Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Lucignano amaranto con Mario Somma
NEWS

Il Papa ad Arezzo dopo quasi vent'anni. Ricordi sacri e profani

Giovanni Paolo II celebrò la messa allo stadio il 23 maggio 1993, dopo che la tribuna era stata demolita e ricostruita. E anche gli altri settori vennero ammodernati. Il Comunale quel giorno era stracolmo, come accadde di nuovo il 25 aprile 2004 per la promozione in serie B degli amaranto



Giovanni Paolo II ad Arezzo nel 1993Il 1993 fu un anno davvero speciale per la città di Arezzo. Dannato dal punto di vista calcistico, visto che il 17 aprile fu decretato il fallimento della vecchia Unione Sportiva, ma pieno di grazia per il popolo cristiano che quasi un mese dopo partecipò alla visita di Giovanni Paolo II°, che culminò proprio allo stadio.
Avevo 13 anni e mio padre mi portava spesso al Comunale. La domenica era fatta di rituali sacri e profano-calcistici allo stesso tempo, con questi ultimi che sconfinavano spesso nel primo ambito: la Santa Messa di mattina e la partita al pomeriggio. In quel 23 maggio 1993, domenica dell’Ascensione, le due cose sembravano fondersi perfettamente. Il popolo si ritrovò per riempire come non mai il vecchio Comunale, rinnovato per l’occasione, ma non per osannare le glorie amaranto, bensì per cantare inni di osanna al Signore.
Da mesi la mia attenzione durante le partite era attirata più dai lavori di ristrutturazione del vecchio Comunale (inaugurato ben 32 anni prima) che dai giocatori amaranto, piuttosto che dalla Curva Sud, dai gradoni scalcinati della Maratona o dalle panche di cemento della Tribuna inferiore. Ero da sempre attratto dalle giocate degli amaranto, al pari però di quei ragazzi che cantavano e sventolavano bandieroni nella Sud, a cavallo della balaustra. In quella stagione la Giunta comunale aveva deciso di demolire parte della Tribuna per ricostruirla più nuova e bella. Seguivo con spasmodico interesse l’evoluzione del cantiere, cercavo di intuire come sarebbe diventata la nuova Tribuna, coinvolto emotivamente nei lavori, quasi infastidito dai macchinari e dagli operai che ferivano “mortalmente” un luogo quasi sacro per me e tanto familiare.
Il tutto mi fu svelato domenica 23 maggio 1993. Avevo visto gli spalti dello stadio stracolmi di gente (ben oltre la capienza ufficiale e in barba ad ogni normativa di sicurezza) solo in una precedente occasione: l’amichevole tra la nazionale italiana e la squadra di Cannes (18 maggio 1990), in preparazione ai Mondiali di Italia ’90, dall’ultimo gradino della Curva Nord.
Nel 1993 invece mi toccò il terreno di gioco, di fronte alla nuova tribuna coperta dove il Pontefice celebrò la Santa Messa. La temperatura esterna era scaldata da uno splendido sole più estivo che primaverile, mentre il cuore dei presenti fu irradiato come sempre dalla figura e dalle parole di quell’energico pontefice, testardo e determinato, schietto, semplice, quindi tanto amato dalla gente. Mi ricordo anche la festa che invadeva ogni angolo della città, i fedeli ed in particolare i giovani che si avvicinavano allo stadio, alcuni dei quali portavano al collo il foulard giallo della Città del Vaticano e cantavano allegramente. Tutto questo aumentava nel mio immaginario la somiglianza con un evento sportivo o forse era solo la mia fantasia che si univa alla voglia di veder riempito lo stadio di gente, cosa che al seguito degli amaranto ancora non mi era riuscito di vedere.
Papa Wojtyla se ne andò con l’elicottero, volteggiando per due volte sul piazzale antistante allo stadio, quasi fosse una forma di saluto per il calore e per l’accoglienza che la Chiesa aretina gli aveva riservato, guidata a quel tempo dal Vescovo Monsignor Giovanni D’Ascenzi.
I fedeli della nostra Diocesi per vedere di nuovo il Papa ad Arezzo dovettero aspettare poco, poiché il 17 settembre dello stesso anno, Giovanni Paolo II° tornò per visitare il Santuario de La Verna e il Monastero di Camaldoli, mentre gli sportivi amaranto per vedere di nuovo lo stadio colmo “oltre” ogni ordine di posti (e alla fine colmo anche in mezzo al campo) dovettero aspettare il giorno dell’ultima promozione in serie B. Era il 25 aprile 2004.

