Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Sara davanti al Duomo di Milano
NEWS

Caos biglietti, l'Arezzo non ci sta: ''Intervenga la Lega''. Almeno mille aretini in partenza

I tifosi sono inferociti per la mancata concessione di altri tagliandi del settore ospiti. Dopo la nota del sindaco Ghinelli di ieri sera (''il Pisa non ha rispettato gli accordi sulla reciprocità di trattamento''), stamani anche la società amaranto si è fatta sentire: ''il presidente Ghirelli faccia rispettare i patti''. Domani raduno allo stadio e carovana di pullman, pullmini, auto verso l'Arena Garibaldi



E adesso che succede? Il caos biglietti è grosso così. Al momento non si sa con certezza quanti tagliandi sono andati in mano ai tifosi dell'Arezzo per l'Arena Garibaldi: di sicuro 500 nel settore ospiti, più altri a macchia di leopardo in gradinata, tribuna inferiore e superiore.

Giovedì sera fonti ufficiose parlavano di circa 750 posti comprati a vario prezzo (dai 12 ai 40 euro), ma ieri, quando la prevendita online è ripartita, ne sono stati acquistati degli altri. A occhio e croce siamo sulle 800/900 persone che domani si metteranno in viaggio verso Pisa.

 

Il malcontento però è forte: un ulteriore contingente di ticket per la sud non è stato messo a disposizione, nonostante gli accordi presi in sede di Gos ad Arezzo sulla reciprocità di trattamento da parte dei due club. Così il tam tam è diventato univoco nella tifoseria amaranto: partiamo lo stesso, anche senza biglietto. 

Stamani il presidente Giorgio La Cava si è detto profondamente rammaricato per l'accaduto: ''Non mi sono occupato in prima persona della questione, ma tutti sapevano che c'era questo patto siglato davanti a prefetto e questore. Il sindaco ha ragione, il Pisa non ha rispettato gli accordi: mi sono già fatto sentire con il presidente Ghirelli, perché al tavolo del comitato per la sicurezza, il 24 maggio, c'era anche la Lega che sapeva tutto''.

 

E poco fa l'Arezzo ha diramato un comunicato ufficiale sulla vicenda.

La S.S. Arezzo intende fare chiarezza circa il mancato rispetto degli accordi intercorsi con la Società A.C. Pisa relativi alla disponibilità e concessione dei biglietti in occasione delle gare play off di andata e ritorno. Nel corso di un’apposita riunione svoltasi presso la Prefettura di Arezzo il giorno 24 maggio erano presenti anche i rappresentanti del Pisa calcio e il rappresentante della Lega Pro.

In tale sede i massimi rappresentanti della città di Arezzo si sono adoperati, al fine di garantire l’ordine pubblico e di consentire l’accesso in curva nord di tutti i possessori dei 1382 biglietti acquistati (pur se erroneamente in settori di pertinenza degli sportivi aretini).

Grazie ad apposite ordinanze del Sindaco di Arezzo Ing. Alessandro Ghinelli si è potuto regolarizzare quanto sopra, ed a seguito di ciò, nella gara di andata del 29 maggio, tutto si è svolto regolarmente al di fuori del terreno di gioco.

L’impegno della Società Pisa calcio era quello di garantire altrettanti 1382 tagliandi agli sportivi aretini in occasione della gara di ritorno di domani 2 giugno alle ore 20:30.

Il Pisa calcio e di conseguenza le autorità pisane preposte non hanno al momento garantito ciò, con la conseguenza di avere causato un grave disagio agli sportivi aretini e di conseguenza alla S.S. Arezzo ed alle massime autorità aretine preposte, ingiustamente chiamate in causa.

La S.S. Arezzo invita il Presidente della Lega Pro ad intervenire personalmente al fine di garantire il rispetto degli impegni sottoscritti e verbalizzati nell’apposta riunione presso la Prefettura di Arezzo. La S.S. Arezzo si riserva con l’occasione di valutare con i propri legali se esistano elementi di procedimenti disciplinari da sottoporre alla Procura Federale della F.I.G.C.

La S.S. Arezzo ringrazia il Prefetto di Arezzo, il Questore di Arezzo, il Sindaco di Arezzo, tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine perché solo grazie al loro impegno si è potuta svolgere la gara di andata nel rispetto dei più sani principi sportivi.

 

Fatto sta che la trasferta di domani si preannuncia calda. I tifosi dell'Arezzo partiranno con cinque pullman, diversi pullmini e decine di auto: il raduno è fissato nel piazzale dello stadio per il primo pomeriggio.

E' molto probabile, come successo per il match di andata, che la Rai conceda di nuovo la diretta regionale della partita, su richiesta stavolta della prefettura di Pisa.

La raccomandazione che arriva dalla polizia stradale è di evitare la Fi-Pi-Li. La presenza di un cantiere tra le uscite di Ginestra Fiorentina e Montelupo sta creando disagi al traffico, con la formazione di code chilometriche. Il consiglio quindi è seguire l'autostrada A1 fino a Firenze Nord e da lì verso Pisa.

 

scritto da: Andrea Avato, 01/06/2019





comments powered by Disqus