Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Samuele e Marco al Vicente Calderon di Madrid
NEWS

Rovesciata davanti al settore e qualificazione al sicuro. Pelagatti, il primo gol è una perla

E' del difensore il gesto tecnico più votato dalla redazione in questa prima fase degli spareggi per la serie B: coordinazione, incoscienza, agilità e palla nell'angolino davanti a 800 tifosi amaranto. Secondo posto per Brunori, finora decisivo con tre reti una più bella dell'altra. In terza posizione Pelagotti, determinante sia all'andata che al ritorno nella sfida con la Viterbese



Dovendo scegliere una perla sola di questa prima fase dei play-off, quale gesto tecnico vincerebbe? Dalla competizione abbiamo escluso il pubblico perché sarebbe stato troppo facile scegliere la coreografia che ha preceduto l'inizio di Arezzo-Viterbese oppure gli 800 presenti nel settore al ''Rocchi''.

Restando al campo, e conteggiando uno a uno i voti della redazione, alla fine la perla di queste tre gare di spareggio per la B se l'è presa Carlo Pelagatti. Il primo gol in amaranto non si scorda mai, soprattutto se è un gol in rovesciata davanti ai tuoi tifosi, un gol che chiude definitivamente il discorso qualificazione e consente di allungare il sogno per la serie B. Coordinazione perfetta, un minimo d'incoscienza, elasticità: ne è venuta fuori una giocata strepitosa, con la palla finita nell'angolo alla sinistra di Valentini. A distanza di dieci anni dal debutto con l'Arezzo, Pelagatti si è tolto pure questa soddisfazione.

 

Al secondo posto non poteva non piazzarsi Matteo Brunori, scippato del primo gradino del podio ma comunque in grande spolvero in questa fase di post campionato. Un gol frutto della tenacia quello messo dentro al Novara: primo tiro respinto del portiere, seconda conclusione da terra che gonfia la rete. La doppietta alla Viterbese è invece un mix meraviglioso di tecnica, agilità e senso del gol: controllo orientato e diagonale di sinistro sul palo lontano, poi stop, torsione e destro all'angolo. Un vero uomo d'area, un attaccante che è salito a quota 16 segnature in stagione e che è destinato a salire di categoria.

 

Terza posizione, strameritata, per Alberto Pelagotti. Il portiere ha messo i guanti e la firma sul passaggio del turno con la Viterbese, ritagliandosi un ruolo determinante sia all'andata che al ritorno. Riflessi felini per lui nell'azione carambolesca del Comunale, quando Polidori e De Giorgi lo hanno insidiato da distanza ravvicinata: salvato dalla traversa sul primo tentativo, salvato dai suoi riflessi sul secondo. E a Viterbo, stessa musica: due parate determinanti su Tsonev in avvio del primo e del secondo tempo. In entrambi i casi il punteggio era ancora fermo sullo 0-0, la partita avrebbe potuto cambiare piega. Pelagotti invece l'ha indirizzata dalla parte giusta.

 

scritto da: Andrea Avato, 27/05/2019





Emozioni play-off, l'Arezzo sogna la serie B

Perla amaranto play-off parte 1
comments powered by Disqus