Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Matteo sulle nevi di Alleghe
NEWS

Corrado e Cutolo ribaltano il Novara. Finisce 3-1. Pubblico in festa per un Arezzo che piace

Gli amaranto giocano un buon primo tempo ma concludono poco. Nella ripresa improvviso vantaggio ospite con Sbraga, che colpisce come al solito da palla inattiva. La reazione però è veemente: prima il terzino pareggia con un gran tiro poi sale in cattedra il capitano che trasforma due rigori



Mister Di Donato fa un cambio rispetto all’undici iniziale di sette giorni fa a Carrara e presenta Piu dal primo minuto. Resta fuori Belloni, che paga qualche problema fisico degli ultimi tempi. In avanti, come era prevedibile, torna Gori che ha superato i problemi fisici che lo avevano costretto a tornare anzitempo dagli impegni con la Nazionale.

La serata è umida ma non fredda, sugli spalti circa 1500 spettatori, una ventina provenienti da Novara nel settore ospite. Il primo quarto d’ora non registra grosse emozioni. L’Arezzo fa la partita, con il Novara che attende guardingo nella propria metà campo. Gli avanti amaranto confezionano qualche buon fraseggio nella trequarti piemontese ma se si eccettua una incursione di Caso messa in angolo da un difensore ad inizio match il portiere avversario Marchegiani non ha grosso lavoro da sbrigare. L’Arezzo tiene bene il campo e punge soprattutto sulla corsia di sinistra dove Caso viene spesso chiamato in causa ma le azioni pericolose comunque latitano anche per merito della retroguardia piemontese che controlla bene gli avanti locali. Gori è ben marcato da Pogliano ma al 30’ riceve palla da Cutolo a centro area, addomestica un pallone niente affatto semplice e si gira in un fazzoletto concludendo in porta: la palla esce di un soffio alla sinistra del portiere. Il pubblico comunque dimostra di apprezzare la condotta di gara dei ragazzi di Di Donato, con Foglia che in mezzo al campo recupera una miriade di palloni non consentendo mai ai piemontesi di orchestrare con tranquillità le proprie trame di gioco. Davanti manca però l’ultimo passaggio con Caso che in questa fase eccede in qualche personalismo di troppo vanificando qualche potenziale occasione.

La ripresa inizia col botto. Al 3’ minuto il Novara colleziona un calcio d’angolo. E’ uno schema con Buzzegoli che mette in mezzo una palla velenosa girata da Sbraga alle spalle di Pissardo per l’ennesima rete subita da palla inattiva. L’Arezzo sembra accusare il colpo ma è bravo a reagire subito: un azione insistita al limite dell’area è rifinita da Cutolo che pesca sul vertice sinistro dell’area Corrado che non ci pensa due volte e con una conclusione violenta quanto precisa trafigge a mezza altezza Marchegiani. Di Donato toglie Piu ed inserisce Belloni, con la curva Minghelli che alza i propri decibel per spingere in avanti gli amaranto. La partita è comunque più vivace; il Novara è più incisivo rispetto alla prima frazione di gioco e si vedono continui ribaltamenti di fronte. Al 24’ Gori, pressato da un difensore,  gira in maniera sporca un cross dalla destra di Foglia impegnando comunque il portiere novarese che alza sopra la traversa., poi al 27’ Foglia si becca un cartellino giallo che lo costringerà a saltare la trasferta di Pistoia. L’Arezzo continua a provarci ed al 31’ una serpentina di Caso viene fermata in area da Sbraga con le maniere forti. Il signor Perenzoni indica senza esitazioni il dischetto fra le proteste degli ospiti, si incarica della battuta capitan Cutolo che spiazza senza problemi Marchegiani. Rimonta completata e tripudio sugli spalti. Il Novara spinge forte e si riversa dalle parti di Pissardo. La difesa amaranto serra le proprie fila e regge con le unghie e con i denti alla frenetica reazione ospite. Anzi al 90’ un contropiede di Belloni, dopo un batti e ribatti in area trova Gori più lesto del suo avversario che è costretto appena dentro l’area di rigore a stenderlo. Rigore solare che Cutolo trasforma con uno splendido cucchiaio. Ottava rete per il capitano, seconda doppietta consecutiva, quinto centro nelle ultime tre gare: numeri stratosferici per un capitano di una squadra che adesso piace davvero.  

 

 

Stadio “Città di Arezzo” ore 20.45

 

AREZZO (4-4-2): 1 Pissardo; 16 Luciani, 5 Borghini, 27 Baldan, 19 Corrado; 14 Piu (dal 10’ st 7 Belloni), 8 Foglia, 29 Tassi (dal 46' st 6 Picchi), 20 Caso (dal 41’ st 23 Rolando); 10 Cutolo (dal 46' st 30 Cheddira), 18 Gori

A disposizione: 22 Daga, 2 Mosti, 3 Sereni, 4 Nolan, 9 Mesina, 13 Ceccarelli, 21 Benucci, 28 Raja

Allenatore: Daniele Di Donato

Indisponibili: Zini, Burzigotti, Volpicelli, Dell’Agnello

Diffidati: Foglia, Volpicelli

 

NOVARA (4-3-3): 27 Marchegiani; 33 Cassandro, 4 Sbraga, 6 Pogliano, 3 Cagnano; 23 Bianchi, 10 Buzzegoli (dal 36' st 28 Pinzauti), 7 Nardi; 24 Piscitella (dal 13’ st 16 Capanni), 18 Bortolussi, 30 Peralta (dal 25’ st 8 Schiavi)

A disposizione: 1 Marricchi, 34 Ferrara, 5 Bove, 13 Visconti, 19 Gonzalez, 21 Fonseca, 25 Bellich, 26 Barbieri

Allenatore: Simone Banchieri

 

ARBITRO: Daniele Perenzoni di Rovereto (Pietro Lattanzi di Milano - Amir Salama di Ostia Lido)

NOTE : spettatori 1500 circa. Ammoniti: 12 pt’ Bianchi; 27’ st Foglia, 49'st Cassandro

RETI : 3’ st Sbraga, 9’ st Corrado, 32’ st Cutolo (rig), 45’ st Cutolo (rig)

 

scritto da: Simone Trippi, 25/11/2019





Arezzo-Novara 3-1, intervista a Di Donato

Arezzo-Novara 3-1
comments powered by Disqus