Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Elisabetta e Silvia in visita al Camp Nou di Barcellona
NEWS

Una stagione che non decolla. Ora due trasferte di fila per definire i veri obiettivi

La vittoria che tutti speravamo di mettere a segno contro la Pianese non c'è stata, ed ora puntualmente tornano a galla le magagne di una rosa che con poco di più avrebbe potuto ambire ad una classifica decisamente migliore. Unica via di fuga per provare a svoltare è invertire il trend in trasferta. Dopo la Juve ed il Lecco sarà tutto pià chiaro



Diciamola tutta: chiunque credeva, forse sperava, in un inizio di anno migliore, quanto meno per quello che riguarda il risultato della prima gara del 2020. Tutti sapevamo le insidie che poteva avere una partita che si disputava dopo una sosta di un mese. Eravamo consapevoli che sarebbe stata dura e difficile, ma tutti, in cuor nostro, avevamo fiducia sul fatto di poter portare a casa i tre punti. Invece, puntualmente, le insidie sono diventate scogli insormontabili e l’Arezzo si è impantanata nelle sabbie mobili di un pareggio che lascia ad oggi la stagione dentro un limbo malinconico. Il problema infatti, analizzando a mente fredda la partita di domenica scorsa, è proprio questo: ciò che dispiace non è tanto il risultato ma quanto le prospettive future di una stagione che non riesce assolutamente a decollare. Se diamo un occhio alla classifica vediamo che il quarto posto, posizione che qualunque tifoso amaranto probabilmente firmerebbe fin da subito, è lontano cinque punti ma, gettando un occhio alle spalle, ci accorgiamo che l’undicesimo posto, prima casella fuori dai play-off, dista dall’Arezzo solo tre lunghezze. Con all’orizzonte due trasferte consecutive ecco che il campionato degli amaranto rischia di incartarsi in una zona di classifica non certo comoda e stimolante. Il ruolino di marcia esterno fino ad oggi parla di soli 7 punti conquistati, con l’Arezzo che, assieme al solo Olbia, si divide lo zero alla voce vittorie fuori casa. Se questo trend non viene alla svelta cambiato, l’obbiettivo stagionale verrebbe assai ridimensionato. Alla fine è questo il pensiero che ci lascia la partita contro la Pianese. Tutte le attenuanti sono plausibili: la prima gara dell’anno è sempre un trabocchetto, ma è pur vero che puntualmente tornano a galla i difetti di una rosa che si erano evidenziati nel girone di andata. Rosa troppo larga da gestire, mancanza di alternative per cambiare il corso di quelle partite in cui non si riesce a trovare il filo del gioco, squadra dipendente dai propri attaccanti sono tutte cose che tornano fuori con regolarità quando il risultato non è quello sperato. Peccato perché in un campionato non di altissimo livello sarebbe bastato poco di più per poter ambire ad un piazzamento simile a quello dello scorso torneo.

 

scritto da: Simone Trippi, 15/01/2020





comments powered by Disqus