Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Filippo degli Arezzo Ovunque
NEWS

Aspettando il San Donà: stretching, lavori sul breve e due giocatori in prova

Gli amaranto devono mantenere brillantezza in vista della partita di domenica e di quelle (eventuali) che potrebbero seguirne. Abolite le doppie sedute, allenamenti mirati sulla rapidità. Differenziato per Ciasca, Martinez e Cissé, mentre domani Martucci visionerà personalmente Spuntarelli e Di Stefano



gli amaranto fanno stretching sotto gli occhi del preparatore PucciScatti sul breve, esercizi di rapidità, schemi per arrivare al cross e per far ripartire il contropiede con i tempi giusti. Al “Lorentini” di Pescaiola l’Arezzo ha seguito le tabelle classiche di questo periodo: abolite le doppie sedute e il lavoro sul fondo, si punta soprattutto a mantenere la brillantezza. Se tutto va bene, restano 270 minuti da giocare, che arrivano sì al termine di una stagione lunga ma che non sono un ostacolo impossibile. Il vero scoglio l’Arezzo l’ha superato la scorsa settimana, quando ha dovuto affrontare tre gare nel giro di sei giorni, con il rischio che contro Sporting e Castel Rigone si potesse addirittura andare ai supplementari. Invece non è successo, anche se qualche strascico le tre partite ravvicinate lo hanno lasciato: oggi Ciasca, Martinez e Cissé hanno fatto allenamento differenziato, badando a smaltire la tossine e a curare lo stretching. Tutti e tre, comunque, saranno disponibili per domenica contro il San Donà Jesolo, per l’ultima partita dell’anno (comunque vada) al Comunale. Dopo, se l’Arezzo riuscirà a qualificarsi, si disputeranno in campo neutro sia la semifinale che l’eventuale finale.
Nel gruppo c’è un clima positivo, che viene trasportato pure sul campo. La squadra ha approcciato nel modo giusto i play-off, senza snobbare partite e avversari, dando seguito ai buoni propositi della società. Determinante finora il rendimento delle punte: Raso, Martinez e Cissé hanno spostato gli equilibri in campo con i gol e con gli assist, facendo la differenza in maniera inequivocabile. Tutti e tre sono in diffida (insieme a Secci) e da domenica in poi dovranno anche badare a non cadere in fallo nel vero senso dell’espressione. E’ comunque evidente che l’Arezzo sta facendo pesare il suo potenziale offensivo: Raso ha segnato in tutto 17 gol (15 + 2), Cissé 15 (13 + 2), Martinez 14 (13 + 1). Sono numeri d’altissimo livello per la categoria, impreziositi dai buoni rapporti umani sbocciati dentro lo spogliatoio, come hanno dimostrato proprio Raso e Martinez nella conferenza stampa di stamani.
Bacis e Tocci, ad ogni modo, hanno continuato a tenere tutti sulla corda, specie durante le esercitazioni tecniche e tattiche. Domenica bisogna giocare con la testa e il passaggio del turno è fondamentale per il futuro della squadra e della società, che sta già lavorando in prospettiva. A Pescaiola, questo pomeriggio, c’erano in prova due giocatori: Andrea Spuntarelli, classe ’90, centrocampista cresciuto nel vivaio della Lazio (ex Rieti e Figline) e Marco Di Stefano, classe ’91, esterno offensivo ex Roma. Domani, nella partitella classica di metà settimana, verranno visionati anche dal direttore Martucci.

 

scritto da: Andrea Avato, 23/05/2012





Martinez e Raso, conferenza stampa speciale

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: pipanos, il 24/05/2012 alle 11:59

Foto Commenti

Meno male che Spuntarelli non è una (s)punta.