Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 14a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Legnago01Cesena
Matelica13Gubbio
Modena10Fermana
Arezzodom15Sud Tirol
Ravennadom15Padova
Triestinadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Mantova
Perugiadom17.30Imolese
V. Veronadom17.30Carpi
Vis Pesarodom17.30Fano
MONDO AMARANTO
Silvia e Jacopo ad Alberobello
NEWS

Siamo tanti, siamo carichi, siamo sempre con voi! Alò Arezzo, c'è un lavoro da terminare

Sale l'attesa, sale l'adrenalina e si sentono brividi di passione pura. Domenica lo stadio era una bolgia, stasera il settore ospiti e uno spicchio di tribuna saranno colorati d'amaranto: ci meritiamo tutti un applauso, anche chi è rimasto fuori e la squadra l'ha seguita sempre, in casa e in trasferta, nei momenti positivi e in quelli negativi, mettendo in piedi coreografie spettacolari. A Viterbo sarà battaglia, ma l'ambiente è carico a pallettoni. Citti, stiamo arrivando!



la meravigliosa coreografia della sud nella partita di domenicaDi solito mi metto a scrivere di notte, quella prima della partita, quando inizia a salire l’ansia e l’attesa si fa sempre meno lunga. Stavolta no, la partita di domenica ha lasciato troppa adrenalina in corpo, troppe emozioni da tenere dentro e allora ho iniziato a scrivere questo pezzo già da lunedì, battendo le dita sulla tastiera quasi a liberare un po’ di tensione e di fremiti. Troppo belle le sensazioni di quest’ultima settimana per tenersele dentro, quegli urli a squarciagola esultando ai tanti gol segnati, quella voce, sempre finita, al sostegno degli amaranto, quegli spettacolari brividi di passione pura. Un turbinio continuo, da far girare la testa ed esplodere il cuore: pazzesca l’atmosfera di mercoledì scorso, ancor più tracimante quella di domenica, anche per la vittoria larga, pesante come forse non avremmo mai neanche osato immaginare.

 

Una bolgia che non si vedeva da tempo e che la squadra si merita, ma non solo loro: anche quei ragazzi e quei tifosi che tutto l’anno vivono la curva, supportano la squadra in casa e fuori, anche quando c’è meno seguito e i risultati non sono roboanti, meritano di essere finalmente seguiti dal resto della tifoseria, di essere ricompensati per i sacrifici, le spese sostenute, le sere passate a lavorare sulle coreografie: già, le coreografie, stupende, per regalare un colpo d’occhio magnifico. Trovatemi una tifoseria che ne fa due così coinvolgenti, a includere quasi tutta la curva e di così ampio impatto in appena quattro giorni. Applausi a loro e applausi a un popolo che in mezza giornata di prevendita aveva già polverizzato tutti i biglietti disponibili per il settore ospiti del Rocchi, preparando un vero e proprio esodo per dare manforte all’Arezzo nella conquista di un altro passaggio del turno che sarebbe pura magia. Tanti andranno anche in tribuna, che forse per metà sarà a tinte amaranto. Tanti ancora, purtroppo, sono rimasti senza biglietto causa disponibilità ridotta: un vero peccato, perché il colpo d’occhio sarebbe potuto essere ancor più estasiante e perché magari è rimasta fuori gente che l’Arezzo l’ha seguito sempre, anche nella cattiva sorte, e avrebbe meritato di esserci per una serata così. E chissà che non riescano a parteciparvi comunque, spostandosi verso Viterbo anche senza l’ambitissimo pass.

 

 

Eravamo partiti dalla squadra, però, e allora applausi convinti anche a questo gruppo, che entra in campo con una voglia di imporsi che fa commuovere, che detta calcio, che è convinto di ciò che fa. E che partita dopo partita sta imparando a soffrire, a far fronte comune quando gli avversari, ci sono anche loro e sono forti tutti se sono arrivati fin qua, ci mettono sotto. Ci stiamo incattivendo quando serve, usando qualsiasi mezzo per raggiungere il traguardo. Siamo più furbi e più cinici, più smaliziati e anche un pelo più fortunati negli episodi giusti, ché da che mondo è mondo serve anche la buona sorte e sempre servirà. Per ora va dannatamente bene e speriamo che vada così ancora per un bel po’. La contesa non è finita, oggi ci sarà da battagliare, da rimboccarsi le maniche per gestire le fiammate gialloblu: loro attaccheranno subito forte per cercare un gol nei primi minuti che possa dare uno scossone a quella che al momento è una bilancia che pende tutta dalla nostra parte.

 

Ma si dovranno scoprire, non può che essere così, e allora noi dovremo essere bravi a pungere al momento giusto, per seppellire ogni loro velleità. Qualche acciacco lascia un po’ di preoccupazione, ma anche in questo senso è arrivato un segnale di vitale importanza: le alternative ai titolarissimi sembrano essersi calate anche loro nella parte, sono anche loro ingranaggi di questo meraviglioso meccanismo amaranto. Remedi e Benucci hanno tirato fuori dal cilindro le loro prestazioni migliori proprio quando contava di più e allora benvenuti o bentornati ragazzi! Butic quando è entrato ha dato segni di vita, arpionando qualche pallone di testa che una volta non avrebbe preso nessuno e quindi dai, che ci servi anche tu! Insomma, se potremo contare su qualche valida alternativa in più, allora sì che ci divertiremo fino in fondo. E noi, ormai che siamo in ballo, adesso in fondo ci vogliamo arrivare davvero! Citti, stiamo arrivando: siamo tanti, siamo carichi a pallettoni, siamo sempre con voi! Avanti grande Arezzo!

 

scritto da: Luca Amorosi, 22/05/2019





Coreografie amaranto nei play-off
comments powered by Disqus