Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Paolo a Capo Nord - Norvegia
NEWS

Sono cominciati gli esami di maturità. Il ricordo di Pelagatti: ''Matematica, che ansia...''

Il difensore amaranto ha raccontato ad Arezzo Notizie i suoi esami per il diploma al liceo scientifico: ''Sono passati dodici anni, studiavo in gruppo perché da solo mi annoiavo. Il tema d'italiano non mi metteva grande agitazione, la seconda e la terza prova invece sì... Ai ragazzi di oggi dico di godersi questi giorni, a me fanno venire nostalgia''



Carlo Pelagatti, diplomato al liceo scientificoPrimo giorno degli esami di maturità. Stamani si sono seduti sui banchi 520.253 studenti di tutta Italia, 2.875 in provincia di Arezzo. Si è cominciato con il tema d'italiano (sei ore a disposizione), domani la seconda prova e il 25 giugno la terza. Da fine mese il via agli orali. 

Per il tema di attualità, erano proposti questi spunti: riflessione sulle figure del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, martire di Stato ucciso in un attentato mafioso a Palermo nel 1982, con la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente Domenico Russo, a partire dal discorso del prefetto Luigi Viana, in occasione delle celebrazioni del trentennale dell’attentato; seconda traccia, su sport e storia, a partire da un articolo di giornale che parla della vittoria al Tour de France di Gino Bartali, il campione di ciclismo nominato «Giusto tra le nazioni» per aver salvato numerosi ebrei, nel 1948, in un momento di forte tensione dopo l’attentato a Togliatti. 

 

Dodici anni fa, come raccontato ad ArezzoNotizie, le fibrillazioni pre esame della maturità scientifica toccavano a Carlo Pelagatti.


''Ricordo i pomeriggi trascorsi a studiare in gruppo, da solo mi annoiavo ed avevo continuamente bisogno del confronto con gli altri. E poi ricordo quel pizzico di ansia che precede la prima prova anche se, devo essere sincero, ero più spaventato e in agitazione per la seconda prova.Matematica. O la sai o non la sai. Per il tema d'italiano ero certo di riuscire a cavarmela quindi non mi sentivo troppo in agitazione. Nervosismo anche per la terza prova che comprendeva più materie. Però se ripenso oggi a quei giorni provo nostalgia. Erano momenti davvero belli che sono passati in un soffio. Ai maturandi dico: godetevela. Anche se adesso non sembra, state per vivere un momento bellissimo che sarà molto importante per la vostra vita futura. In bocca al lupo a tutti". 

 

scritto da: La Redazione, 19/06/2019





comments powered by Disqus