 

scritto da: Luca Salvadori, 13/05/2012





La visita di Giovanni Paolo II ad Arezzo

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Libanese , il 13/05/2012 alle 12:13

Foto Commenti

«Non sta forse scritto nella Bibbia: La mia casa sarà casa di preghiera per tutti i popoli? (Is 56,7). Voi invece ne avete fatto una spelonca di ladri!» (Ger 7,11).                           

Io sono sempre piu' fermamente convinto  che se   Gesu'  Cristo  scende di nuovo in Terra  va  nel nuovo  tempio ( "il Vaticano ")  e  prende a  schiaffi  il Papa  e  tutti  i  cardinali.

Commento 2 - Inviato da: el lagarto, il 13/05/2012 alle 13:49

Foto Commenti

San Fracesco è stato da esempio sopratutto per il vaticano

Commento 3 - Inviato da: DaM, il 13/05/2012 alle 16:34

Foto Commenti

Grande Amimodo. Quoto dal primo all'ultimo punto.

E poi smettiamola con questa storia del rispetto, per pretendere il rispetto bisogna prima di tutto concederlo, questi qu invece vogliono da una parte essere rispettati, da quell'altra imporre la loro visione del mondo agli altri. Le religioni sono una vera merda, la vera fede, per chi ce l'ha, non ha bisogno di papi e preti.

Commento 4 - Inviato da: contedimontecrisco, il 13/05/2012 alle 20:42

Foto Commenti

.......credo di si (5)!!Domani aprono la Tomba di De pedis magari finisce il mistero di Emanuela Orlandi!

Commento 5 - Inviato da: Amaranta, il 13/05/2012 alle 21:41

Foto Commenti

Amimodo, hai portato una serie di luoghi comuni, per niente veritieri... certo se leggi determinati tipi di libri, non puoi trovare che questo....

Commento 6 - Inviato da: cocciolone, il 13/05/2012 alle 21:47

Foto Commenti

Commento 7 - Inviato da: Amaranta, il 13/05/2012 alle 22:35

Foto Commenti

Anzi voglio ribadire: bellissima giornata, piena di gioia ed emozione. Felice ed orgogliosa di esserci stata.

Commento 8 - Inviato da: chiana, il 13/05/2012 alle 23:10

Foto Commenti

Amaranta uno può essere credente senza tapparsi gli occhi... la chiesa è marcia dentro e questo papa ne è degno rappresentante. Poi ognuno fa come gli pare ma negare l'evidenza per difendere un'idea mi sembra eccessivo. Dire che il pastore tedesco è un papa degno e come affermare che bacis è un signor allenatore... le chiacchiere sono chiacchiere ma sono i risultati che contano.

Commento 9 - Inviato da: contedimontecrisco, il 13/05/2012 alle 23:25

Foto Commenti

Siamo al limite dell'onnipotenza ,siamo in grado di giudicare anche l'operato di un Papa !!!!!Chi sei tu dunque Chiana che ti permetti di fare certi paragoni !!!!!!!!!!!!!Nel giudicare il prossimo bisogna prima essere umili dentro e non sparare sul mucchio alla Beppe grillo per intendersi ,brava Amarenta fai quello che ti senti dentro!

Commento 10 - Inviato da: contedimontecrisco, il 13/05/2012 alle 23:25

Foto Commenti

Siamo al limite dell'onnipotenza ,siamo in grado di giudicare anche l'operato di un Papa !!!!!Chi sei tu dunque Chiana che ti permetti di fare certi paragoni !!!!!!!!!!!!!Nel giudicare il prossimo bisogna prima essere umili dentro e non sparare sul mucchio alla Beppe grillo per intendersi ,brava Amarenta fai quello che ti senti dentro!

Commento 11 - Inviato da: chiana, il 14/05/2012 alle 07:54

Foto Commenti

Dici che essendomi permesso di criticare andrò all'inferno? Leggi, informati e studia la storia prima di parlare... La dottoressa chiaramente può fare quello che vuole e non c'è bisogno che glie lo dica io ma non ci possiamo tappare gli occhi di fronte alla realtà.

Commento 12 - Inviato da: Amaranta, il 14/05/2012 alle 08:37

Foto Commenti

Io credo che si stiano dicendo luoghi comuni e cose superate, sulla Chiesa. Gesu' fu perseguitato 2000 anni fa, gli apostoli lo furono alla sua morte, e noi credenti lo saremo fino alla fine dei tempi.... che non saranno piu' il 21-12-2012 , visto che, come avrete sentito due giorni fa al TG,  è stato trovato il vero calendario Maya che smentisce tutto.... Laughing Dai ora sto zullando....ognuno faccia come vuole lasciando in pace chi  la pensa diversamente.

Io ieri ho vissuto una delle giornate piu' belle della mia vita, e nessuno puo' togliermela. Stop!

