Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Elisabetta e Silvia in visita al Camp Nou di Barcellona
NEWS

Giovane, emergente, pieno d'entusiasmo. C'è Di Donato in cima alla lista dell'Arezzo

Il tecnico dell'Arzignano è il candidato numero uno per arrivare al Comunale. 42 anni, due stagioni in amaranto da calciatore, ha iniziato la carriera da allenatore alle giovanili del Modena, per poi passare in serie D alla Jesina (retrocessione in Eccellenza). Quest'anno con il club veneto ha dominato il torneo e conquistato la promozione in C. Prima di annunciarlo, la società deve concordare l'addio con Dal Canto: la risoluzione di contratto è l'ipotesi più probabile, ma resta in piedi la possibilità dell'esonero



Di Donato dopo l'unico gol in amaranto segnato contro il RiminiDaniele Di Donato è il candidato numero uno per diventare il nuovo allenatore dell'Arezzo. Il suo nome è sempre stato il più caldo di tutti ed è in cima alla lista di Ermanno Pieroni. 42 anni, reduce dalla promozione in serie C conquistata poche settimane fa con l'Arzignano, era nel mirino di diverse società.

Ci sono ancora gli ultimi dettagli da limare e la trattativa non è chiusa, ma il suo è l'identikit che aveva tratteggiato il presidente La Cava l'altro giorno: giovane (sia di curriculum che anagraficamente), emergente e con grande entusiasmo.

Il direttore generale lo conosce da tempo: da giocatore lo portò in amaranto nel 2005, in serie B. Di Donato restò ad Arezzo per due stagioni, indossando anche la fascia di capitano, prima di trasferirsi ad Ascoli. In totale per lui 77 presenze e un gol contro il Rimini.

La carriera da allenatore l'ha cominciata a Modena nelle giovanili. Nel 2017 è approdato alla prima squadra e il debutto non è stato il top: retrocessione in Eccellenza con la Jesina, poi ripescata. Quest'anno invece è andata alla grande: 70 punti, 21 vittorie, solo 6 sconfitte e salto di categoria.

Di Donato aveva un accordo per la conferma con l'Arzignano ma non ha mai firmato il contratto da prof e l'inserimento dell'Arezzo ha cambiato radicalmente gli scenari. Per la società vicentina, che l'estate scorsa ha lanciato Vincenzo Italiano verso Trapani, potrebbe essere un altro fiore all'occhiello. Amante del 4-4-2 e del 4-3-3, Di Donato se arriverà dovrà portare solo un vice, mentre troverà il preparatore atletico Francesco Carchedi e il preparatore dei portieri Francesco Franzese, che hanno fatto parte dello staff di Dal Canto.

L'Arezzo, prima di annunciare il nuovo tecnico, deve concordare l'addio con il mister della passata stagione: l'ipotesi più probabile è la risoluzione consensuale, ma se non ci fossero i presupposti si potrebbe arrivare all'esonero. In quel caso Dal Canto non potrebbe accasarsi altrove ma l'Arezzo dovrebbe sostenere un bel fardello economico. La situazione, in un senso o nell'altro, arriverà all'epilogo nelle prossime ore.

 

scritto da: Andrea Avato, 26/06/2019





comments powered by Disqus