Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 16a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Gozzano11Carrarese
Virtus Entella01Pro Patria
Olbia01Juventus U23
Pro Piacenza21Arezzo
Siena41Albissola
Pistoiese01Pontedera
Alessandria11Novara
Pisa20Arzachena
Cuneo00Piacenza
Lucchese11Pro Vercelli
MONDO AMARANTO
Nanci sulla neve con la papala amaranto
NEWS

Alla scoperta del Bogliasco. Un bomber davanti e spruzzi di Samp

La formazione ligure che domani affronterà l'Arezzo, ha chiuso il campionato con un dignitoso 12esimo posto, guadagnando la salvezza dopo la promozione dall'Eccellenza della scorsa stagione. In panchina c'è Andrea Cecchini, ex centravanti che ha preso il posto di Giovanni Invernizzi, centrocampista nella formazione blucerchiata di Vialli e Mancini che vinse lo scudetto. L'attaccante Baudoletti (15 gol) è l'elemento più temibile



una formazione del Bogliasco d'AlbertisIl Bogliasco d’Albertis, società ligure che ha sede nei pressi di Genova, sulla riviera di Levante, è nata tre anni fa. Il presidente del D’Appolonia D’Albertis, Giuseppe Perpignano, ha acquistato il Bogliasco e fuso le due ragioni sociali. Oltre a puntare sul settore giovanile, ha costruito anche una buona prima squadra, che nel 2011 ha vinto il campionato di Eccellenza, arrivando per la prima volta in serie D. In questa stagione i bianconerocelesti (costretti a emigrare sul sintetico di Santa Margherita Ligure) sono riusciti a guadagnare la salvezza con un dignitoso 12esimo posto, frutto di 13 vittorie, 9 pareggi e 14 sconfitte. Il pass per gli ottavi di finale dei play-off se lo sono conquistato grazie alla Coppa Italia, dove sono arrivati fino alla semifinale. Lì hanno poi perduto contro il San Donà, che a sua volta è stato battuto nella finale di Arezzo dal Sant’Antonio Abate.
Bogliasco è un comune di 4.500 abitanti, famoso calcisticamente perché vi si allena la Sampdoria. E infatti nell’organigramma dei prossimi avversari dell’Arezzo, qualche dettaglio blucerchiato salta fuori: il preparatore dei portieri è Guido Bistazzoni, ex numero 1 di Triestina, Padova e ovviamente Samp. L’allenatore in prima, invece, fino a poco tempo fa era Giovanni Invernizzi, artefice dalla panchina della promozione in D e della salvezza di quest’anno. Ex centrocampista nella Samp dei miracoli, quella che con Vialli e Mancini vinse lo scudetto e perse la finale di Coppa dei Campioni con il Barcellona, Invernizzi è stato esonerato un mese fa perché la società non ha gradito le voci che lo danno per l’anno venturo come responsabile del settore giovanile dell’Entella Chiavari. Adesso in panca c’è Andrea Cecchini, 39 anni, ex attaccante di buon livello con le maglie di Vicenza, Spezia, Modena, Pescara e tante volte avversario dell’Arezzo.
Quella che domani si presenterà al Comunale, stando alle referenze, è una squadra appagata dall’evolversi della stagione e dalla salvezza acquisita. L’ultima gara ufficiale l’ha giocata il 6 maggio, cioè due settimane fa, proseguendo poi gli allenamenti in maniera blanda. Cecchini si solito utilizza il 4-4-2, con il centravanti Simone Baudinelli che è il giocatore più temibile. Classe ’79, quest’anno ha segnato 15 gol: è uno di movimento, generoso nel pressing, bravo anche in acrobazia. E’ il classico giocatore di categoria, visto che ha militato sempre in serie D. Ma negli ultimi due anni ha segnato 31 volte, che non sono poche. 10 i gol del compagno di reparto Matteo Rossi, 28 anni, mentre la difesa è imperniata sull’esperienza dei centrali Domenico Rega (classe ’88, ex C1 alla Paganese) e Jacopo Zunino (classe ’87). Non male l’esterno destro offensivo Marco Cappannelli: ha 24 anni e molti lo considerano buono anche per i prof.

 

scritto da: Andrea Avato, 19/05/2012





Bogliasco D'Albertis-Asti 2-1

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Marco Bianchi, il 19/05/2012 alle 13:11

Foto Commenti

Avanti tutta! Cool

Commento 2 - Inviato da: Cavalloamaranto, il 19/05/2012 alle 16:53

Foto Commenti

Calma ragazzi, tutte le partite sono difficili soprattutto quando si arriva a questi punti, gli altri hanno poco o Niente da perdere, giocano contro l'Arezzo e ce la mettono tutta, poi non bisogna sottovalutare il fatto che a fine partita in caso di parita' ci sono direttamente i rigori, abbiamo le punte da altre categorie ma il centrocampo lascia molto a desiderare e ogni tanto la difesa si concede distrazioni, comunque ormai bisogna arrivare in fondo a costo di mangiare l erba del campo!!