Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Riccardo, Michele, Elisa, Paolo, Luca e Carlo in trasferta a Gallipoli
NEWS

Partita matta, l'under in porta, le sponde di Cissé, i terroristi

Dodici palle gol, tre prodezze di Bucchi, il Barca su Sky



Martinez e Speranza, decisivi contro la Pontevecchio1. E’ stata una partita strana, un po’ matta anche tatticamente. La doppia espulsione dopo 14 minuti ha lasciato le squadre in dieci e sia di qua che di là si sono susseguiti errori a iosa. Alla fine è stato anche divertente, visto che le palle gol sono fioccate e che l’Arezzo, pur stringendo i denti, ha centrato il risultato pieno. Del resto, se giochi bene come a Viterbo e poi pareggi, ti fanno pelo e contropelo. Quindi meglio giocare male ma vincere, risolvendo la contesa con i gol di due senatori come Speranza e Martinez. Sono stati presi per questo, per tirare la squadra fuori dal pantano proprio in giornate di scarsa vena come ieri. Magari qualcuno storcerà la bocca lo stesso perché vuole tre punti e calcio di qualità, solo che in D bisogna accontentarsi e sforzarsi di vedere il bicchiere mezzo pieno. Per tutto il resto c’è il Barca su Sky.
2. E comunque, riguardando il taccuino, l’Arezzo ha costruito 12 palle gol. Destro di Rubechini fuori dopo sedici secondi, tiro debole di Crescenzo da dentro l’area, girata di Raso vicina all’incrocio, punizione di Speranza messa in corner dal portiere, Cissé e Raso stoppati da Scarabattola, destro di Rubechini (assist di Cissé) stoppato in corner, parata del portiere su tiro di Cissé, gol annullato a Cissé, tiro di Speranza deviato sopra la traversa da Scarabattola, destro a giro di Macellari radente al palo, colpo di testa di Carletti respinto dal portiere, tiro di Cissé parato nel finale. Più i due gol segnati. Il paradosso, a conferma che la partita è stata matta, è che bisogna ringraziare Bucchi, determinante almeno tre volte, sia sullo 0-0 che sul 2-1. L’under in porta, così a occhio, è una soluzione che resterà nel cassetto.
3. In generale, ripensando alle quattro partite casalinghe, viene fuori questo. Contro Flaminia e Sansovino, l’Arezzo ha concesso pochissimo dietro, però è finita 0-0. Contro Pianese e Pontevecchio ha concesso di più, ma ha fatto 6 punti. E’ la vecchia storia della coperta, che se tiri di qua ti scopri di là. Bacis ha gente che te la risolve con una giocata e si sta vedendo. In porta ha uno che potrebbe stare in C e si sta vedendo pure questo. Con questi calciatori, il rischio paga.
4. Molti l’hanno visto all’opera per la prima volta, quasi tutti ne sono rimasti piacevolmente sorpresi. Salim Cissé, venti giorni e tre gol (con la Juniores) dopo il rosso di Viterbo, ha debuttato per davvero e lo ha fatto alla grande. A parte l’assist per il gol di Martinez, che è la punta dell’iceberg, è stato sempre concentrato e in partita, lui che ha 19 anni da compiere e che a volte tende ad assentarsi. Ha badato al sodo, mettendo da parte qualche vezzo superfluo che spesso si concede. E poi ha tirato fuori due o tre pezzi da calciatore vero. Cissé ha una qualità che lo rende preziosissimo: sa giocare di sponda. Ieri si è notato subito: palla a lui, palla dietro e il terzo va dentro. Oppure, come nell’azione conclusa da Rubechini, palla a lui, copertura e tocco smarcante per il compagno. Onestamente, questo ragazzo della Guinea non sembra digiuno di calcio vero, né dà l’idea di trovarsi per la prima volta dentro una squadra organizzata. Eppure è così. Se farà carriera, non si sa. Per adesso complimenti a Franco Anzalone che l’ha scoperto.
5. Ieri in sala stampa Severini ha parlato di terrorismo giornalistico, riferendosi ad alcuni articoli della mattina, smentiti in serata da un comunicato stampa della società. Gli articoli in questione riguardavano presunte trattative con presunte cordate. Qualche collega si è sentito offeso dall’espressione del presidente. Quasi tutti gli altri hanno pensato che il riferimento non fosse a loro.

scritto da: Andrea Avato, 24/10/2011





Arezzo-Pontevecchio 2-1, le immagini della partita

Arezzo-Pontevecchio 2-1