Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pro Piacenza0-3tavArzachena
Gozzano12Juventus U23
Cuneo11Albissola
Siena30Carrarese
Alessandria12Pro Patria
Lucchese12Piacenza
Olbia12Novara
Pisa00Pontedera
Pistoiese12Pro Vercelli
Virtus Entella21Arezzo
MONDO AMARANTO
Paolo, Mirko e Carlo a Vienna per Spagna-Italia
NEWS

Svolta in Lega Pro: nessun limite al tesseramento degli over. Solo sei prestiti da serie A e B

Dopo l'assemblea dei club di ieri, il presidente Francesco Ghirelli ha annunciato alcune novità importanti. Sarà abolito il tetto dei 14 over, mentre i trasferimenti a titolo temporaneo dalle categorie superiori verranno contingentati. I contributi federali saranno comunque distribuiti in base all'impiego dei giovani



A margine dell'assemblea dei club che si è svolta ieri a Firenze, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha annunciato l'introduzione di importanti novità per la prossima stagione. Niente più limitazione per il tesseramento dei calciatori over (adesso c'è il tetto a 14) e riduzione a 6 del numero dei prestiti da categoria superiore. I contributi federali saranno comunque distribuiti in base all'impiego dei giovani.

 

NOVITA' IN LEGA PRO - “Abbiamo dato una nuova direzione al nostro calcio. Siamo ad una svolta e con unità di intenti viene segnato un nuovo percorso che mette al centro la sostenibilità economica e le regole. Dobbiamo passare dallo stare insieme ad un progetto unitario, a partire dall’attuale sistema delle liste che impone limitazioni di età e che è stato più volte modificato nel corso degli anni ma non ha portato risultati apprezzabili: né in ordine alla crescita di giovani talenti, né allo sviluppo dei nostri settori giovanili, né alla sostenibilità economico-finanziaria della categoria”.

 

GIOVANI E VALORIZZAZIONI - Ghirelli ha affermato: “Da un lato alcuni club puntano sul quasi esclusivo utilizzo di giovani valorizzati in prestito dalle Leghe superiori, e quindi il numero di over deve essere limitato, mentre altri ritengono che la limitazione dell’impiego di calciatori over incida negativamente sulla qualità del campionato. La capacità lungimirante di una governance vera è quella di anticipare i cambiamenti in atto. Dobbiamo accompagnare i nostri club in un processo che porti alla crescita dei calciatori del proprio settore giovanile e avviare così un processo di patrimonializzazione”.

 

OVER E PRESTITI - “Per arrivarci ci vuole un atto di coraggio partendo da un presupposto: non deve esserci nessuna limitazione di età ma l’introduzione di una lista con un massimo complessivo di 6 calciatori per ogni club, il cui tesseramento sia a titolo di cessione o trasferimento temporaneo da parte di società di A e B. Ci sarà poi una soglia di minutaggio minima e una massima per ogni gara per l’accesso alla contribuzione. Questo cambiamento radicale va incontro alle varie esigenze dei club. Chi investirà nella rosa dei calciatori senza impegnarsi nello sviluppo della mission non avrà diritto alla contribuzione legata al minutaggio, mentre chi investirà sui giovani, facendo giocare i propri e un numero selezionato di calciatori prestati dalle serie maggiori, si vedrà riconosciuta una contribuzione più consistente”.

 

SOSTENIBILITA' ECONOMICA - “La nostra è una proposta di cultura imprenditoriale e la base di partenza deve tener conto di fattori determinanti quali la riduzione dei costi, l’aumento dei ricavi, la defiscalizzazione, la crescita dei giovani calciatori e la riforma del campionato. Le risorse sono necessarie per realizzare la mission della Lega Pro e poter essere la Lega dei pulmini, della formazione e del territorio a tutti gli effetti. Le società valuteranno in questi mesi eventuali azioni da porre in essere, prima dell’inizio della prossima stagione, qualora le risorse necessarie ad attuare compiutamente la mission giovani non venissero loro riconosciute”.

 

scritto da: La Redazione, 16/04/2019





Firenze, alla scoperta della sede della Lega Pro

comments powered by Disqus