Gubbio
Perugia21Triestina
Samb02Cesena
Arezzo42Vis Pesaro
Mantova02Legnago
Sud Tirol20V. Verona
Imolese02Ravenna
MONDO AMARANTO
il Ghigo agli allenamenti della squadra
NEWS

Arezzo, la solita palla inattiva è fatale. A Busto finisce 1-1. Borghini, traversa e rimpianti

Gli amaranto bene per tutto il primo tempo, manovrieri e ordinati: Foglia la sblocca a metà frazione trasformando un rigore in movimento, mettendo il sigillo su un predominio evidente. Nella ripresa la Pro Patria alza il forcing per un quarto d'ora e trova il pari con una deviazione volante dello spilungone Mastroianni su azione d'angolo. In pieno recupero, il difensore fa tremare il legno di Tornaghi



il gol del vantaggio segnato da FogliaGiornata primaverile a Busto Arsizio. L'Arezzo va in cerca della vittoria che manca da quattro giornate, la Pro Patria viene da tre sconfitte di fila sul campo, intermezzate dal successo a tavolino con la Pro Piacenza. Moduli annunciati per i due allenatori: Javorcic si affida al coriaceo 3-5-2, Dal Canto al rombo con Serrotti trequartista. Tornano Sala e Cutolo dal primo minuto, confermato Borghini in difesa.

L'Arezzo si mette a tessere la tela fin dai primi minuti. Javorcic tiene gli esterni molto bassi e questo agevola gli amaranto che vanno al tiro con Cutolo e Luciani nel giro di 10 minuti: pericolosa la seconda conclusione del capitano, che Tornaghi respinge in affanno. Al 19' l'Arezzo la sblocca: Brunori si libera di malizia fuori dall'area, poi crossa verso Cutolo che viene anticipato in extremis da Marcone. La palla finisce sul dischetto dove arriva Foglia di gran carriera e di sinistro la insacca. Quarto gol per il centrocampista, secondo consecutivo dopo quello di una settimana fa al Piacenza.

La Pro, in difficoltà evidente nello sviluppare gioco, accusa il colpo e concede l'occasione dello 0-2: assist di Brunori per Cutolo che si libera bene in area e calcia forte. Tornaghi mette in angolo. Pelagotti, a parte un rinvio sbagliato che crea qualche ansia, non rischia mai. Davanti invece l'Arezzo punge: Brunori al 32' dribbla e batte a rete. Palla alta.

L'Arezzo rifiata, la Pro avanza di venti metri ma non è mai pericolosa. Pelagatti e Borghini non concedono nulla, mentre Pelagotti al 38' va a vuoto in uscita e per sua fortuna la mischia seguente viene sbrogliata senza danni. Sul taccuino finisce un tiraccio di Mora stile rugby e poi il giallo per Basit che fa tornare qualche brutto pensiero a Dal Canto. Il primo tempo si chiude con l'Arezzo meritatamente avanti di un gol.

Il ghanese stavolta resta dentro in una partita che cambia cliché: i padroni di casa alzano la percentuale di possesso, l'Arezzo si compatta puntando sulle ripartenze. Al quarto d'ora la Pro Patria pareggia sfruttando un punto debole amaranto: le palle inattive. Le Noci calcia l'angolo sul primo palo e lo spilungone Mastroianni di testa anticipa tutti. 1-1.

Tutto da rifare per l'Arezzo, che però si riaffaccia in attacco: bella palla di Basit per Serrotti e colpo di testa in tuffo che obbliga Tornaghi a rifugiarsi in corner. La partita è spezzettata, con tanti lanci lunghi che non aiutano l'estetica. Gli amaranto tengono bene e Borghini, di testa su cross di Cutolo, spaventa Tornaghi. Al 26' esce Cutolo e va dentro Rolando. Dall'altra parte Pelagotti deve metterci un piede sull'incursione di Mora, neutralizzando una nitida palla-gol.

Mentre Javorcic esaurisce i cinque cambi, Dal Canto è costretto a togliere gli acciaccati Foglia e Luciani per inserire Remedi e Zappella. L'arbitro concede 4 minuti di recupero e l'Arezzo fa un'infornata di rimpianti al 91': angolo di Serrotti e capocciata del solito Borghini che fa tremare la traversa bustocca.

E' un pareggio che tutto sommato ci sta per quanto visto in campo, con gli amaranto che hanno pagato un avvio di ripresa troppo esitante. Adesso sono cinque le gare consecutive senza vittoria, anche se la prestazione di oggi è stata per larghi tratti positiva.

 

Busto Arsizio. Stadio ''Carlo Speroni'', ore 14.30.

PRO PATRIA (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Zaro, 2 Marcone (1' st 15 Boffelli); 20 Mora (38' st 27 Cottarelli), 21 Colombo (26' st 13 Gazo), 16 Fietta, 23 Ghioldi (18' st 8 Disabato), 3 Galli; 17 Mastroianni (38' st 7 Parker), 10 Le Noci.

A disposizione: 12 Mangano, 5 Molnar, 14 Bertoni.

Allenatore: Ivan Javorcic.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani (44' st 2 Zappella), 33 Borghini, 6 Pelagatti, 32 Sala; 4 Buglio, 13 Basit, 8 Foglia (38' st 18 Remedi); 11 Serrotti; 9 Brunori, 10 Cutolo (26' st 23 Rolando).

A disposizione: 1 Bertozzi, 3 Sereni, 7 Zini, 17 Salifu, 19 Persano, 21 Benucci, 24 Burzigotti, 26 Pinto, 39 Belloni.

Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Indisponibili: 27 Butic, 29 Tassi. Diffidati: 11 Serrotti.

ARBITRO: Daniele De Santis di Lecce (Mattia Politi di Lecce - Riccardo Pintaudi di Pesaro).

NOTE: spettatori presenti mille circa. Ammoniti: pt 40' Basit; st 21' Borghini, 26' Mora. Angoli: 6-6. Recupero tempi: 0' e 4'

RETI: pt 19' Foglia; st 15' Mastroianni

 

scritto da: Andrea Avato, 30/03/2019





Pro Patria-Arezzo 1-1, intervista a Ivan Javorcic

Pro Patria-Arezzo 1-1
comments powered by Disqus