Qua sul forum ci unisce tutti la passione Amaranto e questo qua conta! Litighiamo anche su quella, vuoi che possiamo essere d'accordo su tutte le altre cose della vita?? Wink

Commento 13 - Inviato da: cocciolone, il 14/05/2012 alle 08:38

Foto Commenti

Giornata emozionante e unica. Mi dispiace di vero cuore che qualcuno se la sia persa. Cristo è risorto, è questa l'ultima parola che sconfigge il dolore e la morte.

Forza Arezzo

Commento 14 - Inviato da: Amaranta, il 14/05/2012 alle 08:56

Foto Commenti

ha fatto degli errori imperdonabili e che ora sta cercando di correggere

behh certo se mi parli di streghe e inquisizione, possiamo essere d'accordo...io ero andata un tantino piu' avanti negli anni.....

Dai Amimodo, ti stimo parecchio come tifoso dell'Arezzo...restiamo amici su questo. Wink

P.S. Cocciolone concordo con ogni tua parola!

Commento 15 - Inviato da: baicol, il 14/05/2012 alle 09:30

Foto Commenti

Io vedo poco spirito critico da entrambi le parti, anzi ne vedo meno in Amimodo che nell'Amaranta. Nella chiesa ci sono le mele marce, quelle buone e quelle così così, non si può generalizzare.

Detto questo, è lunedì, il santo padre è tornato a Roma e stasera gioca l'Arezzo...per fortuna 

Commento 16 - Inviato da: Amaranta, il 14/05/2012 alle 09:32

Foto Commenti

 Nella chiesa ci sono le mele marce, quelle buone e quelle così così, non si può generalizzare

Esatto, baicol!! Anche questo ve lo concedo...vedi che lo spirito critico ce l'ho!! Wink

Commento 17 - Inviato da: baicol, il 14/05/2012 alle 09:59

Foto Commenti

Io non ero presente Domenica e nemmeno nel '93, ma questa volta ho provato anch'io un'emozione legata alla visita del papa, l'emozione più bella è stata girare per il centro storico di Arezzo nella zona del duomo sabato notte, anche io me ne sarei stato a casina ma un invito a cena mi ha fatto muovere ed è stato magnifico vedere Arezzo senza una macchina, con pochissime persone in giro, un'atmosfera veramente da favola. Abbiamo la fortuna di vivere in un posto meraviglioso.

Commento 18 - Inviato da: contedimontecrisco, il 14/05/2012 alle 10:38

Foto Commenti

Per(11) e (17).Ognuno è libero di pensare come vuole e non ho bisogno di ripassare la Storia poiche' minimo la conosco quanto voi,ma paragonare il S. Padre  al Mister mi sembra molto ma molto generalizzato e riduttivo!!!!!!!!!!!!!!P.S Chiana se andrai all'inferno ? Boh dipendera' soprattutto da te. Forza Arezzo

Commento 19 - Inviato da: DaM, il 14/05/2012 alle 10:45

Foto Commenti

Medioevo? Ecco le tempistiche delle considerazioni fatte da Amimodo (grazie per la stima ;-)).

1) almeno fino agli anni ´80
2) corrente
3) fino alla fine degli anni ´80
4) almeno fino allo scorso anno, Ratzinger in prima linea quando era cardinale
5) tuttora
6) tuttora
7) credo sia cambiato da non piú di 50 anni
8) tuttora
9) tuttora
10) fino al 24 novembre ´68

Ma certo, "chi siamo noi per criticare un Papa"? Allora, caro, contedimontecristo, se tu ritieni che il Papa non sia giudicabile, non giudicarlo, é una tua scelta. Ma se io ritengo che il Papa, in qualitá di essere umano non diverso da qualunque altro essere umano, puó fare cose giuste e sbagliate (e non sarebbe certo il primo Papa, a sbagliare, o vogliamo negare anche questo?), ho tutto il diritto di giducarlo, come ho tutto il diritto di giudicare Mussolini o Lenin o Putin o Obama o Monti o Berlusconi o Fanfani o chiunque altro, con il suo operato pubblico, influisce o pretende di influire sulla mia vita (pubblica o privata) anche e SOPRATUTTO se ho liberamente deciso di non far parte della sua comunitá.
Ti assicuro che quello che scrivo non lo scrivo per partito preso, ma nasce da considerazioni personali nate dopo anni di frequentazione della parrocchia, che non nego mi sono costate anche dolore nel momento in cui mi si palesavano davanti.
Non metto in dubbio la buona fede di chi era al Prato ieri, ma allo stesso modo non é possibile giustificare quella adesione a dei principi che - se espressi da una associazione meno potente della Chiesa Cattolica, provocherebbero un giusto sdegno da parte di qualunque persona che ritenga ogni essere umano portatore dei medesimi diritti non di fronte a Dio, ma di fronte a un qualunque altro essere umano.

