Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Marco e Niccolò a Campo Tures - Bolzano
NEWS

Serie C, benvenuti ai play-off interregionali. E c'è un caso Triestina per l'eventuale finale

Un sorteggio liscio come l'olio a Firenze, con i bussolotti che hanno definito una griglia piena di derby, manco a farlo apposta la soluzione migliore per la Lega, sia per la logistica che per gli incassi. Unico neo: se i giuliani accedono alla finalissima, si giocherà il 5 ad Arezzo o Pisa e il 9 a Trieste (anziché il 9 e il 16). Il ''Rocco'' infatti ospita le gare degli europei under 21. Intanto la società amaranto ha presentato ricorso contro la squalifica di due giornate a Remedi



Primo accoppiamento: Catania-Trapani. Secondo accoppiamento: Feralpi-Triestina. Terzo accoppiamento: Arezzo-Pisa. Quarto accoppiamento: Imolese-Piacenza. Tutto liscio come l'olio in Lega a Firenze, quasi una mano santa a guidare palline e bussolotti dentro l'urna.

Quello che dovrebbe essere un campionato professionistico nazionale, specie nei play-off, ridotto a una sequenza di derby regionali o interregionali, come una serie D qualsiasi. La sorte è cieca, si dice, ma sono in molti a sospettare che ci abbia visto benissimo.

Meno beghe logistiche, spostamenti brevi per i club, tanto per arrivare in fondo bisogna batterle tutte e amen. Però doveva essere un sorteggio e i casi sono due: o non lo è stato oppure questa Lega ha qualcuno che l'assiste da lassù. Nemmeno un'estrazione in controtendenza, niente di niente.

Anzi, una sì. Hanno sorteggiato pure chi deve giocare in casa l'andata della finale (9 giugno). Ed è toccato alla vincente di Arezzo-Pisa. Il ritorno quindi sarà a Salò o Trieste (16 giugno). Solo che lo stadio di Trieste deve ospitare le partite dell'europeo under 21 e il 17 lì si gioca Serbia-Austria.

Quindi, se passa la Triestina, andata il 5 ad Arezzo o Pisa e ritorno il 9 al ''Rocco''. Così l'Arezzo o il Pisa giocheranno tre partite in una settimana dopo essersi fatti il mazzo nel turno precedente, contro un avversario molto più riposato.

Bastava far giocare l'andata a Trieste e il ritorno in Toscana e il problema era risolto, ma evidentemente in Lega non ci hanno pensato. Oppure questo è l'unico bussolotto che non è andato per il verso giusto. 

Da un punto di vista degli incassi, sarà un successone per i club. E pure per la Lega. Arezzo-Pisa tira più di Arezzo-Feralpi, Catania-Trapani più di Catania-Imolese. Ma come vengono ripartiti i soldi incassati al botteghino per queste semifinali play-off?

Ecco cosa dice il regolamento (a questo link il testo completo).

 

1) L’importo lordo viene depurato dall’imposta sul valore aggiunto (compresa l’eventuale IVA dovuta sui biglietti omaggio) nonché dalle eventuali spese/imposte derivanti da attività di intrattenimento e da altre spese e competenze SIAE, dai diritti di prevendita, dal corrispettivo per il servizio di biglietteria, dalle spese dirette ed indirette di Lega;

2) l’importo viene ulteriormente depurato dal rimborso spese forfettario dovuto alla società ospitante e liquidato alla stessa, previa emissione di fattura alla Lega.

3) L'importo rimanente viene ripartito nella misura seguente:

- Lega Pro 20%
- Società sportiva ospitante 40%
- Società sportiva ospitata 40%

4) Nessuna spesa di viaggio e soggiorno delle società che disputano la gara potrà essere rimborsata.

 

Nelle final four invece l'incasso sarà così ripartito:

- Lega Pro 30%
- Società sportiva ospitante 35%
- Società sportiva ospitata 35%

 

Insomma, tutti contenti (o quasi). Senza contare che chi è partito dai play-off del girone (come l'Arezzo) ha un fardello di ammonizioni e diffide pesantissimo, mentre chi entra adesso (come le seconde) è candido e pulito. Ok il vantaggio di classifica, ma così è un po' troppo. Se poi le gare si giocano a ritmo serrato, con la stranchezza che viene a galla, il rischio di prendere un cartellino s'impenna.

Ma tanto ormai è andata. A proposito di sanzioni disciplinari, l'Arezzo ha presentato ricorso contro la squalifica di due turni inflitta a Remedi per il parapiglia di mercoledì a Viterbo, innescato dal raptus di Mignanelli. Le responsabilità del giocatore amaranto, guardando le immagini, sono veramente poche o nulle. Purtroppo come le speranze che il ricorso venga accolto.

 

scritto da: Andrea Avato, 24/05/2019





comments powered by Disqus