Commento 20 - Inviato da: DaM, il 14/05/2012 alle 10:49

Foto Commenti

Io ieri ho vissuto una delle giornate piu' belle della mia vita, e nessuno puo' togliermela. Stop!

Sono convinto che molti ragazzi partecipanti - che so - alla gioventú hitleriana hanno provato le stesse emozioni quando, tutti insieme, hanno lavorato o hanno fatto attivitá fisica tutto il giorno, facendo squadra e dandosi pacche sulle spalle tra di loro. Ma quella loro emozione li poteva autorizzare a dire "siamo stati bene, nessuno puó toglierci la bellezza di questa giornata, stop!"?

Io credo di no.

Commento 21 - Inviato da: Amaranta, il 14/05/2012 alle 11:36

Foto Commenti

 Se uno non ha figli deve rimanere vergine?

Questa ve la siete inventata di sana pianta.... Non mi sembrate molto informati.....il concetto di verginita' non dipende dal non avere figli....forse dal non volerne avere? Che è un po' diverso....

Un omosessuale è da internare?

Anche questa non l'ho mai sentita da nessuna parte... Il discorso è molto piu' complesso, non posso mettermi qua a fare catechismo....nemmeno lo vorreste!

Mi limito a queste che riguardano la dottrina, perche' un pochino ci son dentro.

Tutto il resto ritengo che molte siano falsita' e illazioni, qualcosa è stato travisato (il ruolo della donna nei confronti dell'uomo....anche Paolo scriveva: "mogli state sottomesse ai vostri mariti", ma non voleva dire quello che avete capito voi, basta continuare a leggere il seguito....)

Ma ora sto facendo catechismo, che è quello che non volevo....

 

Commento 22 - Inviato da: Amaranta, il 14/05/2012 alle 11:41

Foto Commenti

Stasera mi girano i coglioni che faccio tardi alla partita e giovedi, in caso di passaggio del turno, non posso proprio andarci....parliamo di questo, che ci mette quasi tutti d'accordo!! Wink

Commento 23 - Inviato da: DaM, il 14/05/2012 alle 11:51

Foto Commenti

Questa ve la siete inventata di sana pianta.... Non mi sembrate molto informati.....il concetto di verginita' non dipende dal non avere figli....forse dal non volerne avere? Che è un po' diverso....

quello che voleva dire Amimodo, é se l'atto sessuale deve necessariamente essere legato ad una volontá di procreazione. In pratica, si parla della contrarietá della Chiesa ai metodi contraccettivi.

Anche questa non l'ho mai sentita da nessuna parte... Il discorso è molto piu' complesso, non posso mettermi qua a fare catechismo....nemmeno lo vorreste!

fammi catechismo in privato su FB, ti autorizzo, cosí poi ne discutiamo lí :-)

Comunque Ama basterebbe partire dal presupposto che la donna é la tentatrice dell'uomo (basato sul fatto che é Eva (donna) che offre ad Adamo (uomo) il frutto proibito. Si parla di mela ma si sarebbe dovuto dire patata (Wink); non é un caso che la prima cosa che viene detta alla donna dopo che il "frutto proibito" e stato mangiato, é che partorirá tra grandi dolori), per capire perché le donne non possono avere il sacramento del Sacerdozio o perché fino a non molto fa (ufficialmente) era la donna che doveva seguire l'uomo...

Poi per caritá, ognuno é libero di fare quello che vuole, per quanto mi riguarda una donna islamica é libera di mettersi il burka, se ritiene che questo sia giusto per lei. Ma se un Imam mi viene a dire che io non posso criticare questa usanza (che trovo vergognosa nei confronti della libertá delle donne) perché é la volontá di Dio, io gli rispondo che el coglion lo mangia a morsi.

Commento 24 - Inviato da: DaM, il 14/05/2012 alle 12:01

Foto Commenti

Amen!

vedi Mino, é questa profonditá dei contro-ragionamenti alle critiche alla Chiesa Cattolica che rafforza i miei convincimenti.

Commento 25 - Inviato da: chiana, il 14/05/2012 alle 12:23

Foto Commenti

La ragione è una cosa, la religione (qualsiasi religione) un'altra... stop.

 

Commento 26 - Inviato da: DaM, il 14/05/2012 alle 12:33

Foto Commenti

mettere fine a questa "discussione" che (parere personale) la trovo stucchevole

Mino su, mica te l'ha ordinato il dottore di partecipare. Mi dispiace ma una delle cose piú complesse é trovare qualcuno che sia disposto a mettere in discussione i vari punti esposti, ci sará un motivo se nessuno lo fa e - al massimo - si limita a dire che di certe cose non si puó discutere?